Arte & DesignGiocattoliMakersNotizie - ultima oraProdotti di consumoStampanti 3D

La stampante 3D di Lego

LEGObotTra i nuovi creativi, i cosiddetti “maker” cioè gli “artigiani moderni” che utilizzano le nuove tecnologie per dar sfogo alla propria fantasia e abilità ingegneristica, ci sono alcuni strumenti particolarmente in voga: uno sono le stampanti 3D, che permettono di realizzare oggetti tridimensionali partendo da concetti virtuali creati al computer, l’altro, molto spesso, sono i mattoncini Lego che, da divertimento per bambini, sono diventati uno degli strumenti più utilizzati per creare oggetti incredibili e – sempre più spesso – utili o comunque dall’elevato valore artistico. Cosa succede, dunque, quando si mettono insieme questi due strumenti? Si ottiene una stampante 3D a bassissimo costo: la LEGObot. L’ha realizzata Matthew Krueger usando il sistema Lego NXT (che in pratica è un’evoluzione dei Lego Technics che si basa su un componente centrale in grado di automatizzare una serie di movimenti meccanici) e ispirandosi al MakerBot, la più diffusa e popolare (per quanto ancora costosa, imprecisa e abbastanza difficile da usare) stampante 3D consumer. Al momento la LEGObot stampa solo con una specie di colla riscaldata e quindi le sue creazioni non irrigidiscono completamente e sono difficilmente utilizzabili. Però Krueger ha già assicurato di essere al lavoro su un sistema per riciclare le bottiglie di plastica in “filament” (il costoso “inchiostro” usato nelle stampanti 3D) e quando l’avrà completato adatterà la LEGObot al nuovo materiale.

legobot-print
Tags
Supporta la qualità
Aiutaci a portarti le informazioni che servono al tuo business

Davide Sher

Sono un giornalista professionista iscritto all'ODG dal 2002 e mi sono sempre occupato di comunicazione trade. Per 10 anni ho redatto una testata dedicata al mercato dei videogiochi e successivamente ho partecipato alla creazione del primo iPad magazine dedicato all'elettronica di consumo. Dal 2012, mi occupo esclusivamente di stampa 3D/manifattura additiva, che vedo come la più affascinante e reale delle tecnologie oggi agli albori ma che plasmeranno il nostro futuro. Ho fondato Replicatore.it nel 2013 e ho scritto come blogger per diversi siti internazionali. Nel 2016 ho fondato la mia società 3dpbm (www.3dpbm.com), con base a Londra, che offre servizi di supporto alle aziende che vogliono comunicare, sia in Italia che nel mondo, i loro prodotti legati alla manifattura additiva. Oggi pubblichiamo diverse testate internazionali tra cui 3D Printing Media Network (il nostro sito editoriale internazionale), 3D Printing Business Directory (la più grande directory al mondo di aziende legate alla stampa 3D), Replicatore.it, Replicador.es e 3D Printing Media Network Chinese Version. Inoltre sono Senior Analyst di SmarTech Analysis, una delle più importanti realtà al mondo attive nella rilevazione di dati e previsioni di mercato relative ai vari segmenti verticali dell'industria della manifattura additiva.

Articoli Correlati

Back to top button
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!