Arte & Design

Salventius crea sculture disegnate a mano utilizzando la realtà virtuale e la stampa 3D

L'artista olandese sfrutta la produzione digitale per catturare le imperfezioni dei suoi progetti di sedie organici e attuali

0 Condivisioni

La tecnologia sta diventando sempre più uno strumento fortemente sfruttato per molti artisti in tutto il mondo. Uno di questi artisti che sfrutta davvero la stampa 3D come tela per sculture disegnate a mano è Niels Salventius, o semplicemente “Salventius”, un artista olandese comunemente noto per i suoi ritratti, che sono stati recentemente al centro di un collezione in collaborazione con il marchio di abbigliamento globale Zara.

Qualche settimana fa, Salventius stava attirando l’attenzione online per i video che aveva pubblicato mostrando il processo di utilizzo del suo Oculus Quest per scolpire virtualmente una collezione di sedie basate sui suoi caratteristici disegni al tratto. Mentre lo osservavo delineare la forma di una sedia con il suo controller portatile e vedevo la forma astratta formarsi in tempo reale, era chiaro che la stampa 3D era l’unico modo per materializzare con precisione questi oggetti. Qualche minuto in più di scorrimento delle sue pagine ha dimostrato che era già di quel pensiero e aveva già stampato in 3D più prototipi.

L’arte digitale esiste e ha dimostrato di avere valore, ma non è ancora possibile coinvolgerla pienamente. Considerando questo, Salventius si è chiesto come avrebbe potuto tenere le sue opere digitali e se fossero altrettanto belle nella realtà, a cui la risposta è la stampa 3D e la produzione digitale in generale – attualmente il modo più adatto per trasformare i progetti digitali in opere d’arte scultoree.

“Le possibilità con la tecnologia sono infinite”, ha detto Salventius durante la nostra intervista, riferendosi a come, grazie alla realtà virtuale, è in grado di trasformare una piccola stanza di ritratti in una gigantesca cattedrale e viceversa. “L’attrattiva principale della realtà virtuale, in combinazione con la stampa 3D, è che posso realizzare sculture disegnate a mano. Non penso che ci sia nessun’altra tecnica che consenta questo”.

Salventius crea sculture disegnate a mano utilizzando la realtà virtuale e la stampa 3D, catturando le imperfezioni dei suoi progetti di sedie organici e attuali.Una sfida comune che gli artisti affrontano quando spingono i confini di ciò che esiste attualmente, e ciò che deve ancora esistere, è che molti produttori diranno che, se il lavoro è troppo astratto, non è possibile crearlo. Nel caso di Salventius non è stato diverso. Ci ha detto che molti fornitori di servizi di stampa 3D in tutta Europa non sono stati in grado di stampare il suo progetto, ma che Shapeways a Eindhoven, utilizzando la tecnologia SLA, non ha avuto problemi a stampare quelli più piccoli. Dopo aver chiesto ai suoi follower su Instagram di aiutarlo a stampare le sedie a grandezza naturale, Francesco Ciriello di ArchiMED, un fornitore italiano di servizi di fabbricazione digitale, è stato colui che le ha portate in vita.

Un elemento interessante della stampa 3D, apprezzato quasi solo nel mondo dell’arte, è che la tecnologia crea in modo così accurato gli “errori” nel design. Ad esempio, quando Salventius crea le sue sedie, lo fa al momento, e in un unico movimento, senza ritocchi, lasciando molte opportunità che le cose vadano “storte”. “Adoro le cazzate”, ha detto, sottolineando che lascia anche le striature (o ‘segni di impronte digitali’) sui pezzi finali, il che accentua il processo di produzione. Questo approccio cattura la natura organica, fluida e attuale delle sedie, i cui disegni vengono poi prodotti quasi perfettamente in 3D, nel bene e nel male.

Per ulteriori casi di studio di artisti che utilizzano la stampa 3D per elevare la loro pratica, guarda come Atang Tshikare ha creato una scultura a parete lunga 3 metri e composta da oltre 1.000 pezzi utilizzando stampanti 3D desktop e come Agnès Geoffray ha collaborato con AddUp e FRAC Auvergne e per forgiare sculture in pizzo provenienti da modelli del XIX e XX secolo utilizzando polvere di acciaio fusa al laser.

0 Condivisioni
Tags
Research 2024
Polymer AM Market 2023

899 polymer AM companies individually surveyed and studied. Core polymer AM market generated over $5.5 bill...

Articoli Correlati

Back to top button

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online e per la personalizzazione degli annunci, per informazioni visita la pagina privacy e termini di Google.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Per utilizzare questo sito Web utilizziamo i seguenti cookie tecnicamente necessari
  • PHPSESSID
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!