Arte & DesignConsumerIndustriaMakersNotizie - ultima oraProfessionalStampanti 3D

L'eliolitografia (HL) di Orange Maker rivoluzionerà davvero la stampa 3D

Di nuove stampanti ne vengono annunciate quasi ogni giorno ma non succede molto spesso che ne venga annunciata una – soprattutto a livello di stampanti 3D personali – basata su una nuova tecnologia. Invece è quello che ha fatto Orange Maker, una start-up tecnologica di Los Angeles, con la sua nuova Helios One, basata su un processo di stampa chiamato heliolithography (HT) o eliolitografia.

Orange Maker eliolitografiaOrange Maker non è la prima realtà a voler affrontare i limiti e le carenze della stampa 3D desktop, in particolare la velocità limitata gli elevati costi di utilizzo. L’artista e pioniere della stampa 3D Joshua Harker aveva annunciato un altro progetto simile ma anche nel suo caso non sono stati annunciato ulteriori dettagli sul progetto.

Da quanto illustrato sul sito di Orange Maker, l’eliolitografia sarebbe un’evoluzione della stereolitografia che permetterà di accelerare i tempi di stampa, utilizzare una maggiore varietà di materiali e ottenere addirittura una migliore qualità superficiale con un livello di dettaglio superiore alle attuali tecnologie, il tutto contenendo il prezzo.

Prima di andare avanti dobbiamo però evidenziare alcune ovvie incongruenze. A quali tecnologie si riferisce Orange Maker? Difficile immaginare una superficie più liscia e dettagli più elevati delle tecnologie oggi proposte da aziende come DWS ma anche la stessa 3D Systems e, se volessimo ampliare il discorso anche ad altre tecnologie ottiche come il DLP, da EnvisioneTEC. Difficile anche immaginare una varietà di materiali più ampia di quelle già offerte da queste aziende. Forse la start-up californiana fa quindi riferimento alle attuali proposte SLA consumer, come la Form1, la Form1+ e, a breve, la Xfab. In quel caso qualche miglioramento in termini di dimensioni di stampa o risoluzione è verosimile ma davvero riuscirà a farlo a un prezzo più competitivo? Il percorso di Orange Maker potrebbe essere simile a quello intrapreso da EnvisionTEC con la tecnologia 3SP (Scan Spin and Selectively Photocure), un’evoluzione della DLP.

Per saperlo dovremo attendere ancora un po’. Le informazioni a nostra disposizione sono per ora limitate a questo video di difficile interpretazione.

side-view2Quello che sappiamo è che Orange Maker è stata fondata da Kurt Dudley, inventore e artista, e da Doug Farber, imprenditore nel settore della tecnologia. Insieme a Michael Ram, un avvocato esperto di brevetti, i due hanno formato un team e stanno lavorando dal 2011 per sviluppare una tecnologia in grado di ampliare le potenzialità della stampa 3D.

“Molto semplicemente – ha detto Dudley – abbiamo trovato un modo per ottimizzare l’efficienza, il design, e l’economia dei materiali nella stampa 3D, una tecnologia che finora ha sofferto a causa di limiti imposti da variabili quali le dimensioni, la velocità e la disponibilità di materiali. Abbiamo raggiunto una funzionalità ideale con un design elegante e semplice creato attraverso un lungo processo di progettazione e ingegneria.

Attesa nel 2015, la Helios One sarà la prima di una serie di stampanti 3D HL, progettate e realizzate da Orange Maker.

 

 

 

 

 

Tags
Research 2020
Composites AM Market Opportunities

This 170-page study from 3dpbm Research provides an in-depth analysis of each major sub-segment in composites...

Davide Sher

Sono un giornalista professionista iscritto all'ODG dal 2002 e mi sono sempre occupato di comunicazione trade. Per 10 anni ho redatto una testata dedicata al mercato dei videogiochi e successivamente ho partecipato alla creazione del primo iPad magazine dedicato all'elettronica di consumo. Dal 2012, mi occupo esclusivamente di stampa 3D/manifattura additiva, che vedo come la più affascinante e reale delle tecnologie oggi agli albori ma che plasmeranno il nostro futuro. Ho fondato Replicatore.it nel 2013 e ho scritto come blogger per diversi siti internazionali. Nel 2016 ho fondato la mia società 3dpbm (www.3dpbm.com), con base a Londra, che offre servizi di supporto alle aziende che vogliono comunicare, sia in Italia che nel mondo, i loro prodotti legati alla manifattura additiva. Oggi pubblichiamo diverse testate internazionali tra cui 3D Printing Media Network (il nostro sito editoriale internazionale), 3D Printing Business Directory (la più grande directory al mondo di aziende legate alla stampa 3D), Replicatore.it, Replicador.es e 3D Printing Media Network Chinese Version. Inoltre sono Senior Analyst di SmarTech Analysis, una delle più importanti realtà al mondo attive nella rilevazione di dati e previsioni di mercato relative ai vari segmenti verticali dell'industria della manifattura additiva.

Articoli Correlati

Back to top button
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!