Supporta la qualità
Aiutaci a portarti le informazioni che servono al tuo business
AerospazialeAziendeElettronicaGiocattoliIndustriaMakersMedicinaMetalliNotizie - ultima oraProdotti di consumoProduzioneProfessionalScanner 3DScanner 3D - ServiziStampa 3D - ProcessiStampa 3D - ServiziStampanti 3D

La “Fabbrica di ogni cosa” di SHINING 3D si apre al mondo, dalla scansione 3D, alla manifattura additiva per metalli

A volte  sembra che le aziende occidentali parlino molto del futuro della manifattura mentre le aziende in Cina vadano avanti e facciano le cose, qualsiasi cosa di cui gli altri parlano. Shining 3D sembra proprio essere una di queste aziende: mentre molti passano il loro tempo parlando dei limiti della stampa 3D consumer e della stampa 3D a metallo, l’aziende con sede a Hang Zhou – fondata dall’attuale CEO Li Tao come produttrice di scanner 3D – è andata avanti e ha sviluppato un’intera gamma di stampanti 3D professionali (SLA, SLS, SLM). Questo si aggiunge alla sua gamma di scanner 3D (a luce blu, bianca e strutturata) e si basa sul lavoro di oltre 200 professionisti dedicati alla ricerca e sviluppo.

Shining3D129Sono stato invitato da Shining 3D a partecipare al loro incontro Global Business Partner 2016 presso la nuova sede di Hang Zhou, situata nella zona Sud-Est della Cina, all’incirca tra Shanghai e Hong Kong.Non ero mai stato prima in Cina e da quel che ho potuto capire si tratta di una zona rurale molto calda e umida d’estate, ma anche molto verde. Detto questo, ci sono grandi edifici dappertutto, e tutto è di dimensioni extra large.

Shining3D016Lo è anche la sede di Shining 3D. In effetti, Shining 3D sembra aver fatto in sostanza tutto ciò che ogni nuovo produttore di stampanti 3D in Europa e negli Stati Uniti vorrebbe fare (e solo in pochi ci sono riusciti). Sono entrati in un segmento di business completamente nuovo e sono stati in grado di crescere fino a diventare un’azienda internazionale di successo, con una struttura solida, un grande gruppo di Ricerca s Sviluppo,molti prodotti diversi, un dipartimento dedicato al service di stampa 3D e una rete di vendita globale.

Tutto parte dalla scansione 3D (e dal software)

Shining3D109Shining 3D ha iniziato come produttore di scanner 3D e continua ad avere la più grande selezione di scanner 3D basati su differenti tecnologie e con diverse fasce di prezzo rispetto a qualunque altra azienda nel mondo. Oggi questo significa che offre l’OptimScan-5M (a luce blu) di scala industriale, il FreeScan-X3 (palmare laser), il nuovo EinScan-Pro (a luce strutturata) di grado professionale disponibile per circa 5000 dollari, e l’EinScan-S (rotazionale low cost). Queste sono all’incirca tutte le principali tecnologie di scansione 3D disponibili in un unico posto.

Shining3D151Durante la visita della fabbrica abbiamo visto alcune demo sia dell’ EinScan-Pro sia del FreeScan X3. Entrambi hanno lavorato perfettamente e sono stati in grado di catturare superfici molto dettagliate senza problemi, e in tempi piuttosto rapidi. In effetti, ci è stata data anche la possibilità di usare noi stessi il FreeScan X3 che si è dimostrato incredibilmente facile  da usare. Di sicuro questo non è uno scanner 3D low cost ma si può dire con certezza che il suo prezzo è molto competitivo anche per una distribuzione oltreoceano.Inoltre utilizzatori dei primi EinScan-S hanno testimoniato che il software di Shining3D ha permesso loro di usare uno scanner low cost per lavori di livello professionale, come le scansioni di intere parti di motori molto dettagliate.

