MedicinaRicerca

Ricercatori hanno stampato in 3D modelli di organi iperrealistici

I ricercatori della Nottingham Trent University hanno creato modelli di cuore e polmoni che possono battere, sanguinare e respirare come organi reali per aiutare i chirurghi ad addestrarsi

0 Condivisioni

Secondo Guernsey Press, i ricercatori della Nottingham Trent University (NTU) hanno creato modelli iperrealistici di cuori e polmoni malati – che possono battere, sanguinare e respirare come gli organi reali – per aiutare ad addestrare i chirurghi a eseguire trapianti.

Il team, guidato dal ricercatore senior Richard Arm, ha creato gli organi finti stampati in 3D con gel di silicone, tessuti e fibre diverse. I modelli, che possono essere riparati e riutilizzati, sono dotati di vasi sanguigni che sanguinano per simulare l’esperienza reale di bloccarli per arrestare qualsiasi flusso sanguigno.

I medici che eseguono un intervento chirurgico simulato possono eseguire incisioni e rimuovere l’organo malato prima di suturare un nuovo cuore con veri strumenti chirurgici. Per creare i modelli, il team ha utilizzato scansioni cardiache di un paziente con malattie cardiache e di un donatore sano.

“Questa tecnologia può simulare il sanguinamento come un cuore normale per fornire l’esperienza reale e la visibilità limitata che i chirurghi devono affrontare sul tavolo operatorio”, ha affermato Richard Arm. “Il modello è progettato per essere conveniente, riutilizzabile e portatile, per massimizzare l’accesso alla tecnologia, consentendo maggiori opportunità di formazione senza rischi per i chirurghi dei trapianti in tutto il Paese”.

I ricercatori della NTU hanno creato modelli di cuore e polmoni che possono battere, sanguinare e respirare come organi reali
Una finta operazione di trapianto di cuore, eseguita interamente utilizzando modelli, che è stata eseguita come parte del progetto di ricerca. Crediti: Nottingham Trent University/PA.

I chirurghi potranno anche esercitarsi a praticare incisioni attraverso il pericardio – una sacca sottile che circonda il cuore – e i vasi sanguigni che collegano il cuore ai polmoni e al resto del corpo. Secondo Richard, le versioni precedenti dei modelli di organi vengono utilizzate dagli ospedali militari e civili britannici per migliorare la formazione sul trattamento dei traumi di emergenza.

“Anche se abbiamo già realizzato altri organi ‘falsi’ in precedenza, questo è il nostro organo più avanzato e rappresenta il primo esempio della prossima generazione di organi sintetici in cui i dettagli interni realistici includono in modo cruciale tutti i vasi sanguigni nascosti e le valvole cardiache importanti”, ha affermato Richard. “Semplicemente non c’è niente di simile al mondo in questo momento, quindi stiamo attualmente lavorando a fianco di chirurghi britannici e rivenditori globali per testare questa prossima generazione di modelli medici. Altri esempi in cui la nostra ricerca sta avendo un impatto sono i reparti di protesi maxillofacciali in tutto il Regno Unito che utilizzano i nostri modelli di pelle più avanzati per aiutare a formare i chirurghi plastici nelle tecniche di sutura avanzate. Produciamo anche i modelli dentali più avanzati al mondo che vengono utilizzati dagli studenti di odontoiatria britannici per addestrare come sondare le gengive in modo sicuro”.

Il progetto è finanziato dalla Freeman Heart and Lung Transplant Association (FHLTA). “La FHLTA è orgogliosa di contribuire a finanziare questo progetto mentre guardiamo al futuro dei trapianti. Sappiamo che questa ricerca innovativa aiuterà a migliorare le tecniche chirurgiche per il trapianto di organi”, ha affermato Adele Lambert, presidente della FHLTA.

Per ulteriori informazioni sull’impatto della tecnologia di stampa 3D sul mondo medico, consulta il recente ebook incentrato sulla medicina di VoxelMatters.

 

 

0 Condivisioni
Tags
Research 2024
Composites AM 2024

This new market study from VoxelMatters provides an in-depth analysis and forecast of the three core segmen...

Andrea Gambini

Mi piace leggere e scrivere da sempre. Ho iniziato a lavorare in redazione come giornalista sportivo nel 2008, poi la passione per il giornalismo e per il mondo della comunicazione in generale, mi ha permesso di ampliare notevolmente i miei interessi, arrivando negli anni a collaborare con le più svariate testate giornalistiche online. Mi sono poi avvicinato alla stampa 3D, colpito dalle grandissime potenzialità di questa nuova tecnologia, che giorno dopo giorno mi hanno spinto a informarmi sempre più su quella che considero una vera rivoluzione che si farà presto sentire in tantissimi campi della nostra vita quotidiana.

Articoli Correlati

Back to top button

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online e per la personalizzazione degli annunci, per informazioni visita la pagina privacy e termini di Google.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Per utilizzare questo sito Web utilizziamo i seguenti cookie tecnicamente necessari
  • PHPSESSID
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!