Supporta la qualità
Aiutaci a portarti le informazioni che servono al tuo business
DistribuzioneIndustriaStampa 3D - ProcessiStampanti 3D

La stampante 3D ONO per smartphone è realtà o solo una bella storia?

In passato, abbiamo già espresso i nostri dubbi sulla stampante 3D ONO (ex OLO), mettendo in luce nel contempo gli aspetti realistici del progetto (e pubblicando addirittura un video della stampante in funzione). Tuttavia, sembra che la stampante 3D per smartphone sovvenzionata tramite il sito di crowdfunding Kickstarter, che ha raccolto oltre $2,3 milioni per la sua realizzazione, sia in ritardo di qualche mese (di quasi due anni, secondo alcuni). Nonostante i ritardi possano essere comprensibili per qualsiasi progetto di Kickstarter, molti sostenitori stanno iniziando a perdere la pazienza.

Il team ONO finora ha distribuito un numero di prodotti beta piuttosto scarso ed ha rilasciato aggiornamenti mensili sui piccoli progressi realizzati in termini di sviluppo dell’app e, più di recente, sulla certificazione UL della pellicola che protegge lo smartphone durante la stampa. Se fossi nei panni dei finanziatori del progetto, soprattutto di quelli che hanno investito di più, penso che sarei piuttosto adirato se dopo mesi di attesa, non avessi in mano altro se non aggiornamenti mensili sullo status di sviluppo dell’app.

Quali sono le tempistiche per lo sviluppo di un’app di 3D printing?

Considerando i vari progetti Kickstarter da $100 riguardanti le stampanti 3D emersi negli ultimi mesi, a questo punto non sarei così sicuro che ONO non sia l’ennesimo fallimento ad alto profilo: quando si raccolgono fondi che ammontano a $2 milioni è necessario presentare i risultati e gli “imprevisti e i problemi” non possono essere utilizzati come scusa.

È davvero raro che sul nostro sito siano pubblicati articoli critici nei confronti di compagnie di 3D printing; amiamo questo settore e pensiamo che le persone coraggiose che ne fanno parte e che lavorano sodo ogni giorno non meritino altro se non rispetto. Questo perché, nella maggior parte dei casi, la produzione additiva è l’esatto opposto della speculazione finanziaria visto che essa si basa sulla produzione reale e in quanto tale, ogni dollaro/euro guadagnato è un dollaro/euro reale, non il semplice prodotto di aspettative gonfiate.

Alcuni deliziosi modelli stampati in 3D in mostra ma senza alcuna stampante 3D in funzione.

Tuttavia, spesso su Kickstarter, le cose non vanno proprio così. I progetti di idee geniali possono rendere ricchi i loro inventori ma se poi non diventano prodotti reali è l’intero settore ad uscirne danneggiato in termini di credibilità. Finora, ONO ha raccolto oltre 2,3 milioni di dollari per un’idea geniale. Purtroppo però, sembra che la compagnia abbia scelto di spendere gran parte dei fondi in marketing per legittimare l’idea su carta piuttosto che dal punto di vista di ricerca e sviluppo per renderla effettivamente realtà.

Per quanto riguarda l’effettiva fattibilità del progetto, oltre agli ovvi dubbi relativi alle diverse specifiche tecniche dei vari smartphone (compresi i diversi livelli di luminosità dello schermo), non abbiamo informazioni a sufficienza per poter fare commenti. Inoltre, abbiamo ricevuto report contrastanti in merito: alcuni evidenziano il superamento di gran parte delle problematiche, mentre altri affermano il contrario.

Qualche giorno fa i fondatori del progetto hanno rilasciato un’intervista durante la quale non sono emersi dettagli riguardo i migliaia di sistemi ONO pagati anticipatamente. L’intervista si chiude con l’affermazione,  “ONO non è una semplice stampante 3D ma è anche una storia.” A questo punto, speriamo che sia una storia a lieto fine.

Autore dell’articolo originale: Davide Sher

Tags

Articoli Correlati

Back to top button
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!