Arte & DesignAutomotiveAziendeEdilizia & ArchitetturaIndustriaMarketingMedicinaNotizie - ultima oraProduzioneProfessionalPrototipazioneStampa 3D - ProcessiStampa 3D - ServiziStampanti 3D

Produzione con la stampa 3D: Selltek e Prototek passano dai “micron” ai “metri” con la 3DP Workbench

La produzione con la stampa 3D sta dimostrando di essere la componente più versatile nei processi di manifattura avanzata. In questo contesto la 3D Platform Workbench è la soluzione ideale per lavori professionali su larga scala a costi estremamente accessibili. Per Selltek, che distribuisce alcuni dei più sofisticati sistemi presenti sul mercato per la stampa 3D ad alta risoluzione, la 3DP Workbench è il complemento ideale alla sua line up di tecnologie targate 3D Systems.

Prodotta dalla società americana 3D Platform Unlimited, la stampante 3D Platform Workbench è l’evoluzione della 3DP1000, che stata una delle prime ad arrivare sul mercato offrendo grandi volumi per produzione in stampa 3D a un costo accessibile.

Dotata di un volume di stampa di 1 metro di larghezza per 1 metro di lunghezza per 50 centimetri di altezza, raggiunge una temperatura di estrusione di 295° C e può essere utilizzata per lavorare una vasta gamma di materiali diversi Implementando un processo di stampa 3D FFF (Fused Filament Fabrication) completamente aperto, la 3DP Workbench è compatibile con PLA, PETG, NinjaFlex, ABS, Nylon, T-Glase, HIPS, PVA e altri. Questo ha permesso all’azienda americana di collezionare una lunghissima storia di “use case” di successo in un molti settori differenti.

Opportunità extra-large

Per Selltek la 3DP Workbench rappresenta un’opportunità unica di allargare il proprio parco clienti e di offrire anche ai clienti attuali la possibilità di ampliare la gamma di servizi di stampa 3D offerti con un investimento comunque molto contenuto in rapporto al potenziale della macchina.

Il vantaggio di lavorare con i processi aperti FFF è naturalmente la grandissima scelta di materiali disponibili per produrre oggetti destinati all’utilizzo finale, come ad esempio l’ABS, il nylon o il PETG. Alcune di queste applicazione includono la possibilità di produrre protesi e, grazie alla grandezza del volume di stampa, anche serie di decine di oggetti oppure oggetti di design completi, come sedie o altri oggetti d’arredo.

Eppure questo è solo l’inizio. Il costo estremamente contenuto dei materiali rende la 3DP Workbench idonea anche per la produzione di oggetti creativi destinati alle attività di visual marketing. Questo è possibile anche perché sono disponibili due nozzle “extra large” da 6 e da 8 mm. Per esempio, in sole 98 ore macchina (168 con il nozzle da 6 mm) è possibile creare copie di persone in scala 1:1! Una gigantesca anguria, invece, ha richiesto 89 ore di stampa e un costo complessivo di $157 dollari di materiale.

Produzione con la stampa 3D, di qualità e a costi accessibili

Chiaramente si tratta di oggetti in cui la risoluzione non è fondamentale ma anche per questo la 3DP Workbench apre un business complementare nuovo rispetto ai sistemi top di gamma targati 3D Systems che fanno parte del core business di Selltek da ben oltre un decennio. Ciò non significa che i componenti non siano della massima qualità. Dalla Servo Technology di SurePrint per migliorare la qualità di stampa ai rail della serie SIMO. Oppure le viti e i bulloni Constant Force di PCB Linear per ridurre ulteriormente le vibrazioni. Il piano di stampa è in vetro borosilicato e il sistema di controllo dell’apparato estrusore è addirittura ispirato al traction control delle auto.

Infatti la 3DP Workbench può essere usata anche per realizzare prototipi funzionali su larga scala. Alcuni di questi includono cerchi d’auto e interi componenti del blocco motore, sempre a grandezza naturale. Mentre un blocco motore quasi completo (dimensioni X: 673  Y: 546  Z: 406) può arrivare a costare circa 900 euro di materiale (comunque una frazione minima rispetto alle resine liquide), il cerchione intero non supera i 100 euro. Per altro il costo è contenuto anche grazie alla possibilità di utilizzare qualsiasi software di slicing open source, da Repetier Host a Slic3r a Simlify3D presente sul mercato.

Insomma, se la produzione di oggetti funzionali o destinati all’utilizzo finale (in fabbrica come in casa) è una delle richieste da soddisfare, la 3DP Workbench può essere la soluzione ideale, offrendo una scelta di materiali molto più vasta di qualsiasi altra tecnologia di livello professionale (FDM o SLS) con costi che, rapportati alle dimensioni, vengono ridotti fino al 90% tra materiali e minori consumi energetici. Anche se, quando c’è da tagliare costi e aumentare le possibilità di business siamo tutti molto seri. Per maggiori informazioni la brochure ufficiale è disponibile cliccando qui.

SCHEDA TECNICA

Tecnologia di stampa 3D

FDM / FFF (Fused Filament Fabrication)

Volume di costruzione netto (xyz)

1000 x 1000 x 500 mm

Risoluzione massima layer

70 microns (0.0027″)

Materiali stampabili

PLA, PETG, NinjaFlex, ABS, Nylon, T-Glase, HIPS, PVA e altri

Diametro del filamento

3mm

Estrusore

0,6 mm o 0,8 mm

Numero di estrusori

2

Temperatura massima

Fino a 295°

Velocità di costruzione

70-100 mm/sec

Dimensioni stampante 3D

142 cm x 168 cm x 152 cm

Peso della stampante 3D

400Kg

Tags
Research 2020
Composites AM Market Opportunities

This 170-page study from 3dpbm Research provides an in-depth analysis of each major sub-segment in composites...

Davide Sher

Sono un giornalista professionista iscritto all'ODG dal 2002 e mi sono sempre occupato di comunicazione trade. Per 10 anni ho redatto una testata dedicata al mercato dei videogiochi e successivamente ho partecipato alla creazione del primo iPad magazine dedicato all'elettronica di consumo. Dal 2012, mi occupo esclusivamente di stampa 3D/manifattura additiva, che vedo come la più affascinante e reale delle tecnologie oggi agli albori ma che plasmeranno il nostro futuro. Ho fondato Replicatore.it nel 2013 e ho scritto come blogger per diversi siti internazionali. Nel 2016 ho fondato la mia società 3dpbm (www.3dpbm.com), con base a Londra, che offre servizi di supporto alle aziende che vogliono comunicare, sia in Italia che nel mondo, i loro prodotti legati alla manifattura additiva. Oggi pubblichiamo diverse testate internazionali tra cui 3D Printing Media Network (il nostro sito editoriale internazionale), 3D Printing Business Directory (la più grande directory al mondo di aziende legate alla stampa 3D), Replicatore.it, Replicador.es e 3D Printing Media Network Chinese Version. Inoltre sono Senior Analyst di SmarTech Analysis, una delle più importanti realtà al mondo attive nella rilevazione di dati e previsioni di mercato relative ai vari segmenti verticali dell'industria della manifattura additiva.

Articoli Correlati

Back to top button
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!