Shining3D156Come mi ha spiegato il signor Tao, questa conoscenza in un segmento, come la scansione 3D; che richiede un notevole software, si è riflessa nell’abilità dell’azienda di sviluppare software molto efficace per le  sue stampanti 3D (compreso il marketplace di modelli 3D disponibile su cloud 3DKer.com), che ha dato un significativo vantaggio competitivo rispetto alle altre aziende in Cina. Questo vantaggio è stato canalizzato nella creazione di un intero ecosistema di informazioni sulla stampa 3D rivolto agli educatori locali e, ora, pronto per raggiungere i mercati oltreoceano dell’Europa e del Nord America. 

Un’esperienza fisica di apprendimento 3D

Shining3D058La visita dell’Experience Center di Shining 3D valeva da sola il viaggio. Ancora una volta Shining ha fatto quello che qualunque giovane azienda di stampa 3D vorrebbe fare: costruire un centro espositivo dove il meglio di ogni applicazione è in mostra, con tutti i casi di successo e le esperienze degli utenti. Materialise ha qualcosa di simile presso la sua sede di Leuven e, forse, poche altre grandi aziende, ma hanno lavorato per un lungo periodo con le stampanti 3D.

Shining3D011L’esperienza di apprendimento 3D inizia all’ingresso, dove ci si trova faccia a faccia con il mondo intero, in una colorata mappa fisica in basso rilievo posta al di sotto di un mega schermo di oltre 100” che parla dell’esperienza di Shining 3D. L’aspetto educativo è un punto importante per l’azienda, così tanto da aver donato i suoi sistemi desktop low cost a centinaia di scuole della zona. La strategia ha ripagato, le scuole hanno apprezzato e ne hanno comprato altre, portando il totale di stampanti 3D Shining installate nelle scuole a circa 12.000.

Shining3D040Il viaggio comincia dall’idea di Shining 3D di una classe virtuale con scanner 3D su ogni banco e un gruppo di stampanti 3D, che copre una delle pareti, pronte a dare una forma fisica alle creazioni degli studenti.
L’area successiva si concentra sulle esperienze professionali. Si apre con l’hardware di Shining 3D per applicazioni dentali e mediche con uno scanner 3D e parecchie diverse protesi e impianti in esposizione.

Shining3D043Tra queste c’è una stampante 3D Regenovo, l’azienda con cui Shining 3D ha stretto una collaborazione per la biostampa. La biostampante era al lavoro durante la nostra visita, e stava stampando una struttura in alginato. Il Signor Tao ha spiegato che la biostampa si sta rivelando molto promettente come attività, anche redditizia, nella ricerca accademica e nei test sui farmaci.

Shining3D104L’area successiva è quella dedicata alle applicazioni industriali, con decine di campioni relativi all’uso della stampa e della scansione 3D in campo automobilistico e nella prototipazione aerospaziale. Potete aver sentito che si può usare la stampa 3D per prototipi plastici di componenti dei motori e per parti metalliche come ad esempio giranti e raccordi per tubi. Qui potete vederli stampati realmente. Quasi tutte le applicazioni di stampa 3D presenti nella letteratura come casi di studio sono replicati qui.

Shining3D055L’ultima parte è interamente dedicata alle applicazioni consumer e rivolte al mercato di massa, con l’esposizione di abbigliamento, scarpe, giocattoli, prodotti educativi e strumenti musicali, tutti stampati 3D. Chiunque capiti qui potrebbe immediatamente capire che cosa è stato possibile raggiungere oggi con la stampa 3D e cosa sarà possibile fare in un futuro prossimo. È un po’ come un centro scientifico, dove si esplora il futuro solo che si tratta di prodotti reali con un vero potenziale commerciale. “Studenti di tutte le età provenienti dalle zone qui vicine, vengono regolarmente a visitare il nostro centro, sia con le loro scuole ma anche con i loro genitori e passano ore a scoprire cosa si può fare con la stampa 3D,” ha detto il signor Tao.

