Roboze lancia la nuova Argo 350 a Formnext

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Al Formnext 2019 di Francoforte, il portfolio dell’offerta ROBOZE si amplierà con una nuova stampante della linea Production, con piano di stampa pari a 350X300X300mm: la Argo 350. Il sistema presenta una camera calda controllata, in grado di raggiungere temperature di 180 °C in poco più di 1 ora, permette alla Argo 350 di ridurre lo shock termico che subisce il materiale appena estruso e gli permette di raffreddarsi più lentamente, smorzando le forze di ritiro e le tensioni residue indotte dal trattamento termico subito.

L’HVP Extruder, progettato per raggiungere i 450 °C per l’estrusione di materiali compositi e super polimeri ad alta temperatura, in Argo 350 presenta un sistema a doppio ingranaggio per dissipare meglio il calore, ridurre fenomeni di usura, aumentare la forza di tiro del filamento e ottimizzare la pressione agente sul filamento. L’innovazione del doppio ingranaggio è stato inserito anche nei sistemi Xtreme e nella ARGO 500, visti gli ottimi risultati dimostrati.

ARGO 350Come per ARGO 500, il Beltless System ha una precisione di posizionamento pari a 10 micron e garantisce la ripetibilità di movimento nel tempo. Il piano di stampa di Argo 350 presenta un sistema di livellamento automatico che, oltre ad eliminare interventi esterni, aumenta la ripetibilità delle parti anche se prodotte in cicli e momenti diversi: una operazione simile garantisce meno warping ed un primo layer perfetto e in tolleranza. L’introduzione di un sistema a doppio estrusore permette inoltre di stampare parti più complesse grazie all’uso del materiale di supporto solubile disponibile sui sistemi Production.

“Siamo orgogliosi di portare innovazione costante nel mercato della tecnologia di stampa 3D , grazie agli sforzi in ricerca e sviluppo del nostro team di ingegneri e ai nostri partner nel mondo”, afferma Alessio Lorusso, CEO & Founder di ROBOZE. “La nostra presenza al Formnext di Francoforte ci darà la possibilità di far conoscere il meglio delle nuove soluzioni di stampa 3D al mercato manifatturiero globale. Argo 350, in aggiunta all’EXTEM AMHH811F e ai super polimeri di SOLVAY, disponibili in esclusiva sui sistemi Production ROBOZE, rispondono a pieno alle esigenze di tutte quelle realtà imprenditoriali desiderose di potenziare la propria produttività con super polimeri ad alte temperature e materiali compositi per la produzione di parti finite con le massime precisioni.”

Un mondo materiale

Questa edizione ha infatti visto ROBOZE molto attiva anche dal punto di vista delle partnership nel campo dell’ingegneria dei materiali. Poche settimane fa, infatti, l’azienda ha annunciato l’introduzione di un nuovo materiale disponibile in esclusiva mondiale: SABIC EXTEM AMHH811F Filament, poliimmide termoplastica basata sulla resina EXTEM di SABIC. Un nuovo accordo è poi stato siglato la scorsa settimana tra ROBOZE  e SOLVAY per offrire la compatibilità ai materiali KetaSpire PEEK SOLVAY powered by ROBOZE e KetaSpire Carbon PEEK SOLVAY powered by ROBOZE , disponibili da oggi in esclusiva sulle soluzioni  ARGO di ROBOZE. Le stampanti 3D ROBOZE della serie Production, saranno la piattaforma standard per la produzione di componenti con gli ultra-polimeri Solvay, riconosciute ad oggi in tutto il mondo come il livello più tecnologicamente più elevato per la produzione additiva con sistema FFF di parti finite con polimeri ad alte temperature e materiali compositi.

Queste innovazioni da parte del team R&S ROBOZE si aggiungono alla recente introduzione dell’Heat Treatment Process, sistema sviluppato per la gestione dell’intero processo produttivo – dalle operazioni pre-stampa a quelle di post-processing – sulle stampanti non dotate di camera calda come la serie Desktop (Roboze One e Roboze One+400) e la serie Desktop/Production (Roboze One Xtreme e Roboze One+400 Xtreme). Un approccio focalizzato sulla gestione dell’intero processo produttivo di materiali compositi e super polimeri ad alta temperatura in modo da garantire enormi vantaggi in termini di costi e tempi di lavorazione per le aziende che utilizzano le soluzioni ROBOZE.

Autore Davide Sher

Sono un giornalista professionista iscritto all'ODG dal 2002 e mi sono sempre occupato di comunicazione trade. Per 10 anni ho redatto una testata dedicata al mercato dei videogiochi e successivamente ho partecipato alla creazione del primo iPad magazine dedicato all'elettronica di consumo. Dal 2012, mi occupo esclusivamente di stampa 3D/manifattura additiva, che vedo come la più affascinante e reale delle tecnologie oggi agli albori ma che plasmeranno il nostro futuro. Ho fondato Replicatore.it nel 2013 e ho scritto come blogger per diversi siti internazionali. Nel 2016 ho fondato la mia società 3dpbm (www.3dpbm.com), con base a Londra, che offre servizi di supporto alle aziende che vogliono comunicare, sia in Italia che nel mondo, i loro prodotti legati alla manifattura additiva. Oggi pubblichiamo diverse testate internazionali tra cui 3D Printing Media Network (il nostro sito editoriale internazionale), 3D Printing Business Directory (la più grande directory al mondo di aziende legate alla stampa 3D), Replicatore.it, Replicador.es e 3D Printing Media Network Chinese Version. Inoltre sono Senior Analyst di SmarTech Analysis, una delle più importanti realtà al mondo attive nella rilevazione di dati e previsioni di mercato relative ai vari segmenti verticali dell'industria della manifattura additiva.

Da non perdere

Lumi³ (LumiCube) raggiunge un nuovo livello di qualità

Lumi Industries è tornata con una stampante 3D desktop professionale a resina LCD: Lumi³ (LumiCube) …