Lumi³ (LumiCube) raggiunge un nuovo livello di qualità

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lumi Industries è tornata con una stampante 3D desktop professionale a resina LCD: Lumi³ (LumiCube) è dedicata a tutti coloro che non solo hanno bisogno di una precisa stampante 3D a resina, ma che sono anche alla ricerca di un dispositivo affidabile e facile da usare, in grado di far risparmiare tempo e denaro grazie ad un nuovo brevetto, soluzioni e piccoli trucchi intelligenti che abbiamo applicato grazie alla nostra esperienza di sviluppatori e utenti.

Resina senza problemi IVA

EFV (Easy FEP Vat) è una vasca in resina termoformata monouso in attesa di brevetto, molto semplice da caricare, scaricare e pulire dopo l’uso. Quando la superficie è rovinata o offuscata basta smaltirla e prenderne un’altra. Dal momento che è economico come film FEP, se ne può ottenere uno per ogni resina che si sta utilizzando per evitare la contaminazione con resine precedentemente usate. La copertina di Lumi³ è stata appositamente progettata per consentire di guardare attraverso l’EFV trasparente e per avere così una visione completa della macchina e il controllo totale sul processo di stampa 3D, in particolare sui primi livelli più critici, risparmiando tempo e materiale nel caso qualcosa vada storto!

Post polimerizzazione integrata a basso costo

Post Curing è un passaggio di stampa 3D essenziale. Tuttavia, per farlo correttamente, è necessario possedere un dispositivo aggiuntivo che potrebbe essere oltre il budget stanziato o solo un altro oggetto ingombrante sulla scrivania del laboratorio.

“Mi sono chiesto” ha spiegato Davide Marin, CEO di Lumi Industries, “dal momento che stiamo usando i LED UV per la stampa 3D, perché non usare gli stessi LED per la post-polimerizzazione? Pertanto, è stato progettato il sistema HUT, attualmente in attesa di brevetto.”

HUT (Hinged Mask for UV Transforming) è un’unità che si installa semplicemente sull’array di LED UV, montato su un innovativo supporto con sensori interni. La parte inferiore in vetro dell’unità HUT evita che i detriti cadano all’interno della stampante 3D e permette di far entrare la luce UV all’interno. La superficie interna dello specchio dell’unità HUT riflette i raggi UV in modo uniforme.

Piattaforma smart building

La rimozione di una stampa 3D dalla piattaforma di costruzione è sempre fondamentale. Gli oggetti devono aderire saldamente al superficie della piattaforma, ma potrebbe risultare difficile rimuoverlo in modo sicuro utilizzando la spatola classica. Abbiamo progettato il sistema di vassoi modulari in modo tale che la superficie della piattaforma sia diversa a seconda dell’uso dei materiali.

Per tutte le resine a media e bassa viscosità, forniamo un modulo in cui, uno dei componenti è una piastra metallica flessibile  fissata magneticamente. Alla fine del processo di stampa, si deve solo rimuovere il piatto, piegare leggermente e l’oggetto stampato in 3D sarà facilmente rimovibile con una sola mossa.

Per materiali ad alta viscosità con un’adesione tipicamente difficile alla piastra, come il LumiReact, resine flessibili o riempite di ceramica, forniamo un modulo realizzato in vetro lavorato in cui si trova la superficie a contatto con la resina, per garantire una perfetta aderenza e un processo di stampa 3D regolare.

Come è stato concepito

“Il nostro ultimo progetto LumiPocket LT è arrivato sul mercato alla fine del 2017. Negli ultimi due anni siamo stati coinvolti in un progetto piuttosto grande per un’azienda multinazionale, in cui abbiamo fornito il nostro servizio di ricerca e sviluppo. Ciò ha assorbito gran parte del nostro tempo e ha rallentato i nostri progetti di stampa 3D. Ora quel lavoro è quasi terminato e possiamo completare tutte le idee che abbiamo in cantiere, LumiCube è la prima di queste” spiega Davide Marin.

“All’inizio di quest’anno ci è stato inizialmente commissionato lo sviluppo di una stampante 3D LCD, tecnologia che abbiamo esplorato già nel 2015. Successivamente abbiamo portato avanti questo progetto indipendentemente. Siamo consapevoli che molte stampanti 3D LCD sono attualmente sul mercato”, ammette “, ma abbiamo scoperto che le nostre soluzioni in attesa di brevetto e i miglioramenti intelligenti in realtà semplificano molto la vita degli utenti”.

“Tutte queste innovazioni sono supportate da un hardware all’avanguardia, con schermo LCD ad alta risoluzione, sistema UV parallelo, filtro aria attivo HEPA, sistema di movimento lineare THK di precisione e molto altro.”

“Abbiamo anche aggiunto alcune interessanti funzioni extra, come un sistema di riscaldamento passivo che mantiene la resina ad una temperatura ideale  ideale di 35-40 ° C e sensori di rilevamento della forza per preservare lo schermo dall’eccessivanpressione durante il processo di stampa 3D,” conclude.

Lumi³sarà presentato ufficialmente alla fiera Formnext.

Autore Andrea Gambini

Mi piace leggere e scrivere da sempre. Ho iniziato a lavorare in redazione come giornalista sportivo nel 2008, poi la passione per il giornalismo e per il mondo della comunicazione in generale, mi ha permesso di ampliare notevolmente i miei interessi, arrivando negli anni a collaborare con le più svariate testate giornalistiche online. Mi sono poi avvicinato alla stampa 3D, colpito dalle grandissime potenzialità di questa nuova tecnologia, che giorno dopo giorno mi hanno spinto a informarmi sempre più su quella che considero una vera rivoluzione che si farà presto sentire in tantissimi campi della nostra vita quotidiana.

Da non perdere

Bimbo di 5 anni torna a respirare autonomamente grazie a uno stent stampato in 3D

Grazie a uno stent stampato in 3D da Prosilas, azienda di Civitanova Marche (e uno …