Stampa 3D per l'emergenza COVID-19

Rapid Manufacturing AG sviluppa un dispositivo di rimozione dei guanti stampato in 3D per la protezione COVID-19

Il service svizzero di stampa 3D Rapid Manufacturing AG, insieme all’agenzia creativa svizzera Atoll e Pragma Engineering con sede a Zurigo, ha sviluppato una soluzione semplice per affrontare uno dei problemi sorti durante la pandemia di Covid-19: un dispositivo stampato in 3D per la rimozione dei guanti monouso. Si tratta di qualcosa con cui molti di noi hanno acquisito familiarità durante la crisi sanitaria: i dispositivi di protezione individuale sono diventati infatti parte della nostra vita quotidiana nell’affrontare il rischio di contagio.

Non solo medici e operatori sanitari: ora anche il personale di ristoranti, dipendenti delle industrie alimentari e cosmetiche e anche le persone nella vita di tutti i gironi, devono indossare una varietà di DPI. Insieme alle maschere e agli scudi facciali i guanti monouso ne sono una parte importante, tuttavia esiste ancora il rischio di contaminazione, soprattutto quando si vanno a togliere.

La soluzione presentata da Rapid Manufacturing AG è stata resa disponibile come file CAD o STL da scaricare gratuitamente (disponibile qui). In alternativa, una versione SLS stampata in 3D può essere acquistata da chi non ha accesso alle risorse della stampa 3D.

Per rimuovere un guanto, il polso della mano deve essere posizionato contro la linguetta rivolta verso il basso del prodotto. Lì, la linguetta del dispositivo di rimozione deve essere inserita nel guanto tra il palmo della mano e il bracciale. Se le mani vengono tirate verso l’alto, i guanti cadranno. Il dispositivo di rimozione dei guanti può essere appeso a una parete o su una barra di servizio – orizzontalmente o verticalmente. Il concetto è costituito da tre elementi modulari che possono essere utilizzati per appendere e visualizzare il prodotto.

Rapid Manufacturing AG ha prodotto numerosi prototipi nel suo processo di sinterizzazione laser ad alta precisione su sistemi EOS, sono stati limati i dettagli e il risultato finale è stato un oggetto di design infrangibile in un poliammide disinfettante approvato. Un’altra “arma” nella lotta globale contro il Coronavirus.

Tags
Research 2020
Composites AM Market Opportunities

This 170-page study from 3dpbm Research provides an in-depth analysis of each major sub-segment in composites...

Davide Sher

Sono un giornalista professionista iscritto all'ODG dal 2002 e mi sono sempre occupato di comunicazione trade. Per 10 anni ho redatto una testata dedicata al mercato dei videogiochi e successivamente ho partecipato alla creazione del primo iPad magazine dedicato all'elettronica di consumo. Dal 2012, mi occupo esclusivamente di stampa 3D/manifattura additiva, che vedo come la più affascinante e reale delle tecnologie oggi agli albori ma che plasmeranno il nostro futuro. Ho fondato Replicatore.it nel 2013 e ho scritto come blogger per diversi siti internazionali. Nel 2016 ho fondato la mia società 3dpbm (www.3dpbm.com), con base a Londra, che offre servizi di supporto alle aziende che vogliono comunicare, sia in Italia che nel mondo, i loro prodotti legati alla manifattura additiva. Oggi pubblichiamo diverse testate internazionali tra cui 3D Printing Media Network (il nostro sito editoriale internazionale), 3D Printing Business Directory (la più grande directory al mondo di aziende legate alla stampa 3D), Replicatore.it, Replicador.es e 3D Printing Media Network Chinese Version. Inoltre sono Senior Analyst di SmarTech Analysis, una delle più importanti realtà al mondo attive nella rilevazione di dati e previsioni di mercato relative ai vari segmenti verticali dell'industria della manifattura additiva.

Articoli Correlati

Back to top button
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!