Facendo affari

Shining3D075L’impressionante centro dimostrativo della sede, insieme con il service interno di stampa 3D ha un numero molto alto di sistemi finali: non solo di Shining 3D ma anche di EOS, 3D Systems ed EnvisionTEC. Molti altri sistemi di Shining 3D si trovano nel vicino dipartimento di Ricerca e Sviluppo che l’azienda ci ha permesso liberamente di fotografare e filmare (qualcosa che non avevamo potuto fare neanche in un’azienda certificata open source come Ultimaker). Abbiamo potuto fotografare ogni singolo dettaglio delle macchine e porre domande in una politica di totale apertura in netto contrasto con le politiche di una nazione che blocca Google, Facebook e Dropbox. L’intero gruppo marketing e vendite era lì per rispondere in caso di domande, anche se abbiamo avuto la netta impressione che i tecnici e il personale marketing di Shining 3D non volessero rispondere alle nostre domande fingendo di non capirle..

Shining3D074Shining 3D produce un sistema SLM 250 x 250 x 300 cm, già alla sua seconda versione. Offre anche due diversi sistemi SLS che possono offrire lo stesso livello di qualità del sistema EOS M270. L’area più grande è dedicata alla SLA, con il sistema più grande che offre un’enorme area di produzione pari a 650 x 600 x 600 cm e una sua nuova versione è attualmente in sviluppo.

Shining3D076Visto che hanno oltre 60 brevetti, non si può certo dire che Shining 3D non stia innovando e stia solo copiando quanto stanno facendo le aziende occidentali. Forse può essere successo all’inizio ma oramai hanno già superato questo punto. In ogni caso, lo fanno sembrare molto più facile. I produttori occidentali di stampanti 3D talvolta pensano che la loro tecnologia sia così complessa che nessuno possa replicarla. Invece Shining 3D sembra in grado di produrre stampanti di alta qualità industriale SLA, SLS e SLM, Il signor Tao ha spiegato che non è stato sicuramente facile. “Sono stati fatti investimenti molto significativi nello sviluppo delle nostre macchine. Possiamo essere un’azienda giovane ma gran parte dei nostri ingegneri e dei nostri professionisti dedicati alla ricerca e sviluppo sono esperti del settore industriale,” ha detto.

Shining3D078

 

Shining 3D, d’altro canto, fa sembrare facile sviluppare nuovi sistemi, così tanto che il signor Tao ha colto l’occasione per annunciare l’arrivo di una stampante 3D a metallo più piccola, ideale per polvere di metalli preziosi. La mia ipotesi è che invece di incontrare una resistenza generale dai produttori attuali che evidenziano tutti i limiti della tecnologia, troveranno il supporto di migliaia di artisti locali che non vogliono altro che sperimentare le nuove possibilità che offre. Possono forse copiare la tecnologia occidentale ma l’Occidente ha molto da imparare dalla Cina sulla”fabbrica di ogni cosa” del futuro.

 

Davide Sher

Sono un giornalista professionista iscritto all'ODG dal 2002 e mi sono sempre occupato di comunicazione trade. Per 10 anni ho redatto una testata dedicata al mercato dei videogiochi e successivamente ho partecipato alla creazione del primo iPad magazine dedicato all'elettronica di consumo. Dal 2012, mi occupo esclusivamente di stampa 3D/manifattura additiva, che vedo come la più affascinante e reale delle tecnologie oggi agli albori ma che plasmeranno il nostro futuro. Ho fondato Replicatore.it nel 2013 e ho scritto come blogger per diversi siti internazionali. Nel 2016 ho fondato la mia società 3dpbm (www.3dpbm.com), con base a Londra, che offre servizi di supporto alle aziende che vogliono comunicare, sia in Italia che nel mondo, i loro prodotti legati alla manifattura additiva. Oggi pubblichiamo diverse testate internazionali tra cui 3D Printing Media Network (il nostro sito editoriale internazionale), 3D Printing Business Directory (la più grande directory al mondo di aziende legate alla stampa 3D), Replicatore.it, Replicador.es e 3D Printing Media Network Chinese Version. Inoltre sono Senior Analyst di SmarTech Analysis, una delle più importanti realtà al mondo attive nella rilevazione di dati e previsioni di mercato relative ai vari segmenti verticali dell'industria della manifattura additiva.

Articoli Correlati

Back to top button
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!