AerospazialeMetalli

Optisys utilizza la tecnologia SLM per produrre parti per missioni spaziali

0 Condivisioni

Optisys utilizzerà SLM 500 per produrre parti utilizzate nelle missioni spaziali. La tecnologia SLM offre molteplici vantaggi ma di particolare interesse per lo spazio, le aziende sono che le parti possono essere prodotte utilizzando l’ottimizzazione della topologia per produrre design leggeri, compatti e robusti, costruiti per resistere alle dure condizioni dello spazio. Optisys è una rivoluzionaria azienda di sviluppo e produzione di prodotti RF con un approccio unico alla creazione di prodotti altamente integrati, resi possibili dalla produzione additiva in metallo. I suoi noti clienti si affidano al suo ampio spettro di soluzioni, che include feed, pannelli piatti scanalati e array in fase per applicazioni di antenne e radar utilizzate ovunque, dal mare allo spazio.

Con SLM 500, l’azienda ora possiede un sistema di produzione additiva in metallo ad alta tecnologia; eccellente per la produzione di componenti metallici ad alta resistenza. Janos Opra, CEO di Optisys, ha spiegato: “Siamo un’azienda che non esisterebbe senza la produzione additiva. L’SLM 500 ci fornisce esattamente ciò di cui abbiamo bisogno, ad esempio, per produrre antenne utilizzate nelle missioni spaziali”. Per fare ciò, i componenti prodotti devono essere in grado di resistere alle dure condizioni dell’intera gamma di ambienti spaziali, dall’orbita terrestre bassa (LEO) alle sonde per lo spazio profondo. Opra ha dichiarato: “L’ossigeno atomico nell’atmosfera praticamente sabbia le parti. Devono anche resistere a carichi termici elevati e cicli di temperature estreme su altri pianeti. Le parti SLM non sono solo leggere, ma possono anche gestire condizioni difficili e sono particolarmente robuste con prestazioni eccellenti”.

Il lato anteriore dell’antenna a guida d’onda di Optisys.

Rispetto ai metodi di produzione convenzionali, la tecnologia SLM può produrre componenti leggeri integrando strutture cave interne pur mantenendo una qualità dei componenti costantemente elevata. Anche piccole riduzioni di peso, attraverso l’integrazione dei componenti, possono portare a enormi vantaggi economici attraverso una riduzione dei costi di lancio; che hanno un prezzo al kg e sono un importante fattore di costo per le aziende spaziali. A causa di questi vantaggi unici e della pressione per mantenere i costi al minimo, i metodi di produzione convenzionali difficilmente sono un’opzione per i principali attori dell’industria spaziale.

“La tecnologia di produzione additiva ci consente di creare i prodotti RF più leggeri, resistenti e con le migliori prestazioni disponibili”, ha continuato Opra. “Accoppiando grandi aspetti del sistema RF in singoli componenti o piastrelle ripetibili, i nostri clienti possono ridurre enormemente il peso rispetto ai fornitori concorrenti. Questo è di primaria importanza per molti attori del mercato ‘Nuovo Spazio’ in particolare”.

SLM 500 è un sistema multi-laser con un massimo di quattro laser da 700 W che funzionano contemporaneamente. È dotato di gestione della polvere chiusa con setacciatura automatica della polvere e fornitura durante il processo di costruzione senza alcun contatto. La possibilità di cambiare il cilindro di costruzione riduce al minimo i tempi di fermo macchina, massimizza la produttività e riduce il costo per parte. Grazie a un assemblaggio intelligente nell’involucro di costruzione, Optisys produce diversi componenti singoli in un unico processo di costruzione con SLM 500, qualcosa che è particolarmente efficiente e non possibile con i metodi di produzione convenzionali.

Sam O’Leary, CEO di SLM Solutions, ha sottolineato: “Siamo orgogliosi che la produzione additiva a base di metallo stia dando un contributo così importante alle missioni spaziali. Questa distribuzione dimostra quanto siano robuste le parti prodotte con la tecnologia SLM. Aziende innovative e di alto livello come Optisys continuano a portare avanti la produzione additiva e a portarla su altri pianeti. Ci rende orgogliosi di consentire il loro successo”.

0 Condivisioni
Tags
Research 2021
Metal AM Market Opportunities and Trends

This market study from 3dpbm Research provides an in-depth analysis and forecast of the three core segments...

Andrea Gambini

Mi piace leggere e scrivere da sempre. Ho iniziato a lavorare in redazione come giornalista sportivo nel 2008, poi la passione per il giornalismo e per il mondo della comunicazione in generale, mi ha permesso di ampliare notevolmente i miei interessi, arrivando negli anni a collaborare con le più svariate testate giornalistiche online. Mi sono poi avvicinato alla stampa 3D, colpito dalle grandissime potenzialità di questa nuova tecnologia, che giorno dopo giorno mi hanno spinto a informarmi sempre più su quella che considero una vera rivoluzione che si farà presto sentire in tantissimi campi della nostra vita quotidiana.

Articoli Correlati

Back to top button

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Tracciamo le informazioni anonime degli utenti per migliorare il nostro sito web.
  • _ga
  • _gid
  • _gat

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!