Supporta la qualità
Aiutaci a portarti le informazioni che servono al tuo business
Stampa 3D per l'emergenza COVID-19

L’open source Face Shield X può essere stampato in meno di 60 secondi

Ai Build ha rilasciato un visiera anti-COVID-19 ottimizzata con il software AiSync

Il design dei dispositivi di protezione individuale Face Shield X è ottimizzato dal software AiSync per essere prodotto in meno di 60 secondi con qualsiasi stampante 3D compatibile. Una pila di 1200 pezzi può essere prodotta in serie al giorno per macchina senza supervisione umana, circa 100 volte più veloce di un design tipico prodotto dal software di stampa 3D desktop.

Face Shield X

“Un effetto collaterale positivo delle emergenze è l’innovazione semplificata. Siamo estremamente entusiasti dell’enorme ondata di produttori di tutto il mondo che si stanno trasformando, sfruttando la manifattura additiva, in risposta all’emergenza COVID-19”, ha affermato Daghan Cam, CEO di Ai Build. “Per la prima volta nella storia, migliaia di stampanti 3D in tutto il mondo stanno producendo milioni di prodotti che contemporaneamente scarseggiano. Come azienda tecnologica, stiamo facendo la nostra parte spingendo i confini di ciò che è possibile con questo magico processo chiamato stampa 3D. Oltre a fornire supporto per alcune delle necessità a breve termine della nostra economia durante l’epidemia, Ai Build continua a innovare per consentire catene di approvvigionamento più resilienti e sostenibili nel mondo post-pandemia”.

Face Shield X

A differenza della stampa 3D convenzionale con strati orizzontali piatti, il software AiSync utilizza percorsi multiasse a forma libera per generare le istruzioni della macchina. Con questa tecnica Ai Build ha prodotto un disegno curvo di un singolo filo a spessore variabile seguendo la forma della testa umana.

La geometria risultante del Face Shield X non è solo più veloce da produrre, ma anche più resistente e comoda da indossare, fissabile saldamente tra le orecchie e la fronte senza la necessità di un elastico.

Tags

Davide Sher

Sono un giornalista professionista iscritto all'ODG dal 2002 e mi sono sempre occupato di comunicazione trade. Per 10 anni ho redatto una testata dedicata al mercato dei videogiochi e successivamente ho partecipato alla creazione del primo iPad magazine dedicato all'elettronica di consumo. Dal 2012, mi occupo esclusivamente di stampa 3D/manifattura additiva, che vedo come la più affascinante e reale delle tecnologie oggi agli albori ma che plasmeranno il nostro futuro. Ho fondato Replicatore.it nel 2013 e ho scritto come blogger per diversi siti internazionali. Nel 2016 ho fondato la mia società 3dpbm (www.3dpbm.com), con base a Londra, che offre servizi di supporto alle aziende che vogliono comunicare, sia in Italia che nel mondo, i loro prodotti legati alla manifattura additiva. Oggi pubblichiamo diverse testate internazionali tra cui 3D Printing Media Network (il nostro sito editoriale internazionale), 3D Printing Business Directory (la più grande directory al mondo di aziende legate alla stampa 3D), Replicatore.it, Replicador.es e 3D Printing Media Network Chinese Version. Inoltre sono Senior Analyst di SmarTech Analysis, una delle più importanti realtà al mondo attive nella rilevazione di dati e previsioni di mercato relative ai vari segmenti verticali dell'industria della manifattura additiva.

Articoli Correlati

Back to top button
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!