Aerospaziale

La NASA lancerà una stampante 3D in metallo nello spazio

L’indagine dell’Agenzia spaziale europea metterà alla prova piccole parti metalliche stampate in 3D in condizioni di microgravità

0 Condivisioni

La NASA e i suoi partner internazionali stanno avviando indagini scientifiche per la stampa 3D di metalli, la produzione di semiconduttori e sistemi di protezione termica per il rientro nell’atmosfera terrestre alla Stazione Spaziale Internazionale durante la ventesima missione di servizi di rifornimento commerciale di Northrop Grumman. Il lancio del veicolo spaziale cargo Cygnus della compagnia è previsto su un razzo SpaceX Falcon 9 dalla stazione spaziale di Cape Canaveral in Florida entro la fine di gennaio. L’indagine dell’ESA (Agenzia spaziale europea) testerà piccole parti metalliche stampate in 3D in condizioni di microgravità.

L’indagine dell’Agenzia spaziale europea (NASA) metterà alla prova piccole parti metalliche stampate in 3D in condizioni di microgravità

“Questa indagine ci fornisce una prima comprensione di come si comporta una stampante di questo tipo nello spazio”, ha affermato Rob Postema, ingegnere di progetto per la struttura e la tecnologia della Stazione Spaziale Internazionale presso l’ESA. “Una stampante 3D può creare molte forme e prevediamo di stampare dei campioni, in primo luogo per capire in che modo la stampa nello spazio può differire dalla stampa sulla Terra e in secondo luogo per vedere quali tipi di forme possiamo stampare con questa tecnologia. Inoltre, questa attività aiuta a mostrare come i membri dell’equipaggio possono lavorare in modo sicuro ed efficiente stampando parti metalliche nello spazio”.

I risultati potrebbero migliorare la comprensione della funzionalità, delle prestazioni e delle operazioni della stampa 3D in metallo nello spazio, nonché della qualità, della resistenza e delle caratteristiche delle parti stampate. Il rifornimento rappresenta una sfida per le future missioni umane di lunga durata e i membri dell’equipaggio potrebbero utilizzare la stampa 3D per creare parti per la manutenzione delle apparecchiature nei futuri voli spaziali di lunga durata e sulla Luna o su Marte, riducendo la necessità di imballare pezzi di ricambio o di prevedere ogni strumento o oggetto che potrebbe essere necessario.

0 Condivisioni
Tags
Research 2024
Polymer AM Market 2023

899 polymer AM companies individually surveyed and studied. Core polymer AM market generated over $5.5 bill...

Andrea Gambini

Mi piace leggere e scrivere da sempre. Ho iniziato a lavorare in redazione come giornalista sportivo nel 2008, poi la passione per il giornalismo e per il mondo della comunicazione in generale, mi ha permesso di ampliare notevolmente i miei interessi, arrivando negli anni a collaborare con le più svariate testate giornalistiche online. Mi sono poi avvicinato alla stampa 3D, colpito dalle grandissime potenzialità di questa nuova tecnologia, che giorno dopo giorno mi hanno spinto a informarmi sempre più su quella che considero una vera rivoluzione che si farà presto sentire in tantissimi campi della nostra vita quotidiana.

Articoli Correlati

Back to top button

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online e per la personalizzazione degli annunci, per informazioni visita la pagina privacy e termini di Google.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Per utilizzare questo sito Web utilizziamo i seguenti cookie tecnicamente necessari
  • PHPSESSID
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!