Selle bici stampate in 3D, una novità per i consumatori AM

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Uno dei grandi sviluppi dello scorso anno nel mercato della stampa 3D di consumo è stata l’introduzione di selle per bici di livello professionale, prodotte utilizzando la tecnologia Digital Light Synthesis (DLS) di Carbon. Nel giro di un paio di settimane alla fine dell’estate scorsa, Carbon ha rivelato due partnership con aziende ciclistiche affermate: Specialized e Fizik. Daremo un’occhiata più da vicino a ciò che la nuova tendenza significa per l’adozione di additivi nel mondo del ciclismo.

Selle svelate

Per ricapitolare, alla fine di agosto 2019, Carbon con sede nella Silicon Valley ha annunciato di aver collaborato con il produttore di biciclette americano Specialized per sviluppare una sella per bici stampata in 3D con comfort, prestazioni e protezione superiori. La sella, denominata S-Works Power Saddle, è realizzata con la “tecnologia a specchio”, che consiste effettivamente in una combinazione di stampa 3D di Carbon, materiali e una struttura reticolare complessa progettata per assorbire l’impatto e migliorare la stabilità.

Selle S-Works Power specializzate e in carbonio.

Circa una settimana dopo, Carbon ha rivelato una seconda partnership con la società ciclistica italiana Fizik e ha introdotto la gamma di selle Adaptive sviluppata congiuntamente. Questa sella per bici è inoltre realizzata utilizzando la tecnologia DLS Carbon e il materiale EPU 41 ed è progettata per offrire ai ciclisti un trasferimento di potenza, assorbimento degli urti e un’imbottitura superiori. Si dice che la sella adattiva superi molte sfide associate all’uso di materiali in schiuma per le selle e verrà infine offerta come prodotto personalizzato.

Entrambe le selle per bicicletta, sebbene diverse per stile e forma, si ispirano all’idea che un reticolo stampato in 3D flessibile con una struttura sintonizzabile può migliorare su materiali in schiuma esistenti che, se imbottiti, offrono pochi altri vantaggi in termini di prestazioni.

Reticolo stampato 3D di Fizik e Carbon.

Questo concetto ha preso forma in altri modi: i materiali intelligenti stampati in 3D vengono ora esplorati come alternative più efficaci alla schiuma nei caschi e nelle calzature . In entrambi i casi, i reticoli possono essere progettati per offrire una resistenza agli urti superiore dove è maggiormente necessario, pur essendo più traspiranti e confortevoli.

Il comfort è la chiave

Come nelle calzature e nei caschi, il comfort nel ciclismo è importante, ma la maggior parte dei ciclisti ti dirà che c’è un ampio margine di miglioramento. La maggior parte delle selle deve ancora trovare l’equilibrio ideale tra comfort, prestazioni e stabilità. Ancora peggio, una cattiva sella può avere ripercussioni molto reali, come dolore ai nervi, intorpidimento e problemi urinari.

Nel caso della sella S-Works di Specialized, una combinazione di stampa 3D, design intelligente e mappatura della pressione ha contribuito a migliorare la sella su tutti i fronti. Il reticolo stampato in 3D, informato dai dati della mappatura della pressione, consente un rapido rimbalzo che viene paragonato alla sospensione per le ossa del sedile del ciclista. Il reticolo è stato progettato anche per la traspirazione per migliorare il comfort ed è molto leggero (solo 189 grammi), il che può portare a miglioramenti delle prestazioni.

Sella adattiva Fizik e Carbon con stampa 3D.

Guardando la sella Adaptive di Fizik, vengono utilizzate molte delle stesse tattiche: stampa 3D, geometrie reticolari e dati di mappatura della pressione si uniscono per creare una sella aerodinamica che ha un’ammortizzazione zonale progettata per il trasferimento e il supporto di potenza. fizik prevede inoltre di raccogliere dati di mappatura della pressione dai singoli clienti per produrre eventualmente selle personalizzate stampate in 3D nel prossimo futuro.

Cosa pensano i ciclisti?

Da quello che abbiamo letto su prove e recensioni delle selle per bici stampate in 3D, le prestazioni non sono davvero in discussione. In molti casi, i ciclisti hanno riportato una pedalata più confortevole in cui si sono persino dimenticati del sedile. In una recensione della sella S-Works Power, il ciclista Dave Everett ha notato che la morbidezza della sella è stata una sorpresa rispetto alle selle convenzionali, ma piacevole.

Sella S-Works Power Specialized e Carbon.

Il principale punto critico, in questa fase, sembra essere il costo. Con un prezzo ben al di sopra della maggior parte delle selle per bici standard (circa 500 dollari), la domanda sembra essere se il costo più elevato della sella corrisponda all’aumento delle prestazioni e del comfort. Per i ciclisti dilettanti, la risposta potrebbe essere no, ma per i ciclisti d’élite, potrebbe essere vero il contrario.

Una recente recensione della sella adattiva fizik con stampa 3D di Philipp Schwabb afferma che il comfort della sella è stato immediatamente evidente e che ha fornito “un ottimo smorzamento interno” anche su lunghe passeggiate. La critica principale alla sella fizik stampata in 3D è stata che ha raccolto pioggia e fango in caso di maltempo ed è stato più difficile da pulire rispetto a una sella tradizionale a causa della sua struttura reticolare.

La serie di selle adattive di Fizik.

Nel complesso, sembra che Carbon e i suoi partner ciclistici siano davvero interessati a questo: i ciclisti sono costantemente alla ricerca di modi per migliorare la loro guida e prestazioni, e la stampa 3D sembra, in molti modi, una soluzione praticabile. Manubri stampati in 3D e altri componenti della bici sono già stati pubblicizzati da atleti professionisti, anche quelli che competono a livello olimpico, per via della loro leggerezza e personalizzazione. Le selle stampate in 3D potrebbero essere la prossima frontiera del ciclismo professionale o d’élite, dove anche il minimo vantaggio competitivo è cruciale.

Dal momento che le prime selle per bici stampate in 3D verranno immesse sul mercato, sarà interessante vedere con che frequenza verrà adottata l’attrezzatura. La sella adattiva Antares Versus Evo 00 di fizik è già disponibile su ordinazione a partire da 390 euro. La sella stampata in 3D di Specialized è attualmente in fase di test da parte di diverse aziende partner di ciclismo e dovrebbe essere disponibile quest’anno.

Autore Andrea Gambini

Mi piace leggere e scrivere da sempre. Ho iniziato a lavorare in redazione come giornalista sportivo nel 2008, poi la passione per il giornalismo e per il mondo della comunicazione in generale, mi ha permesso di ampliare notevolmente i miei interessi, arrivando negli anni a collaborare con le più svariate testate giornalistiche online. Mi sono poi avvicinato alla stampa 3D, colpito dalle grandissime potenzialità di questa nuova tecnologia, che giorno dopo giorno mi hanno spinto a informarmi sempre più su quella che considero una vera rivoluzione che si farà presto sentire in tantissimi campi della nostra vita quotidiana.

Da non perdere

Un nuovo e promettente approccio alla stereolitografia SiC commercialmente praticabile

La manifattura additiva di ceramiche non ossidate come il carburo di silicio è molto meno …