Stratasys annuncia la serie di stampanti 3D F123 al SolidWorks World 2017

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Anche se si tratta di un evento concentrato sul software CAD, SOLIDWORKS World si è trasformato rapidamente in uno degli appuntamenti annuali più importanti anche per l’innovazione nel campo del 3D printing, soprattutto per il leader di settore Stratasys. La compagnia ha fatto ricorso a questo palcoscenico per annunciare la sua prima piattaforma multicolore e sarà presente all’edizione 2017 per presentare la dirompente F123 series: una stampante 3D di alta qualità e low cost che fa leva sulla tecnologia professionale e avanzata FDM di Stratasys.

La F123 series comprende 3 diversi sistemi: la F100, la F200 e la F300. I sistemi variano a seconda del volume di stampa (vedere immagine di seguito) e dei materiali supportati, mentre tutti i sistemi supportano PLA, ABS e ASA; inoltre la F370 è la sola in grado di usare il PC-ABS.

Fascia di prezzo

I nuovi macchinari vanno a posizionarsi al di sopra del livello iniziale Mojo (ora commercializzato nel mercato USA) e UPrint, nonché al di sotto dei sistemi industriali Fortus. Si prevede che il prezzo parta appena al di sotto dei $19.ooo ma sarà Stratasys a confermarlo durante la presentazione al SolidWorks.

I nuovi sistemi F123 sono destinati ad essere utilizzati negli studi di progettazione. Sono stati ottimizzati al fine di essere estremamente “plug and play” grazie agli oltre 15 nuovi brevetti e ai 43 preesistenti. I macchinari supportano sistemi mobili per il monitoraggio del processo di stampa e per la gestione in via remota.

Gli utenti della versione beta hanno confermato che il tempo necessario dal disimballaggio alla stampa è di appena 30 minuti, per l’intero processo di apertura e collegamento a una normale presa elettrica. Il software viene disimballato in un attimo e configurato via web (ethernet o wi-fi) e la stampa può iniziare subito dopo.

Nel contempo, si tratta di macchinari dall’aspetto elegante e alla moda, che assicurano funzionalità fluida e affidabilità al momento di cambiare i materiali o rimuovere i supporti.

GrabCAD pronto alla stampa

I sistemi F123 possono inoltre fare affidamento sul nuovo e potente software GrabCAD, il quale separa in automatico qualsiasi oggetto dai suoi componenti e ottimizza la configurazione sul piatto di stampa.

GrabCAD supporta inoltre il native printing di gran parte dei software CAD, compreso SolidWorks. Non è un caso che Stratasys abbia atteso SOLIDWORKS World per presentare al mondo il suo nuovo gioiello.

Autore Martina Pelagallo

Da non perdere

ADDere mette in mostra la stampa 3D di grandi parti metalliche

ADDere, la divisione AM per i metalli di Midwest Engineered Systems (MWES), società con sede …