ItaliaOrtopedia

Prensilia ed Elastico Disegno con la tecnologia Multi Jet Fusion di HP apportano funzionalità ed estetica alla protesi robotizzata

Dalla flessibilità progettuale e qualità dei materiali nasce "Mia", un’innovativa mano robotica

0 Condivisioni

Nel 2012, Prensilia – spin off della Scuola Sant’Anna di Pisa fondata nel 2009, che produce e commercializza mani artificiali – si è posta l’obiettivo di sviluppare una mano robotica che fosse leggera, altamente funzionale, esteticamente gradevole e strutturalmente solida per proteggere i componenti meccanici ed elettronici interni del dispositivo. Una soluzione che, con costi minimi, consentisse la produzione in piccole serie.

Per questo ambizioso progetto Prensilia si è avvalsa della collaborazione di Elastico Disegno – società di consulenza per il design e l’innovazione fondata a Torino nel 1998 – che, per rispondere a questa importante sfida, ha superato i limiti posti dai metodi di produzione tradizionali e da altre tecnologie di stampa 3D filament-based. La creazione della forma della mano e il design capace di adattarsi ai componenti interni prevedevano l’utilizzo di un software CAD 3D molto sofisticato, come PTC Creo.

Elastico Disegno ha scelto di utilizzare PTC Creo perché in grado di progettare parti meccaniche e anatomiche in un unico ambiente, accelerando così lo sviluppo e riducendo al minimo il numero di componenti necessari; dimensionare in modo flessibile il prodotto per adattarsi a qualsiasi variazione dei componenti; comunicare direttamente con i reparti di sviluppo tecnico e scambiare semplicemente i dati con il cliente per velocizzare le operazioni di progettazione. Il risultato di questo innovativo progetto Made in Italy è “Mia”, la mano robotica dotata di sensori e connessa ad un impianto in titanio transradiale (tra il gomito e il polso) sviluppato nell’ambito del progetto europeo DeTOP.

I cavi e gli elettrodi che collegano i muscoli e i nervi passano attraverso le due ossa dell’avambraccio (l’ulna e il radio) prima di raggiungere la mano robotica, restituendo le informazioni catturate dalle dita e migliorando il movimento. Le funzioni di modellazione “freestyle” di PTC Creo hanno garantito una facile progettazione della
parte anatomica, assicurando la forma e le proporzioni umane e la coerenza tra il concetto, la progettazione e il prodotto finale.

A causa della complessità della maggior parte dei componenti di “Mia”, Prensilia ed Elastico Disegno hanno visto la produzione additiva come l’unica tecnologia valida per questo progetto. I rivestimenti esterni della mano e delle dita sono stati realizzati grazie alla tecnologia HP Multi Jet Fusion con l’utilizzo del materiale HP 3D HR PA 12, che combina resistenza e supporto strutturale, nonché una finitura delle superfici in grado di garantire l’estetica desiderata da Prensilia. Questi componenti includono parti soggette ad usura, come ad esempio bottoni e chiusure a scatto, che hanno superato tutti i test di funzionalità.

Le  parti morbide dei polpastrelli di “Mia” sono realizzate con stampi in silicone, anch’essi prodotti da HP Multi Jet Fusion e HP 3D HR PA 12. Secondo Prensilia, la sostituzione degli stampi in metallo con stampi in plastica ha ridotto l’investimento richiesto e i tempi di produzione, senza compromettere le prestazioni e la finitura esterna.
Nel 2019, “Mia” ha ricevuto il Red Dot Award, uno dei maggiori e più importanti premi del design mondiale per il product design.

“Grazie a HP Multi Jet Fusion, che permette di coniugare resistenza e estetica, abbiamo raggiunto il livello di robustezza desiderato grazie alla stampa 3D dell’involucro esterno e al miglioramento della meccanica interna senza dimenticare i benefici derivanti dalla capacità di rapida iterazione” ha dichiarato Marco Controzzi, Fondatore di Prensilia, “Un altro importante vantaggio offerto dalla stampa 3D a prodotti all’avanguardia tecnologica, come il nostro, è la possibilità di proporre ai clienti soluzioni sempre aggiornate”.

0 Condivisioni
Tags
Research 2021
Ceramic AM Market Opportunities and Trends

This market study from 3dpbm Research provides an in-depth analysis and forecast of the ceramic additive ma...

Andrea Gambini

Mi piace leggere e scrivere da sempre. Ho iniziato a lavorare in redazione come giornalista sportivo nel 2008, poi la passione per il giornalismo e per il mondo della comunicazione in generale, mi ha permesso di ampliare notevolmente i miei interessi, arrivando negli anni a collaborare con le più svariate testate giornalistiche online. Mi sono poi avvicinato alla stampa 3D, colpito dalle grandissime potenzialità di questa nuova tecnologia, che giorno dopo giorno mi hanno spinto a informarmi sempre più su quella che considero una vera rivoluzione che si farà presto sentire in tantissimi campi della nostra vita quotidiana.

Articoli Correlati

Back to top button

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Tracciamo le informazioni anonime degli utenti per migliorare il nostro sito web.
  • _ga
  • _gid
  • _gat

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!