Supporta la qualità
Aiutaci a portarti le informazioni che servono al tuo business
Arte & DesignEsperienzeNotizie - ultima ora

Sketchfab rende di dominio pubblico i modelli 3D delle opere d’arte

La piattaforma di contenuti 3D Sketchfab ha fatto un annuncio questa settimana che porterà le scansioni 3D di alta qualità e i modelli di opere culturali a diventare più accessibili. In breve, le organizzazioni culturali che usano Sketchfab hanno ora la possibilità di mettere a disposizione i loro modelli 3D  usando un identificatore di dominio pubblico Creative Commons (CC0). Nel corso dell’annuncio, Sketchfab ha anche svelato collaborazioni con 27 istituzioni culturali di tutto il mondo, tra cui la Smithsonian Institution.

L’obiettivo dell’iniziativa di CC0 è quello di promuovere l’accessibilità tra le organizzazioni culturali, i loro dati e il pubblico. La nuova funzione di Sketchfab rende inoltre più semplice per gli sviluppatori 3D il download, il riutilizzo e la miscelazione di scansioni 3D di manufatti, oggetti storici e altro ancora.

La decisione di Sketchfab è in linea con un mandato relativamente recente assunto da diverse importanti istituzioni culturali per rendere le loro collezioni più accessibili utilizzando le tecnologie digitali. La scansione e la stampa 3D hanno contribuito a questo cambiamento in modo significativo, poiché consentono di creare e condividere repliche realistiche digitali e fisiche.

Modello 3D del modulo di comando Apollo 11, caricato su Sketchfab dalla Smithsonian Institution

Come accennato, Sketchfab ha già accolto 27 organizzazioni culturali da 13 paesi sulla sua piattaforma CC0, tra cui il Cleveland Museum of Art, il Museo Darwin di Stato in Russia, l’Archivio digitale di storia naturale in Danimarca, il Gruppo Science Museum nel Regno Unito e molti altri. Uno dei membri più importanti, la Smithsonian Institution, ha già caricato diversi modelli 3D sulla piattaforma online di Sketchfab come parte del suo nuovo programma a libero accesso.

“Questo annuncio è solo l’inizio del supporto di Sketchfab per CC0: prevediamo e invitiamo più istituzioni ad aggiungere in futuro modelli 3D di dominio pubblico tramite questa piattaforma”, scrive Sketchfab sul suo blog. “Se lavori in un museo, in una galleria o in un archivio e desideri assistenza per mettere a disposizione del dominio pubblico i modelli 3D della tua organizzazione, ti preghiamo di contattarci”.

La piattaforma di Sketchfab oggi comprende oltre 300.000 modelli 3D con licenza Creative Commons Attribution. Questa licenza consente alle persone di riutilizzare i modelli 3D a condizione che venga dato credito al creatore originale e che vengano indicate eventuali modifiche. Con questa iniziativa di CC0 per i contenuti del patrimonio culturale, gli utenti di Sketchfab sono liberi di “copiare, modificare, distribuire ed eseguire il lavoro, anche a fini commerciali, il tutto senza chiedere il permesso”.

In sostanza, ciò significa che chiunque, dagli artisti e designer alle aziende, può utilizzare il contenuto del modello 3D senza accreditare il creatore originale. L’idea alla base di ciò è quella di liberare possibilità creative ed espandere l’accesso agli oggetti storici. Ad oggi, circa 1.700 modelli di CC0 3D sono stati caricati dai partner di Sketchfab.

Articoli Correlati

Back to top button
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!