ItaliaMaterialiProduzione

Protolabs aggiunge il PA12 Glass Beads Grigio Smooth e due HP Jet Fusion 5600

Con l’investimento in queste macchine e l'introduzione del materiale per il processo Multi Jet Fusion, l'azienda getta le basi per il successo futuro.

0 Condivisioni

Protolabs, leader globale nella fabbricazione digitale, ieri ha reso nota l’ulteriore espansione delle sue capacità di fabbricazione additiva con due nuovi sistemi di stampa 3D HP Jet Fusion serie 5600 e l’introduzione di un nuovo materiale, il PA12 Glass Beads Grigio Smooth. Con la messa in funzione dei due nuovi sistemi di stampa 3D HP, l’azienda garantisce ai propri clienti la possibilità di ottenere i componenti e i prototipi desiderati in modo più flessibile e con una maggiore qualità e ripetibilità. Il nuovo materiale PA12 Glass Beads Grigio Smooth completa l’attuale portafoglio di prodotti e apre nuove aree di applicazione a svariate industrie e settori grazie alle proprietà del materiale e alle sue caratteristiche specifiche.

PA12 Glass Beads Grigio Smooth – il collegamento mancante tra stabilità e affidabilità

Con il nuovo PA12 Glass Beads Grigio Smooth, Protolabs amplia il proprio portafoglio dei materiali con un nuovo materiale plastico che offre notevoli vantaggi e flessibilità per un’ampia gamma di industrie e settori in termini di possibilità di produzione additiva. Con questa introduzione l’azienda dà la possibilità di produrre piccole serie e prototipi con un materiale che si caratterizza per l’elevata resistenza al calore e la stabilità dimensionale.

La poliammide con microsfere di vetro al 40%, prodotta mediante fusione a getto multiplo, si distingue per la sua maggiore resistenza termica rispetto alle poliammidi non caricate e per l’eccellente resistenza all’usura nel lungo periodo. Inoltre, grazie all’aggiunta di microsfere di vetro, il materiale ha una resistenza agli urti e alla trazione inferiore rispetto ad altri nylon, che ne impedisce la deformazione, anche a temperature più elevate. Di conseguenza, il materiale PA12 Glass Beads Grigio Smooth è particolarmente adatto per involucri e vani di controllo in ambienti ad alta generazione di calore, come i sistemi di raffreddamento dei motori. Inoltre, è caratterizzato da tolleranze di +/- 0,25 mm a 0,002 mm/mm.

“Soprattutto nell’industria automobilistica, ma naturalmente anche in molti altri settori, le aspettative nei confronti dei componenti sono estremamente elevate”, spiega Andrea Landoni, Product Manager 3DP EMEA di Protolabs. “Con il PA12 Glass Beads Grigio Smooth, stiamo creando ulteriori possibilità per questi settori. Noi di Protolabs ci consideriamo un partner in grado di offrire opportunità che inizialmente potrebbero non sembrare possibili e, di conseguenza, l’introduzione di questo nuovo materiale è un’importante aggiunta al nostro ampio portafoglio per trasformare le idee dei nostri partner in realtà”, continua Landoni.

Protolabs ha reso nota l'espansione delle sue capacità AM con due sistemi HP Jet Fusion serie 5600 e l'introduzione di un nuovo material

Le soluzioni di stampa 3D della serie HP Jet Fusion 5600: un passo avanti

Oltre all’introduzione del materiale PA12 Glass Beads Grigio Smooth per il processo MJF, Protolabs ha annunciato anche l’avviamento di due nuovi sistemi di stampa 3D HP Jet Fusion serie 5600. Questo sottolinea il ruolo pionieristico dell’azienda nel mondo della produzione additiva e la posiziona come una delle prime nella regione EMEA ad avere accesso alla tecnologia di stampa all’avanguardia di questi sistemi. “Per noi è sempre stata una priorità espandere continuamente il parco macchine del nostro Centro 3DP europeo, per mantenere il nostro ruolo di pionieri del settore”, spiega Andrea Landoni. “Questa acquisizione non è solo un segno che stiamo investendo nelle nostre capacità e sfruttando la nostra situazione economica favorevole per espandere ulteriormente la nostra capacità produttiva. Con questo investimento, sottolineiamo anche il nostro impegno a fornire ai nostri clienti il miglior supporto possibile attraverso una qualità straordinaria e prodotti eccellenti.”

I sistemi HP Jet Fusion serie 5600 sono caratterizzati da una produzione affidabile, efficiente e scalabile. Modalità di stampa, calibrazioni e componenti hardware ottimizzati consentono una maggiore riproducibilità di pezzi di alta qualità. Le stampanti HP di questa serie non solo garantiscono la produzione di prototipi accuratamente adattati, ma anche di componenti finali robusti. Inoltre, le stampanti offrono un monitoraggio avanzato dell’intero processo di stampa, con un conseguente straordinario aumento della qualità del prodotto finale. Infine, i prodotti così ottenuti hanno una superficie più omogenea e le linee di costruzione sono appena visibili.

“Per mantenere la nostra ricerca dell’eccellenza e della qualità, facendo strada al contempo ai cambiamenti innovativi nelle nostre vite, siamo entusiasti di fornire a Protolabs la tecnologia più all’avanguardia di stampa 3D di HP. Il fatto che noi forniamo la tecnologia necessaria a questo scopo non cambierà in futuro, così come non cambierà il fatto che i nostri clienti finali abbiano un partner al loro fianco in Protolabs che sa come combinare l’esperienza pratica e la competenza con questa tecnologia”, spiega Fabian Schuster, Application Engineer della divisione Personalizzazione e Stampa 3D di HP.

Per ottenere informazioni dettagliate sulle nuove soluzioni di stampa 3D Multi Jet Fusion (MJF), Protolabs e HP invitano tutti gli interessati a un webinar congiunto che si terrà il 14 maggio 2024 alle 14:00 CET, 13:00 BST. In questo webinar potrete conoscere meglio i vantaggi e le ultime applicazioni della stampa 3D MJF e ricevere le informazioni specifiche sui vantaggi e sulla produzione di parti con l’ultimo materiale P12 Glass Beads Grigio Smooth.

0 Condivisioni
Tags
Research 2024
Composites AM 2024

746 composites AM companies individually surveyed and studied. Core composites AM market generated over $78...

Andrea Gambini

Mi piace leggere e scrivere da sempre. Ho iniziato a lavorare in redazione come giornalista sportivo nel 2008, poi la passione per il giornalismo e per il mondo della comunicazione in generale, mi ha permesso di ampliare notevolmente i miei interessi, arrivando negli anni a collaborare con le più svariate testate giornalistiche online. Mi sono poi avvicinato alla stampa 3D, colpito dalle grandissime potenzialità di questa nuova tecnologia, che giorno dopo giorno mi hanno spinto a informarmi sempre più su quella che considero una vera rivoluzione che si farà presto sentire in tantissimi campi della nostra vita quotidiana.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online e per la personalizzazione degli annunci, per informazioni visita la pagina privacy e termini di Google.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Per utilizzare questo sito Web utilizziamo i seguenti cookie tecnicamente necessari
  • PHPSESSID
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!