Arte & DesignAutomotiveBlog dell'industriaDentaleElettronicaEventiIndustriaMakersMedicinaModellismoOpen SourceProduzioneRealtà virtualeRoboticaSoftware 3DStampa 3D - ProcessiStampa 3D - Servizi

Technology Hub, da domani a fieramilanocity tre giorni per costruire il futuro

Dagli oggetti interconnessi e smart material alla robotica collaborativa, dai droni alla progettazione e produzione digitale con la stampa 3D, in un unico evento tutti i comparti dell’innovazione: il Technology Hub 2016, a Milano, dal 7 al 9 giugno.

L’innovazione, ma soprattutto la conoscenza dei nuovi strumenti e degli ultimi trend tecnologici offerti dal mercato, rappresentano un asset indispensabile per la competitività delle aziende. Secondo l’ultimo Rapporto su Ricerca e Innovazione dell’ISTAT, sono la metà le imprese italiane che hanno svolto qualche forma di attività innovativa e un quarto quelle ad avere introdotto un’innovazione di prodotto. Un’indicazione sullo scenario che si sta tracciando e che pone interrogativi sul livello di consapevolezza e sulle opportunità di crescita colte dai nostri manager. Gli imprenditori italiani sono pronti al cambiamento? E quali sono le tecnologie che potranno aiutarli a vincere questa sfida?

Tutto in un unico Technology Hub

tech hubQuesti gli argomenti chiave su cui ruoterà Technology Hub l’evento professionale delle tecnologie innovative per il tuo futuro, promosso da Senaf e in programma a fieramilanocity, dal 7 al 9 giugno 2016. L’appuntamento, nato per mostrare al mondo imprenditoriale le nuove tecnologie, raccoglierà in un unico hub tutti i comparti dell’innovazione: dalla stampa 3D all’additive manufacturing, l’elettronica e l’internet delle cose, i materiali innovativi, i droni e la robotica collaborativa e di servizio, esplorando tutti i possibili utilizzi in molteplici ambiti di applicazione.

Tra i protagonisti dell’area dedicata ai materiali innovativi le rivoluzioni compiute dal Grafene, un nanomateriale dalle eccezionali proprietà, che se integrato con i materiali impiegati nella manifattura tradizionale può accrescerne le prestazioni e ampliarne l’impiego. Molto resistente, 200 volte più dell’acciaio, ma anche estremamente flessibile, il grafene è anche trasparente e conduce l’elettricità e il calore meglio di molti altri metalli, come ad esempio il rame. Per queste sue caratteristiche può essere utilizzato non solo per lo sviluppo di nuovi caschi e cavi elettrici, ma anche per la realizzazione di cellulari flessibili, oggetti di uso quotidiano come racchette da tennis, tubolari e nel settore energetico per ottenere batterie più efficienti e nuovi pannelli fotovoltaici. Per valorizzare e rendere visibile il rapporto circolare esistente tra materiali, tecnologie e prodotti verrà realizzata la Technoteca 4.0, un’esposizione di prodotti rappresentativi del legame fondamentale, ma spesso non percepito, esistente tra il prodotto tecnologico, i materiali che ne supportano i requisiti, e le tecnologie che ne hanno consentito la realizzazione.

Robotica e medicina in piazza

robot6-940x500Spazio  alla robotica di servizio nella Piazza Robotica Medicale, dove ITIA-CNR (Istituto di Tecnologie Industriali e Automazione, Consiglio Nazionale delle Ricerche) specializzato in progetti di robotica per il mondo produttivo ma anche per la salute, l’assistenza ai malati e la riabilitazione, porterà in scena le espressioni della più alta tecnologia di robotica per la riabilitazione. Tra i progetti discussi, il robot Mitsubishi Pa-10, impiegato su pazienti affetti da patologie neurologiche quali lo stroke e le mielolesioni, in grado di far riprodurre all’utilizzatore, limitato nei movimenti dell’arto superiore, attività comuni della vita quotidiana, con velocità paragonabili a quelle fisiologiche. Dal recupero fisico ai dispositivi tech facili da indossare, l’innovazione tecnologica oggi fornisce soluzioni e risposte alla disabilità sempre più efficaci e integrate tra gli accessori della vita quotidiana. Ne è un esempio il progetto Glassense, dell’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT), progettato per comportarsi come una “lente acustica” complementare alle esistenti protesi, le quali attualmente non consentono alle persone che soffrono di disturbi uditivi, di distinguere al meglio la provenienza delle sorgenti sonore di interesse. Il device, in mostra nella Piazza Innovazione Istituto Italiano di Tecnologia, ha la forma di un paio di occhiali, e consente di far percepire meglio i suoni che provengono di fronte a chi li indossa, aumentando sensibilmente la comprensione del parlato in ambienti rumorosi.

Anche il settore dentale sarà rappresentato nel “Focus Odontoiatria Digitale”, una vera e propria piattaforma informativa realizzata con il contributo della Società Scientifica Internazionale Digital Dentistry Society (DDS), per rappresentare le varie fasi di lavorazione di uno studio odontoiatrico digitale e mostrare in funzione le tecnologie più all’avanguardia come scanner  intra e extra orali,  stampanti 3D, software per la progettazione assistita.

