Supporta la qualità
Aiutaci a portarti le informazioni che servono al tuo business
Blog dell'industria

Quali sono i 10 elementi da considerare nel momento in cui si decide di comprare una stampante 3D?

I dieci elementi da considerare prima di comprare una stampante 3D: ecco la nostra guida all’acquisto.

Chi conosce poco l’argomento è bene che sappia prima di tutto che  la stampante 3D in realtà non è una stampante come si è abituati ad intendere per la stampa su carta: si tratta, piuttosto, di una macchina a controllo numerico, che condivide con le tradizionali stampanti solo le dimensioni compatte, che fanno sì che essa possa essere tenuta anche su un tavolo o su una scrivania.

Il primo aspetto da tenere in considerazione prima di comprare una stampante 3D è che non tutti i dispositivi sono uguali. Per esempio, per quel che riguarda la tecnologia di stampa utilizzata, vanno da quelle ad estrusione (le più diffuse) a quelle polimerizzanti.

Il materiale di stampa che si vuole utilizzare è senza dubbio un fattore importante che determina quale stampate 3d comprare. Se intendiamo produrre oggetti resistenti è bene affidarsi alle stampanti ad estrusione, basate sulla tecnologia FDM (Fused Deposition Modeling) che permettono di stampare in 3d con materiali plastici.

In più, anche il materiale di stampa influenza la qualità dell’oggetto stampato: insomma, si può anche scegliere la stampante 3D più efficiente del mondo, ma se si ha a che fare con dei materiali scadenti, il risultato non sarà mai ottimale.

Ci sono poi da valutare le caratteristiche specifiche del dispositivo: la precisione nel posizionare l’ugello di stampa, per esempio, così come la facilità nell’eseguire le operazioni di calibrazione.

Ancora, non si può non pensare allo scopo per cui si vuole comprare la stampante 3D: per creare degli oggetti personalizzati? per divertirsi? per inventare? per dare il via a una produzione di serie?

Un ulteriore elemento da considerare riguarda il posto migliore per portare a termine l’acquisto: sul web è possibile trovare numerose offerte che riguardano soprattutto le stampanti 3D economiche. Esistono però anche aziende e negozi specializzati che possono fornire la consulenza necessaria per aiutarvi a scegliere la stampante 3d giusta.

Molto importante è la dimensione dell’area di lavoro (larghezza x profondità x altezza), vale a dire quella che viene definita come build volume, che determina la dimensione massima dell’oggetto che può essere stampato in 3d. 

Chiaramente la valutazione tecnica non può prescindere dal budget di cui si dispone, visto che ci sono stampanti 3D da poche centinaia di euro, destinate all’uso domestico o hobbistico, e stampanti 3D più costose destinate ad un uso semi-professionale o professionale.

Inoltre, bisogna tenere conto della semplicità di utilizzo: alcune stampanti 3d sono dotate di un software che permette di stampare facilmente l’oggetto e altrettanto facilmente gestire la stampante, altre lasciano tutto all’abilità manuale e alla pazienza dell’utilizzatore.

Infine, non devono essere trascurati la garanzia e l’assistenza post-vendita, specialmente da coloro che non vogliono cavarsela do soli in caso di problemi: di solito le stampanti 3D comprate in kit di assemblaggio non ne sono dotate.

Articoli Correlati

Back to top button
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!