Lancio della versione Beta del software di 3D printing RaiseCloud

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Questa settimana, il produttore di stampanti 3D Raise3D ha annunciato che il suo software di gestione della stampa basato sul cloud, RaiseCloud, è stato lanciato in versione beta. La piattaforma software consentirà agli utenti delle stampanti Raise3D di monitorare e controllare in remoto le stampe e di automatizzare ulteriormente il workflow dell’AM.

Con il lancio di RaiseCloud Beta, gli utenti possono iscriversi per usare il software di 3D printing e fornire un feedback alla compagnia al fine di identificare eventuali bug o proporre consigli su come migliorare la piattaforma.. Raise3D scrive: “Con il supporto di beta tester come voi, possiamo potenziare la nostra tecnologia di 3D printing prima del lancio di un prodotto. In qualità di partecipanti, potrete condividere le vostre idee e insieme potremo creare la miglior tecnologia possibile!”

Nota principalmente per le sue stampanti 3D professionali a estrusione, Raise3D punta a migliorare e snellire il processo di stampa 3D per i suoi clienti con l’introduzione di una piattaforma software dedicata e completamente integrata.

RaiseCloud

Le funzionalità offerte attraverso RaiseCloud comprendono task management, workflow personalizzabile, gestione centralizzata del profilo di slicing e report visualizzabili, con un’analisi dei lavori di stampa effettuati.

L’obiettivo del software è quello di consentire a compagnie e utilizzatori delle stampanti Raise3D di gestire in maniera più agevole utenti e stampanti multiple da una posizione remota. Raise3D sottolinea inoltre che la sua piattaforma software basata sul cloud è personalizzabile e quindi può essere adattata a vari ambienti aziendali e “messa a punto per mantenere i team sincronizzati e per un’efficiente gestione del workflow.”

Concepito per le aziende, il software vanta anche un ottimo profilo di sicurezza, con crittografia a 64 bit, server firewall ad alte prestazioni, autenticazione per il trasferimento di file, accelerazione globale CDN e crittografia associata autorizzata per stampanti 3D.

Per testare la versione beta del software RaiseCloud, i possessori di stampanti Raise3D devono semplicemente creare un account e accedere alla piattaforma associando la stampante/stampanti all’account. Per farlo, troveranno le istruzioni sul sito della compagnia. Al momento, non è stata ancora indicata la data d’uscita della versione definitiva del software RaiseCloud.

Articolo originale: Tess Boissonneault       Traduzione a cura di: Martina Pelagallo

Autore Martina Pelagallo

Da non perdere

Tutte le più importanti novità dal Formnext 2019

La quinta edizione di Formnext si è conclusa da pochi giorni. Il team di 3dpbm …