AutomazioneAutomotive

Local Motors ha chiuso ma il sogno dell’auto stampata in 3D sopravvive

0 Condivisioni

Local Motors ha chiuso. La notizia è arrivata qualche giorno fa. Volevamo confermarlo in modo indipendente e l’abbiamo fatto. La decisione è stata piuttosto improvvisa e inaspettata (avevamo anche programmato un’intervista per l’AM Focus Automotive di questo mese), ma a volte può essere il caso delle startup americane. Per coloro che hanno visto l’azienda fare così tanta strada e hanno seguito la sua evoluzione dalla sua prima auto stampata in 3D, è un giorno triste.

L’azienda ha scritto un pezzo importante nella storia della stampa 3D automobilistica, ma AM non era il suo obiettivo principale e probabilmente non è la causa della sua scomparsa. Iniziando come azienda di progettazione e produzione distribuita, Local Motors è diventata prima di tutto un’azienda di veicoli elettrici intelligenti. La chiusura di Local Motors è direttamente correlata a una mancanza di domanda piuttosto che all’incapacità di soddisfare tale domanda in modo conveniente.

La Strati, la prima auto stampata in 3D di Local Motors

In altre parole, non è che Local Motors non fosse in grado di produrre abbastanza OLLI 2.0 o che non potesse produrli in modo conveniente. Piuttosto, l’installazione dei suoi veicoli in 24 siti in tutto il mondo fino ad oggi non è stata sufficiente per sostenere e finanziare la sua continua attività. Eppure Local Motors è stata responsabile di un numero enorme di primati nel settore AM, compreso l’uso delle tecnologie LFAM (da Cincinnati Inc prima e da Thermwood poi) e materiale composito LFAM da SABIC, per produrre parti finali automobilistiche di grandi dimensioni.

“Sono scoraggiato nell’annunciare che Local Motors cesserà di esistere a partire dal 14 gennaio […]”, ha scritto Chris Stoner, ex vicepresidente delle vendite e del successo dei clienti sulla sua pagina LinkedIn. “Lo spazio dei veicoli autonomi è un entusiasmante mercato emergente con molte opportunità. Vivendo in prima persona l’abilità e la dedizione delle persone con cui ho lavorato, non ho dubbi che gli AV (come Olli) siano il futuro dei trasporti”.

Local Motors ha chiuso ma il sogno dell'auto stampata in 3D sopravvive.  La notizia è arrivata qualche giorno fa e l'abbiamo confermata in maniera indipendente
Local Motors ha chiuso ma il sogno dell'auto stampata in 3D sopravvive.  La notizia è arrivata qualche giorno fa e l'abbiamo confermata in maniera indipendente
Il corpo Olli stampato in 3D LFAM è visibile sopra il motore della ruota.

L’esperienza di Local Motors non è andata persa. I progetti e le aziende che offrono l’estrusione LFAM si sono moltiplicati negli ultimi cinque anni, così come la domanda di pellet compositi per queste tecnologie. Proprio come altri grandi progetti falliti (ad esempio la 3D Printed Canal House ad Amsterdam), Local Motors ha ispirato una rivoluzione che continuerà a crescere ed evolversi.

Detto questo, dobbiamo anche muovere alcune critiche alla strategia dell’azienda. Quando ha lanciato la sua prima auto stampata in 3D, la Strati, Local Motors ha intenzionalmente creato un grande clamore attorno al concetto di veicolo completamente stampato in 3D. Sebbene l’hype non sia del tutto negativo e aiuti ad ampliare un segmento di mercato industriale o tecnologico, l’idea di Local Motors non è mai stata veramente fattibile e ha distolto parte dell’attenzione dalle applicazioni AM automobilistiche reali e redditizie, dalla prototipazione, agli strumenti, alla modellazione per la produzione di alcune parti finali.

Inoltre, prendere di mira un ampio segmento come la mobilità automobilistica, anche con una specializzazione come EV e AV, è molto impegnativo per una piccola e innovativa azienda new entry. Tesla lo ha fatto con successo, ma può esserci solo una Tesla. Siamo parziali ma pensiamo che Local Motors avrebbe dovuto essere più fedele alla sua natura di azienda di stampa 3D, continuando a enfatizzare e sviluppare questo metodo di produzione e mirando ad altre applicazioni LFAM insieme all’OLLI.

Forse, così facendo, l’azienda avrebbe ricevuto più supporto anche dalle società AM. Una delle maggiori sfide per i fornitori di hardware LFAM è trovare e qualificare le applicazioni. Local Motors avrebbe potuto farlo in modo molto più efficace e forse ciò avrebbe aiutato l’azienda a supportare la sua visione OLLI 2.0 e oltre.

Tecnologia BAAM in uso presso Local Motors. Successivamente è stato sostituito da un sistema Thermwood LSAM ancora più grande.
0 Condivisioni
Tags
Research 2021
Ceramic AM Market Opportunities and Trends

This market study from 3dpbm Research provides an in-depth analysis and forecast of the ceramic additive ma...

Davide Sher

Sono un giornalista professionista iscritto all'ODG dal 2002 e mi sono sempre occupato di comunicazione trade. Per 10 anni ho redatto una testata dedicata al mercato dei videogiochi e successivamente ho partecipato alla creazione del primo iPad magazine dedicato all'elettronica di consumo. Dal 2012, mi occupo esclusivamente di stampa 3D/manifattura additiva, che vedo come la più affascinante e reale delle tecnologie oggi agli albori ma che plasmeranno il nostro futuro. Ho fondato Replicatore.it nel 2013 e ho scritto come blogger per diversi siti internazionali. Nel 2016 ho fondato la mia società 3dpbm (www.3dpbm.com), con base a Londra, che offre servizi di supporto alle aziende che vogliono comunicare, sia in Italia che nel mondo, i loro prodotti legati alla manifattura additiva. Oggi pubblichiamo diverse testate internazionali tra cui 3D Printing Media Network (il nostro sito editoriale internazionale), 3D Printing Business Directory (la più grande directory al mondo di aziende legate alla stampa 3D), Replicatore.it, Replicador.es e 3D Printing Media Network Chinese Version.

Articoli Correlati

Back to top button

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online e per la personalizzazione degli annunci, per informazioni visita la pagina privacy e termini di Google.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Per utilizzare questo sito Web utilizziamo i seguenti cookie tecnicamente necessari
  • PHPSESSID
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!