EventiNotizie - ultima oraStampa 3D - Processi

Il 3D Printshow… must go on

Il 3D Printshow a Londra è stato la prima occasione in cui mi sono imbattuto direttamente con la nuova industria della stampa 3D, quantomeno quella nuova parte dell’industria che stava diventando accessibile a tutti ed era piena di colori, nuove idee e divertimento. Così l’idea che lo show possa anche non durare per sempre, con due soli eventi per il momento confermati per il prossimo anno, non mi piace neanche un po’.

La verità è che questo è ancora un mercato piccolo e ora, dopo aver cavalcato l’onda dell’hype, è tempo di fare i conti con la realtà. E la realtà dice che ci sono di gran lunga troppe esposizioni sulla stampa 3D. Arriverà un tempo che tutte queste mostre diventeranno di nuovo necessarie. E quando arriverà non sarà grazie all’hype, ma per una reale necessità di business.

3d print shows4

Con ogni probabilità questo accadrà più o meno nello stesso momento in cui le azioni delle società di stampa 3D torneranno vicine al loro valore massimo (questo vale in particolare per Stratasys, uno degli sponsor principali di 3D Printshow). Considerando che in alcuni casi hanno perso oltre l’80%, e che la prossima ondata di reale crescita sarà molto più lenta, è probabile che ci vorranno alcuni anni.

Per capire meglio il contesto, penso che potremmo prendere come esempio la stampa 3D a metallo industriale. All’ inizio, il loro mercato era piccolo e, sebbene ci fossero meno produttori, dovevano combattere e competere aspramente tra loro e lottare per un parco di clienti minimo. Ora che la stampa 3D a metallo è implementata seriamente nell’ industria manifatturiera, molte più realtà possono trovare la loro nicchia di mercato. Qualche volta essere il primo in un mercato si dimostra un vantaggio solo a lungo termine.

3dpritnshow

Con le esposizioni dedicate alla stampa 3D la situazione attuale è simile. Euromold ha appena combattuto con Formnext (restandone scottato) per il controllo della strategica fiera di Francoforte. 3D Printshow è passata attraverso una battaglia altrettanto sanguinosa con Inside3DPrinting e quest’ultimo, apparentemente, sembra esserne uscito vincitore.
Mentre il prossimo anno sono programmati solo due 3D Printshow, I3P ne ha già in programma oltre 10 – in tutto il mondo – da oggi alla fine del 2016.

Meckler Media, la società dietro Inside3DPrinting, ha sicuramente più forza finanziaria e mediatica per sconfiggere i concorrenti in aree strategiche come New York e la California. D’altro canto non è stato in grado di conquistare Londra e ha virtualmente pareggiato in altre città europee come Berlino. Dubai probabilmente sarà lo scontro finale con il 3D Printshow in programma questo mese e Inside 3D Printing attualmente previsto per marzo 2016. In ogni caso va considerato che Inside3DPrinting ha già roccaforti consolidate in Asia e in Sud America.

3d print shows2

Le “facce” dietro questi due serie di esposizioni sono quelle di Alan Meckler, e Kerri Hogarth, che ha fondato il 3DPrintshow. Apparentemente i due non si piacciono molto (per usare un eufemismo). Lo scorso anno, dopo due esposizioni quasi consecutive a Berlino in Marzo (nessuna delle quali ha avuto particolarmente successo), Meckler strategicamente si è ritirato da Londra – che resta il mercato di casa per 3D Printshow – arrivando a cancellare l’esposizione solo un paio di settimane prima che cominciasse alla fine di marzo.

L’impero di Meckler è tornato a colpire a New York solo pochi giorni dopo, in Aprile. E l’epilogo per il 3D Printshow non è stato molto diverso da quello del secondo episodio di Guerre Stellari. Meckler ha trasformato Inside 3D Printing New York nella 3D Print Week NY, in modo da andare a coincidere con le date del 3D Printshow 2015 di New York. Sebbene entrambi possano dirsi eventi conclusi con successo, la 3D Printweek ha sicuramente oscurato il contendente.

3d print shows3

Dopo questo episodio, il 3D Printshow ha dovuto leccarsi le ferite. Fino allo scontro successivo, in California, dove il 3D Printshow ha avuto luogo tra l’11 e il 12 Settembre, mentre Inside 3D Printing è seguito subito dopo a Santa Clara tra il 20 e il 22 ottobre.

Tutto questo naturalmente aggiunge confusione a un mercato già confuso, con potenziali interessati, così come gli operatori di settore, non più sicuri su quale sia l’esposizione a cui partecipare e su cui investire. Ora 3D Printshow tornerà il prossimo giugno ad Amsterdam, dove la stampa 3D consumer è cominciata e forse è il miglior posto perché l’esposizione possa risorgere ancora. Settimana prossima, invece, l’appuntamento è a Formnext.

3d print shows5

Tags
Supporta la qualità
Aiutaci a portarti le informazioni che servono al tuo business

Articoli Correlati

Back to top button
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!