Stampanti 3D da tavolo

Ricercatori mettono in guardia dagli effetti sulla salute della stampa 3D da tavolo

Studi della Dublin City University hanno scoperto che i sistemi possono rilasciare nell’aria emissioni potenzialmente dannose per la salute umana

0 Condivisioni

Le linee guida sanitarie spesso arrivano in ritardo quando si tratta dell’uso di nuove tecnologie, soprattutto quando queste tecnologie sono entusiasmanti e facilmente accessibili per il grande pubblico. La stampa 3D desktop domestica, con milioni di sistemi già venduti in tutto il mondo, non è un’eccezione. Secondo un articolo pubblicato sull’Irish Independent, i ricercatori della Dublin City University hanno scoperto che i sistemi possono rilasciare nell’aria emissioni che potrebbero essere dannose per la salute umana. I ricercatori hanno esortato le persone ad adottare misure aggiuntive quando si utilizzano le stampanti 3D a casa per combattere l’impatto delle emissioni che possono persistere nei polmoni.

“Eravamo interessati all’inquinamento dell’aria interna e al tipo di emissioni rilasciate nell’aria che respiriamo. Viviamo il 90% della nostra vita in ambienti chiusi”, ha affermato la dott.ssa Aoife Morrin, della Dublin City University, che ha lavorato alla ricerca con la dott.ssa Melissa Finnegan e Colleen Lee Thach dell’Insight Center for Data Analytics. “Abbiamo deciso di esaminare la quantità di emissioni che i dispositivi di consumo come le stampanti 3D stavano rilasciando nell’ambiente domestico. Molti di questi dispositivi vengono collocati in casa e sono regali di Natale e di compleanno per i più giovani che hanno pochissima consapevolezza delle implicazioni sulla salute e sulla sicurezza di questo tipo di tecnologie”.

Il team ha esaminato sia il particolato che i gas emessi dal dispositivo. “I particolati sono essenzialmente pezzi di plastica molto, molto piccoli che vengono prodotti dalla stampante durante la stampa ed emessi nell’aria interna”, ha affermato il dottor Morrin. “Questi particolati sono molto fini, piccoli e quando li inaliamo nel naso, persistono nei nostri polmoni. Più piccole sono queste particelle, più entrano in profondità nei nostri polmoni e possono essere molto dannose per la salute. Abbiamo anche esaminato che tipo di gas vengono emessi dal processo di stampa 3D perché, ancora una volta, i gas vengono inalati nel corpo e alcuni di essi possono essere potenzialmente cancerogeni, per esempio”.

I risultati si applicano a tutte le stampanti 3D “che si tratti di una stampante di fascia alta che produce dispositivi medici o di una stampante domestica che realizza decorazioni natalizie”. Sebbene alcuni sistemi industriali siano ermetici e soggetti a un controllo delle particelle più rigoroso – a causa delle normative in materia di salute e sicurezza – le stampanti 3D desktop non lo sono. “In un contesto industriale, ci saranno recinzioni, ventilatori nella stanza e le emissioni saranno monitorate”, ha affermato il dottor Morrin. “Quando le portiamo a casa, queste stampanti costano circa 200 euro, e vengono fornite senza alcuna custodia o ventilazione e vengono generalmente utilizzate in ambienti meno ventilati. La cosa migliore che hai è una finestra che può essere aperta o meno”.

I ricercatori hanno affermato che “non stanno cercando di allontanare le persone dalla stampa 3D”, ma che la consapevolezza è fondamentale poiché le persone utilizzano questa stessa tecnologia in due ambienti molto diversi. Misure come l’apertura delle finestre o l’uso di una maschera adeguata (non quelle tipiche blu utilizzate durante la pandemia) possono fornire una qualche forma di protezione contro le emissioni delle stampanti 3D in casa.

0 Condivisioni
Tags
Research 2024
Polymer AM Market 2023

899 polymer AM companies individually surveyed and studied. Core polymer AM market generated over $5.5 bill...

Andrea Gambini

Mi piace leggere e scrivere da sempre. Ho iniziato a lavorare in redazione come giornalista sportivo nel 2008, poi la passione per il giornalismo e per il mondo della comunicazione in generale, mi ha permesso di ampliare notevolmente i miei interessi, arrivando negli anni a collaborare con le più svariate testate giornalistiche online. Mi sono poi avvicinato alla stampa 3D, colpito dalle grandissime potenzialità di questa nuova tecnologia, che giorno dopo giorno mi hanno spinto a informarmi sempre più su quella che considero una vera rivoluzione che si farà presto sentire in tantissimi campi della nostra vita quotidiana.
Back to top button

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online e per la personalizzazione degli annunci, per informazioni visita la pagina privacy e termini di Google.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Per utilizzare questo sito Web utilizziamo i seguenti cookie tecnicamente necessari
  • PHPSESSID
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!