Acquisizioni e partnershipAerospaziale

TRUMPF e The Exploration Company collaborano per stampare componenti di veicoli spaziali in 3D

"Se oggi vuoi avere successo nel settore dei viaggi spaziali, devi utilizzare la produzione additiva."

0 Condivisioni

TRUMPF, una società tedesca di tecnologia AM per metalli, e The Exploration Company, una start-up europea di viaggi spaziali, hanno collaborato per produrre componenti fondamentali per veicoli spaziali per missioni nell’orbita terrestre e sulla Luna, utilizzando la stampa 3D. Già nella primavera del 2024, la Exploration Company utilizzerà le stampanti 3D dello specialista laser per stampare i componenti principali dei motori Huracán e Mistral per le navicelle spaziali Nyx Earth e Nyx Moon a Planegg, vicino a Monaco. La partnership mira a rendere il motore Huracán riutilizzabile e rifornibile in orbita con biometano e ossigeno.

“Il nostro obiettivo è offrire missioni spaziali in modo più conveniente rispetto a quanto fosse possibile in precedenza. Il nostro veicolo spaziale può trarre vantaggio dalla competenza produttiva e applicativa di TRUMPF, che vanta decenni di esperienza nella produzione di componenti di alta precisione”, ha affermato Hélène Huby, CEO di The Exploration Company. La start-up prevede di inviare una capsula spaziale in orbita attorno alla Terra per diversi mesi in una prima missione nel 2026. A partire dal 2028 sono previste ulteriori missioni sulla Luna. Inizialmente il veicolo spaziale trasporterà merci, ma a lungo termine si prevede che a bordo voleranno anche persone.

“Con la nostra tecnologia di stampa 3D, stiamo guidando la commercializzazione del settore dei viaggi spaziali. Se oggi si vuole avere successo nel settore dei viaggi spaziali, è necessario utilizzare la produzione additiva”, ha affermato Tobias Brune, responsabile dell’attività di produzione additiva presso TRUMPF. I progettisti utilizzano la produzione additiva per combinare interi assemblaggi in un unico componente, risparmiando peso e riducendo la complessità, riducendo il costo dei test di sicurezza prima del lancio del razzo e aumentando la probabilità di una missione di successo nello spazio.

La produzione additiva consente lo sviluppo rapido di prototipi, che in genere richiede molto tempo nel settore aerospaziale. Utilizzando il software di progettazione, gli utenti possono apportare miglioramenti al prototipo con un clic del mouse e la stampante 3D può quindi produrre il prototipo entro poche ore. Con i metodi di produzione convenzionali, la produzione di alcune di queste geometrie complesse non sarebbe possibile o richiederebbe diverse settimane o mesi.

0 Condivisioni
Tags
Research 2024
Consumer Products AM 2024

1,346 polymer and metal AM companies and 143 end-users. Consumer products AM generated $2.6 billion in 2023...

Articoli Correlati

Back to top button

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online e per la personalizzazione degli annunci, per informazioni visita la pagina privacy e termini di Google.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Per utilizzare questo sito Web utilizziamo i seguenti cookie tecnicamente necessari
  • PHPSESSID
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!