Il viaggio prosegue nell’Elettronica e Internet delle cose, con i convegni “Printed electronics: stampare elettronica su substrati flessibili, leggeri ed economici”, che illustrerà i progressi dell’elettronica stampata avvalendosi del contributo dei ricercatori dell’Istituto Italiano di Tecnologia Giorgio Dell’Erba e Antonio Iacchetti, e delle loro esperienze concrete nei laboratori dell’IIT e nell’ambito di due giovani realtà innovative: Ribes Tech e PrintFit; e “L’Internet delle Cose migliora la vita di ogni giorno”, un momento d’incontro sulle tendenze tecnologiche e sulle applicazioni più dinamiche, di un settore con un giro d’affari di quasi 2.000 miliardi di dollari, destinato a trasformare radicalmente salute, casa, cura della persona, mobilità, divertimento, trasporti e in generale i momenti più importanti che scandiscono le nostre giornate.

In una realtà che cambia rapidamente forma, non poteva mancare l’area 3DPrint Hub, che insieme allo spazio Additive Manufacturing Hub, porterà in mostra le ultime novità in tema di macchine, materiali e servizi per la stampa 3D, la prototipazione e la produzione rapida. Tra le novità più interessanti in materia di arredo e design, WASP e la sua linea di sedie stampate in 3D, pensate e costruite secondo le esigenze di chi le usa. Un passo in avanti nella Maker Economy e nell’ artigianato digitale che oggi, attraverso macchine custom made, consente di realizzare oggetti di grandi dimensioni utilizzabili nella vita quotidiana, permettendo a chiunque di creare prodotti personalizzati su richiesta, a prezzi accessibili.
Ottenute sempre con l’impiego della stampa 3D sono le creazioni dell’ area dimostrativa  moda e calzatura, che regalerà una dimensione totalmente nuova all’abbigliamento e agli accessori con la collezione degli abiti tecnologici AW16 ‘3DP Bridal’ di Sabina Saga, le scarpe realizzate da ShoeStyle Lab e le “cyber mini-bag” di XYZBAG, un’ampia gamma di borse sartoriali digitali, completamente personalizzate attraverso le tecnologia di stampa 3D di ultima generazione e ripensate completamente nel pattern, texture, testo, logo e sempre più anche il colore.

Dopo le grandi trasformazioni di terra si passa a quelle del cielo, dove sarà possibile informarsi sulle potenzialità legate all’universo dei droni e sui possibili usi in ambito business: dal monitoraggio ambientale, per valutare lo stato di salute delle coltivazioni agricole e l’estensione effettiva di boschi e foreste o per verificare l’esistenza di abusi edilizi, all’utilizzo per motivi di sicurezza su aree soggette a frane o danneggiate a seguito di eventi calamitosi; dalla possibilità di analizzare in tempo reale, tramite la telemetria, la qualità dell’aria e dell’inquinamento chimico delle nostre città, fino alle riprese aeree per restaurare siti e monumenti di interesse storico-archeologico.

Inoltre, tra le novità destinate a compiere una trasformazione nel settore dell’edilizia, ci saranno soluzioni per agevolare la riduzione dei consumi energetici degli edifici. Si va dal primo pannello fotovoltaico al grafene di grandi dimensioni (progetto dei Graphene Labs dell’IIT e Università di Tor Vergata) per rendere finestre ed altre superfici esposte alla luce solare intelligenti, ovvero capaci di produrre energia pulita dalla radiazione luminosa senza bloccarne il percorso, ai rivestimenti rivoluzionari presentati nella “Piazza progettazione e produzione digitale in architettura”. Quest’iniziativa, che offrirà uno sguardo sui sistemi costruttivi e sulle nuove estetiche grazie al contributo scientifico del laboratorio sperimentale INDEXLAB del Politecnico di Milano, metterà a disposizione un ampio e qualificato palinsesto di contenuti e attività dimostrative rappresentative del flusso della fabbricazione digitale: progettazione algoritmica, fabbricazione robotica, rivestimenti parametrici.

Technology Hub è tutto questo e molto altro. I visitatori avranno anche l’occasione per immergersi a 360° nell’ “Arena della Realtà Aumentata e della Realtà Virtuale”, dove la visita diventa digital con un viaggio virtuale all’interno dell’area grazie ai supporti visivi di nuova generazione.

Supporta la qualità
Aiutaci a portarti le informazioni che servono al tuo business

Davide Sher

Sono un giornalista professionista iscritto all'ODG dal 2002 e mi sono sempre occupato di comunicazione trade. Per 10 anni ho redatto una testata dedicata al mercato dei videogiochi e successivamente ho partecipato alla creazione del primo iPad magazine dedicato all'elettronica di consumo. Dal 2012, mi occupo esclusivamente di stampa 3D/manifattura additiva, che vedo come la più affascinante e reale delle tecnologie oggi agli albori ma che plasmeranno il nostro futuro. Ho fondato Replicatore.it nel 2013 e ho scritto come blogger per diversi siti internazionali. Nel 2016 ho fondato la mia società 3dpbm (www.3dpbm.com), con base a Londra, che offre servizi di supporto alle aziende che vogliono comunicare, sia in Italia che nel mondo, i loro prodotti legati alla manifattura additiva. Oggi pubblichiamo diverse testate internazionali tra cui 3D Printing Media Network (il nostro sito editoriale internazionale), 3D Printing Business Directory (la più grande directory al mondo di aziende legate alla stampa 3D), Replicatore.it, Replicador.es e 3D Printing Media Network Chinese Version. Inoltre sono Senior Analyst di SmarTech Analysis, una delle più importanti realtà al mondo attive nella rilevazione di dati e previsioni di mercato relative ai vari segmenti verticali dell'industria della manifattura additiva.

Articoli Correlati

Back to top button
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!