AziendeComunicati stampaRisorseStampa 3D - Processi

Materialise avvia la produzione con HP Jet Fusion 3D 4200

L’attesissima tecnologia HP Multi Jet Fusion, che promette una svolta rivoluzionaria nel settore della stampa 3D, è entrata di recente a far parte del più grande stabilimento di produzione per la stampa 3D d’Europa. Materialise NV (NASDAQ: MTLS), fornitore leader di software per la produzione additiva e sofisticate soluzioni di stampa 3D nei settori medico e industriale, ha inserito nel suo stabilimento di produzione una seconda macchina per la stampa 3D HP Jet Fusion 4200. Questa tecnologia è attualmente disponibile per gli ordini effettuati da un selezionato gruppo di partner e verrà presto resa disponibile al pubblico per i preventivi e gli ordini online.

HP Jet Fusion 3D 4200 Printer

L’annuncio segue un periodo iniziale di valutazioni condotte presso Materialise, dove i team di R&S e servizi di ingegneria hanno potuto testare in anteprima i sistemi di stampa 3D HP Jet Fusion 4200 installati a novembre 2016. Materialise Software e Materialise Manufacturing hanno lavorato a stretto contatto con HP per l’intero periodo di test, per condividere i risultati ottenuti e definire le aree di sviluppo futuro. Tra queste vi è Materialise Build Processor per HP Jet Fusion 3D Printing Solution, una soluzione software su misura che semplifica il processo di stampa 3D. Materialise Build Processor è attualmente in beta-test prima del rilascio della versione definitiva.

HP Multi Jet Fusion | Printing Process

Con questo programma ad essi dedicato, Materialise si pone l’obiettivo di individuare insieme ai partner le applicazioni più indicate per la macchina HP Jet Fusion 3D 4200.

“Il successo nella stampa 3D ruota intorno alla scelta della tecnologia giusta per una determinata applicazione. La versatilità del materiale, la PA 12, unita all’eccezionale isotropia e alla bassa porosità delle parti prodotte con la tecnologia HP Multi Jet Fusion, ci porta a sperare in una buona varietà di potenziali applicazioni industriali”,

ha affermato Bart Van der Schueren, CTO Materialise.

HP Jet Fusion 3D 4200 impiega attualmente come materiale la Poliammide 12, un polimero la cui polvere è caratterizzata da una grana molto fine che permette la produzione di strati molto sottili, con uno spessore di 80 micron. Al momento, Materialise offre due finiture per le parti prodotte con la tecnologia Multi Jet Fusion di HP: sabbiatura e tintura in nero. Dato il sistema aperto di HP per i materiali da stampa 3D, si prevede in futuro di aggiungere altri materiali per questa piattaforma tecnologica sia di HP che di altri fornitori di materiali.

HP Multi Jet Fusion | Phits Insoles

Materialise renderà presto disponibile questa tecnologia a tutti i suoi clienti, aggiungendola alla sua piattaforma web B2B, Materialise OnSite.

Tags
Supporta la qualità
Aiutaci a portarti le informazioni che servono al tuo business

Articoli Correlati

Back to top button
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!