Blog dell'industria

Quanto costa una stampante 3D?

Quali sono le variabili che determinano il prezzo di una stampante 3D? Come scegliere la stampante 3d professionale adatta? Ne parliamo in questo articolo.

Tutte le stampanti 3D stampanti 3D lavorano in produzione additiva, ovvero costruiscono l’oggetto aggiungendo materiale durante il processo di stampa 3D.

Le stampanti 3d professionali disponibili oggi sul mercato si differenziano tra loro principalmente in base alla tecnologia di stampa impiegata, alla dimensione massima di stampa, alla gamma di materiali utilizzabili, alla qualità della finitura superficiale. Questi fattori influenzano il prezzo della stampante 3D – come è facile intuire – e devono essere considerati assieme all’utilizzo a cui la stampante 3d è destinata (prototipazione o produzione di piccole serie) e alla quantità di pezzi che si vogliono stampare, ad esempio, in un anno.

Nell’ambito della produzione additiva, la tecnologia FDM è senz’altro la più diffusa. La gamma dei modelli disponibili di stampanti 3D FDM è molto vasta: ci sono le stampanti 3d semi-professionali o prosumer (come la stampante 3d Makerbot Replicator 2) che sono destinate alla stampa 3d di prototipi in piccole quantità, avvalendosi di un singolo materiale, e hanno un costo di partenza inferiore ai 2000 euro;  ci sono, poi, le macchine  professionali destinate alla produzione di elevate quantità di prototipi o di piccole serie di parti finite, che sono anche in grado di stampare con diversi materiali termoplastici, alcuni dei quali caratterizzati da proprietà di resistenza elevate, e hanno un costo che può superare i 300.000 euro per i modelli più evoluti.

Le stampanti 3D FDM possono stampare con materiale ABS, tra i più comuni assieme al PLA, disponibile su tutti i modelli di macchine. Le stampanti 3D FDM destinate ad applicazioni particolari o alla produzione 3D sono in grado di stampare anche con termoplastiche ingegneristiche, resistenti alle alte temperature, sterilizzabili, biocompatibili, in grado di dissipare l’energia statica, autoestinguenti, certificate per soddisfare le normative richieste, ad esempio, dal settore automotive o aerospace. Tra queste troviamo ASA, Ultem 9085, Ultem 1010, Policarbonato.

Per chi ha l’esigenza di realizzare pezzi stampati in 3D con un elevato realismo, destinati a rappresentare fedelmente quello che sarà l’oggetto finale – come è il caso, ad esempio, di chi opera nel settore dell’occhialeria – le stampanti 3D con tecnologia PolyJet di Stratasys rappresentano senz’altro la soluzione ideale. Queste stampanti 3D utilizzano  fotopolimeri che vengono solidificati grazie ad una sorgente di luce UV per ottenere una gamma di materiali vastissima, grazie alla possibilità di combinare fino a tre materiali base per ottenere i cosiddetti “materiali digitali” in grado di simulare la trasparenza del vetro, la morbidezza della gomma in vari gradi Shore A, oltre ad una gamma di colori molto estesa.

Le dimensioni massime di stampa possono arrivare fino a 914 x 610 x 914 mm del sistema di produzione 3D FDM Stratasys Fortus 900mc , e fino a 1000 x 800 x 500 mm nel sistema di produzione 3D PolyJet Stratasys Objet 1000.

Tags
Supporta la qualità
Aiutaci a portarti le informazioni che servono al tuo business

Davide Sher

Sono un giornalista professionista iscritto all'ODG dal 2002 e mi sono sempre occupato di comunicazione trade. Per 10 anni ho redatto una testata dedicata al mercato dei videogiochi e successivamente ho partecipato alla creazione del primo iPad magazine dedicato all'elettronica di consumo. Dal 2012, mi occupo esclusivamente di stampa 3D/manifattura additiva, che vedo come la più affascinante e reale delle tecnologie oggi agli albori ma che plasmeranno il nostro futuro. Ho fondato Replicatore.it nel 2013 e ho scritto come blogger per diversi siti internazionali. Nel 2016 ho fondato la mia società 3dpbm (www.3dpbm.com), con base a Londra, che offre servizi di supporto alle aziende che vogliono comunicare, sia in Italia che nel mondo, i loro prodotti legati alla manifattura additiva. Oggi pubblichiamo diverse testate internazionali tra cui 3D Printing Media Network (il nostro sito editoriale internazionale), 3D Printing Business Directory (la più grande directory al mondo di aziende legate alla stampa 3D), Replicatore.it, Replicador.es e 3D Printing Media Network Chinese Version. Inoltre sono Senior Analyst di SmarTech Analysis, una delle più importanti realtà al mondo attive nella rilevazione di dati e previsioni di mercato relative ai vari segmenti verticali dell'industria della manifattura additiva.

Articoli Correlati

Back to top button
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!