Studente italiano si aggiudica il concorso Extreme Redesign 3D Printing Challenge di Stratasys

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Paride Stella, uno studente italiano, si è aggiudicato il primo posto del premio annuale Extreme Redesign 3D Printing Challenge Awards. Stella si è classificato al primo posto nella categoria “Arte, architettura, gioielli e design” ed è l’unico vincitore europeo quest’anno. Attualmente Stella frequenta l’università Gabriele D’Annunzio di Pescara. Grazie alla fusione della conoscenza della progettazione algoritmica con le sue esperienze nel settore del design e della stampa 3D, è stato in grado di generare idee e soluzioni per i problemi computazionali che nascono nelle applicazioni pratiche.

“Credo che la stampa 3D darà sempre più forma al nostro futuro e concordo con l’obiettivo di Stratasys di offrire formazione e consapevolezza dei vantaggi della tecnologia. Essere l’unico europeo ad aver vinto è un enorme onore e sono fiero di rappresentare il mio paese in una competizione internazionale così prestigiosa,” ha detto Stella. “Una delle ragioni principali che mi hanno spinto a partecipare alla sfida è stata la possibilità di provare a illustrare in che modo le idee che ho sviluppato durante la mia ricerca si possono trasformare in qualcosa di tangibile. Dopo la vittoria di questo premio, spero davvero che si possa iniziare un interessante dibattito locale su come la stampa 3D possa supportare in modo positivo la creatività nel processo di progettazione”.

Extreme Redesign 3D Printing Challenge

Organizzata da Stratasys e GrabCAD, la sfida Extreme Redesign Awards chiedeva agli studenti di riprogettare un prodotto esistente, creare un nuovo prodotto che migliorasse lo svolgimento di determinate attività o progettare un’opera d’arte o di architettura. I progetti inviati sono stati valutati attentamente da una commissione di tutto rispetto, composta da figure note del settore, che ha analizzato in maniera rigorosa in progetti in base alla validità dal punto di vista meccanico, l’attuabilità e la creatività.

“Da 14 anni, la Extreme Redesign 3D Printing Challenge mette in luce il meglio del meglio dell’innovazione della stampa 3D degli studenti”, afferma Gina Scala, direttore marketing di Global Education in Stratasys. “Grazie al nostro concorso, gli studenti possono sfruttare la stampa 3D per progettare e creare in modi che prima non erano possibili. Ogni anno accogliamo i progetti di studenti vecchi e nuovi, sempre più innovativi anno dopo anno. E mentre i giudici sono rimasti impressionati da tutti i progetti inviati, i vincitori riflettono quanto di meglio esiste in termini di creatività e progettazione degli studenti”.
Stella conclude: “Oggi il senso della progettazione è cambiato completamente. Le possibilità di produrre e gli strumenti a disposizione sono infinite. Una delle forme del mio progetto era ispirata al corallo (Corallo), con il suo aspetto organico e delicato e la possibilità di essere progettato e stampato per incorporare le proprietà estetiche del materiale. La capacità di creare forme complesse e variazioni è un requisito chiave per i designer creativi e sottolinea ulteriormente il valore della stampa 3D”.

 

Autore Davide Sher

Sono un giornalista professionista iscritto all'ODG dal 2002 e mi sono sempre occupato di comunicazione trade. Per 10 anni ho redatto una testata dedicata al mercato dei videogiochi e successivamente ho partecipato alla creazione del primo iPad magazine dedicato all'elettronica di consumo. Dal 2012, mi occupo esclusivamente di stampa 3D/manifattura additiva, che vedo come la più affascinante e reale delle tecnologie oggi agli albori ma che plasmeranno il nostro futuro. Ho fondato Replicatore.it nel 2013 e ho scritto come blogger per diversi siti internazionali. Nel 2016 ho fondato la mia società 3dpbm (www.3dpbm.com), con base a Londra, che offre servizi di supporto alle aziende che vogliono comunicare, sia in Italia che nel mondo, i loro prodotti legati alla manifattura additiva. Oggi pubblichiamo diverse testate internazionali tra cui 3D Printing Media Network (il nostro sito editoriale internazionale), 3D Printing Business Directory (la più grande directory al mondo di aziende legate alla stampa 3D), Replicatore.it, Replicador.es e 3D Printing Media Network Chinese Version. Inoltre sono Senior Analyst di SmarTech Analysis, una delle più importanti realtà al mondo attive nella rilevazione di dati e previsioni di mercato relative ai vari segmenti verticali dell'industria della manifattura additiva.

Da non perdere

Ai Build sfrutta l’intelligenza artificiale per il rilevamento di errori nella stampa 3D con i nuovi sistemi AiMaker

Una delle prossime fasi evolutive chiave della produzione additiva è la completa implementazione di sistemi …