Arte & Design

Nick Ambrose lancia Auto Artists per l’Ucraina supportando la Croce Rossa

Gli artisti devolveranno il 100% del ricavato dalla vendita di opere d'arte all'aiuto nella crisi umanitaria

0 Condivisioni

Nick Ambrose è un artista dell’auto, crea sculture di ispirazione automobilistica e ricorre spesso a tecnologie di stampa 3D per farle prendere vita. Fa parte di una comunità di artisti con una spinta simile che ha lanciato l’iniziativa Auto Artists for Ukraine per creare una risposta di beneficenza alla crisi umanitaria in Ucraina.

L’obiettivo del gruppo è quello di vendere opere d’arte di molti artisti automobilistici, tramite i social media, dove il 100% della vendita viene donato all’Appello per la crisi ucraina della Croce Rossa britannica. “”Siamo già stati rincuorati da quanti colleghi artisti, fotografi/illustratori si sono impegnati ad aiutare finora, come Tim Layzell, Helen Stanley ed Ella Friere”, ha detto Ambrose. “Abbiamo già raccolto £ 4.000 finora nei primi 2 giorni. Oltre 25 artisti hanno accettato di donare opere d’arte, che vanno da stampe molto convenienti a oggetti di prezzo più grande, alcuni messi all’asta. Vogliamo che la maggior parte delle opere sia accessibile a un prezzo fisso per la partecipazione di tutti”.

Nick Ambrose lancia Auto Artists per l'Ucraina, gli artisti devolveranno il 100% dei procedimenti per aiutare la Croce Rossa nella crisi umanitaria

Il gruppo Auto Artists for Ukraine, che chiede alle persone di aiutare condividendo i loro post sui social media per evidenziare la causa, ha avviato questo progetto dopo aver assistito all’escalation dell’orrore in Ucraina. “Ci rendiamo conto che la nostra iniziativa potrebbe dare solo un piccolo contributo al grande schema delle cose, ma volevamo raccogliere fondi e unirci agli altri per unire l’amore per tutte le cose automobilistiche e aiutare gli ucraini a fuggire dal conflitto”.

Come funziona il facile processo di vendita e donazione:
1) Sui social media, gli artisti pubblicano l’opera d’arte/stampa/scultura scelta.
2) L’acquirente paga direttamente l’artista.
3) L’artista dona il 100% all’Appello ucraino tramite il sito web nazionale della Croce Rossa. Gli artisti inviano un rapido screenshot della loro ricevuta di donazione, che ci permetterà di tenere un conteggio dell’importo totale raccolto.

Link utili:

INSTAGRAM: https://www.instagram.com/auto_artists_for_ukraine/ @auto_artists_for_ukraine
TWITTER: @autoartukraine
SITO WEB: http://autoartistsforukraine.com/
LINK DI DONAZIONE: https://donate.redcross.org.uk/appeal/ukraine-crisis -appello

Utilizzando la stampa 3D in auto art

Prima del suo coinvolgimento in Auto Artists per l’Ucraina, Jonny Ambrose ha realizzato sculture automobilistiche estremamente fantasiose e tattili e negli ultimi cinque anni circa, le parti stampate in 3D sono state al centro del suo lavoro

“Ciò che fa funzionare le mie sculture automobilistiche è la giustapposizione di tecniche tradizionali come la piegatura a vapore del legno insieme all’uso di processi di produzione ultra-moderni come la modellazione solida CAD e la stampa 3D”, ha spiegato Ambre. “Mentre in precedenza usavo la fresatura quando cercavo di creare strutture reticolari, ad esempio, oggi utilizzo la stampa 3D che è in grado di costruire strutture robuste e leggere con geometrie impossibili da ottenere con i metodi di produzione tradizionali”.

Ambrose lavora con 3DPRINTUK da diversi anni da quando ha riconosciuto i modi in cui la stampa 3D potrebbe essere incorporata nel suo lavoro. I reticoli sono un esempio ideale di come la stampa 3D apra possibilità di progettazione. Ciò che rende unici i reticoli è il modo in cui dispongono i materiali in elementi di design per formare una struttura ideale composta da micro-architetture con una rete di nodi e travi o puntoni. Questo formato riduce drasticamente il peso mantenendo l’integrità strutturale e offrendo un maggiore grado di controllo su determinate caratteristiche. Queste porzioni di collegamento possono migliorare varie aree di prestazione e utilizzare meno materiale senza indebolire l’oggetto o comprometterne l’integrità.

Il più grande reticolo monopezzo che Ambrose ha prodotto era lungo 40 cm, e ciò richiedeva che il team di 3DPRINTUK utilizzasse tutto il loro know-how e la loro comprensione della stampa 3D per accogliere il pezzo nella camera di costruzione e garantirne l’integrità una volta costruito. Si trattava di orientare correttamente la parte per ottenere la migliore definizione di stampa e assicurarsi che non vi fossero distorsioni periferiche alle estremità della parte.

Per Ambrose, la stampa 3D ha aperto una miriade di possibilità per l’utilizzo dei reticoli nel suo lavoro, ma non è tutto ciò che la tecnologia consente. Dice: “Oltre alla creazione di reticoli in sé, uso la stampa 3D perché mi piace l’estetica di alcune delle finiture lucide. Inoltre, mi permette di creare forme e caratteristiche più intricate che non sarebbe fattibile per me da fare a mano. Trovo l’estetica delle parti prodotte tramite sinterizzazione laser selettiva (SLS) o tramite Multi-Jet Fusion (MJF) estremamente attraente e integra i legni, i metalli o la fibra di carbonio che utilizzo in molti dei miei lavori. Per me, le parti stampate in 3D sono solo un altro materiale, ma un materiale che porta nuovi elementi ai miei lavori che non posso ottenere con mezzi alternativi”.

0 Condivisioni
Tags
Research 2021
Ceramic AM Market Opportunities and Trends

This market study from 3dpbm Research provides an in-depth analysis and forecast of the ceramic additive ma...

Davide Sher

Sono un giornalista professionista iscritto all'ODG dal 2002 e mi sono sempre occupato di comunicazione trade. Per 10 anni ho redatto una testata dedicata al mercato dei videogiochi e successivamente ho partecipato alla creazione del primo iPad magazine dedicato all'elettronica di consumo. Dal 2012, mi occupo esclusivamente di stampa 3D/manifattura additiva, che vedo come la più affascinante e reale delle tecnologie oggi agli albori ma che plasmeranno il nostro futuro. Ho fondato Replicatore.it nel 2013 e ho scritto come blogger per diversi siti internazionali. Nel 2016 ho fondato la mia società 3dpbm (www.3dpbm.com), con base a Londra, che offre servizi di supporto alle aziende che vogliono comunicare, sia in Italia che nel mondo, i loro prodotti legati alla manifattura additiva. Oggi pubblichiamo diverse testate internazionali tra cui 3D Printing Media Network (il nostro sito editoriale internazionale), 3D Printing Business Directory (la più grande directory al mondo di aziende legate alla stampa 3D), Replicatore.it, Replicador.es e 3D Printing Media Network Chinese Version.

Articoli Correlati

Back to top button

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online e per la personalizzazione degli annunci, per informazioni visita la pagina privacy e termini di Google.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Per utilizzare questo sito Web utilizziamo i seguenti cookie tecnicamente necessari
  • PHPSESSID
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!