ShapeMode e il caso studio Blubrake: un supporto concreto per la fase di startup

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lo studio di progettazione e prototipazione rapida ShapeMode (rivenditore ufficiale dei sistemi DWS) ha dimostrato di essere particolarmente attivo in quest’ultimo periodo, con una serie di iniziative volte a mostrare l’efficacia e la versatilità delle attuali tecnologie di stampa 3D. Dopo l’annuncio legato alla vendita esclusiva della stampante per il settore alimentare Procusini, ShapeMode torna ora sotto i riflettori con un nuovo case legato alla realizzazione di un innovativo sistema di frenata per le biciclette, ideato dalla startup Blubrake.

Blubrake è una giovane società milanese  specializzata in tecnologie applicate ai sistemi frenanti per veicoli elettrici leggeri – in particolare le e-bike. Fiore all’occhiello dell’azienda è il sistema di controllo della frenata BB6S, Un dispositivo elettronico ultraleggero (il peso è di appena 280 grammi) integrato nel telaio della bicicletta che monitora stile di corsa e aiuta il ciclista a frenare al meglio, massimizzando allo stesso tempo la sicurezza e la performance sportiva.

La particolarità del dispositivo BB6S è che alcuni componenti del sistema sono stati realizzati tramite la stampa 3D, con i filamenti ad alta resistenza meccanica. Il sistema impiegato per la realizzazione di queste parti è l’XFAB 2000 di DWS: questa particolare stampante FDM, unitamente all’uso delle resine termoplastiche proprietarie, ha dato vita a elementi funzionali non solo altamente efficienti, ma anche dotati di finiture superficiali praticamente prive di difetti. Da notare che il termoplastico utilizzato per il progetto di Blubrake risulta adattissimo anche per differenti applicazioni quali la realizzazione di sistemi di isolamento, superconduttori, per componenti elettrici e industriali, dispositivi elettronici, motori elettrici e persino nell’industria aerospaziale.

Sarebbe limitativo ridurre il caso studio legato a Blubrake come un semplice esempio della professionalità di ShapeMode, perchè è molto di più: rappresenta, infatti, una prova di come ormai le soluzioni di stampa 3D siano arrivate a un livello di maturità tale da poter supportare un’azienda sin dalle fasi iniziali – e non solo come supporto per un modello di business collaudato.

Autore Matteo Maggioni

Laureato in Scienze Giuridiche presso l’Università degli Studi di Milano, nel corso degli anni Matteo si è specializzato nel mercato delle New Technologies, concentrandosi particolarmente sul mercato della stampa 3D e sulle sue possibili applicazioni nel mondo dell'Industria 4.0.

Da non perdere

UrbanAlps presenta Stealth Key: la chiave invisibile stampata in 3D per massima sicurezza

Quando pensiamo a delle chiavi immaginiamo semplici lastre di metallo con svariati fori e forme, …