Software

LEAP71 lancia il grande modello di ingegneria computazionale di Noyron

Come un ingegnere umano, il software mira a costruire un oggetto che corrisponda fedelmente alla funzionalità desiderata, sulla base della conoscenza distillata degli esperti

0 Condivisioni

La società LEAP71 con sede a Dubai presenta Noyron, il suo grande modello di ingegneria computazionale, che codifica in modo coerente le conoscenze ingegneristiche acquisite dal team sin dall’inizio della società. Noyron integra logica, fisica ed esperienza di produzione in un modello computazionale coerente.

Noyron codifica la conoscenza del dominio esperto e la logica, la fisica, come i modelli termici, le regole sui processi di produzione e i dati correlati in un quadro coerente per l’ingegneria generale. È un software proprietario che cresce costantemente in capacità con ogni intuizione acquisita dalla progettazione e produzione di macchinari altamente elaborati.

LEAP71 lancia il modello di ingegneria computazionale di grandi dimensioni di Noyron per costruire un oggetto basato sulla conoscenza distillata degli espertiNoyron si affida a PicoGK, il kernel open source di LEAP71 per la creazione robusta di geometrie complesse. Costituisce la base di numerosi modelli di ingegneria computazionale (CEM) più specializzati creati da LEAP 71, tra cui Noyron RP per motori a razzo, Noyron EA per l’attuazione e la locomozione elettromagnetica e Noyron HX per la progettazione di scambiatori di calore.

Uno dei risultati chiave di un modello di ingegneria computazionale (CEM) è la geometria dell’oggetto generato. Noyron, tuttavia, tenta anche di prevedere in modo esaustivo l’andamento del risultato.

Dato un insieme di parametri di input, Noyron costruirà un progetto che dovrebbe funzionare correttamente. Per raggiungere questo obiettivo, il modello di ingegneria computazionale tenta di dedurre accuratamente le interazioni fisiche, inclusi movimenti meccanici, comportamento termico e altri parametri prestazionali.

Come un ingegnere umano, Noyron mira a costruire un oggetto che corrisponda fedelmente alla funzionalità desiderata, sulla base di una conoscenza esperta distillata. Il comportamento osservato, sia da test che da simulazioni nel mondo reale, viene quindi reimmesso in Noyron per migliorare continuamente il sistema per le iterazioni future, allineando così il modello di ingegneria computazionale più strettamente alla realtà.

Noyron genera geometria di output, parametri e file del processo di produzione (come percorsi di post-elaborazione e geometria guida), un riepilogo dei parametri prestazionali previsti, campi numerici e dati fisici per il trasferimento diretto ai sistemi di simulazione.

“Ma Noyron è un work in progress”, ha affermato la società in una nota. “Abbiamo creato modelli computazionali su misura per i nostri clienti su Noyron. Abbiamo progettato modelli di ingegneria computazionale specializzati per campi come la propulsione spaziale, che sono radicati nelle conoscenze ingegneristiche di base di Noyron, ma implementano anche regole molto specializzate per il loro campo.

“Noyron utilizza PicoGK, il nostro pluripremiato kernel geometrico hashtag#opensource per costruire le forme complesse che compongono i nostri oggetti. Ma con Noyron stiamo andando oltre la geometria, verso un approccio all’ingegneria basato sulla logica e sulla fisica”.

0 Condivisioni
Tags
Research 2024
Composites AM 2024

746 composites AM companies individually surveyed and studied. Core composites AM market generated over $78...

Davide Sher

Sono un giornalista professionista iscritto all'ODG dal 2002 e mi sono sempre occupato di comunicazione trade. Per 10 anni ho redatto una testata dedicata al mercato dei videogiochi e successivamente ho partecipato alla creazione del primo iPad magazine dedicato all'elettronica di consumo. Dal 2012, mi occupo esclusivamente di stampa 3D/manifattura additiva, che vedo come la più affascinante e reale delle tecnologie oggi agli albori ma che plasmeranno il nostro futuro. Ho fondato Replicatore.it nel 2013 e ho scritto come blogger per diversi siti internazionali. Nel 2016 ho fondato la mia società 3dpbm (www.3dpbm.com), con base a Londra, che offre servizi di supporto alle aziende che vogliono comunicare, sia in Italia che nel mondo, i loro prodotti legati alla manifattura additiva. Oggi pubblichiamo diverse testate internazionali tra cui 3D Printing Media Network (il nostro sito editoriale internazionale), 3D Printing Business Directory (la più grande directory al mondo di aziende legate alla stampa 3D), Replicatore.it, Replicador.es e 3D Printing Media Network Chinese Version.

Articoli Correlati

Back to top button

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online e per la personalizzazione degli annunci, per informazioni visita la pagina privacy e termini di Google.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Per utilizzare questo sito Web utilizziamo i seguenti cookie tecnicamente necessari
  • PHPSESSID
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!