Edilizia & Architettura

Power2Build termina il più grande edificio stampato in 3D in Africa

Utilizzando la soluzione in calcestruzzo D.fab di COBOD International e CEMEX, l'edificio è stato stampato 4,5 volte più velocemente del primo

0 Condivisioni

Power2build ha terminato il suo più grande edificio stampato in 3D con una stampante da costruzione COBOD BOD2, utilizzando la soluzione in calcestruzzo D.fab di COBOD International e CEMEX, in Angola. L’azienda intende trasformare il mercato immobiliare ed è un pioniere che mira a risolvere la sfida di alloggi a prezzi accessibili in Angola, con edifici stampati in 3D.

La casa è il secondo edificio residenziale stampato in 3D in Angola. È una casa di 140 mq composta da una suite, due camere da letto, tre bagni, una sala da pranzo e un soggiorno. Come indicato dai tre bagni, la casa non è un progetto di edilizia sociale, ma piuttosto una vetrina del design e delle possibilità architettoniche degli edifici stampati in 3D.

Power2build sta lavorando con la tecnologia di stampa 3D di COBOD nel tentativo di ridurre significativamente la carenza di alloggi in Angola. La tecnologia di stampa 3D consente la costruzione di alloggi economici e di alta qualità nella regione, in modo più rapido e competitivo.

Power2Build ha anche stampato il primo edificio stampato in 3D dell’Angola, che era una casa di 53 m2. Questa casa ha segnato l’inizio di una rivoluzione, in quanto è stata la prima casa al mondo stampata in 3D utilizzando vero cemento (definito da dimensioni delle particelle superiori a 8 mm).

L’Angola è stato il primo paese al mondo a stampare con la soluzione D.fab di COBOD International e CEMEX, rendendo possibile la stampa di vero cemento. Da allora la soluzione è stata utilizzata in progetti in Giappone, Malesia, Arabia Saudita, Irlanda e Canada.

Mentre la prima casa di Power2Build è stata stampata in 48 ore, la seconda casa di 140 m2 è stata stampata in sole 30 ore, con un miglioramento della produttività di 4,5 volte. Oltre a ciò, il team è stato in grado di eseguire contemporaneamente sia la stampa che gli impianti idrici ed elettrici.

“Siamo molto orgogliosi dei nostri progressi; le persone si chiedevano se non potessimo stampare più grande. Ora abbiamo stampato una casa 2,6 volte più grande e in circa 2/3 del tempo rispetto alla prima casa. Abbiamo migliorato notevolmente la velocità di esecuzione, ma crediamo ancora che ci sia spazio per miglioramenti. In futuro, diventeremo solo più bravi a padroneggiare questa tecnologia. Stiamo diventando ogni giorno più efficienti e più vicini alla realizzazione della nostra visione di fornire alloggi migliori a prezzi accessibili alle famiglie angolane”, ha affermato Ricardo Almeida, CEO di Power2Build.

La casa stampata in 3D è stata realizzata utilizzando la soluzione di materiali D.fab, un innovativo mix di additivi sviluppato da COBOD e CEMEX, che consente di stampare con cemento reale e risparmiare fino al 90% sui costi rispetto alla stampa con malte. D.fab consente l’utilizzo del 99% di materiali disponibili localmente e solo dell’1% di Magic Mix, fornito da COBOD. La stampa 3D con cemento reale è una nuova direzione per l’industria della stampa 3D edile e funge da gateway per commercializzare correttamente la tecnologia.

“Siamo orgogliosi di aver realizzato la tecnologia per questo progetto. Power2Build ha aumentato enormemente la sua velocità di esecuzione rispetto al loro primo e, ora, al secondo progetto. Questo è un ottimo esempio di come noi e i nostri clienti miglioriamo continuamente la tecnologia e possiamo costruire più velocemente, meglio ed a buon mercato man mano che i nostri clienti e partner diventano esperti nel padroneggiare la tecnologia di stampa 3D”, ha affermato Henrik Lund-Nielsen, fondatore e direttore generale di COBOD International.

COBOD International ha finora sei edifici stampati in 3D in Africa, tutti stampati con la tecnologia COBOD. L’azienda è stata la prima (e unica) azienda a stampare in Malawi, Madagascar, Kenya e Angola, due delle quali sono scuole e quattro residenziali. Entro la fine dell’anno, il cliente 14trees di COBOD inizierà a stampare più nuove case a Kilifi, in Kenya.

 

0 Condivisioni
Tags
Research 2021
Ceramic AM Market Opportunities and Trends

This market study from 3dpbm Research provides an in-depth analysis and forecast of the ceramic additive ma...

Articoli Correlati

Back to top button

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online e per la personalizzazione degli annunci, per informazioni visita la pagina privacy e termini di Google.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Per utilizzare questo sito Web utilizziamo i seguenti cookie tecnicamente necessari
  • PHPSESSID
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!