MedicinaModellazione 3DNotizie - ultima oraScienza

La biostampa 3D di organi “nasce” in Corea del Sud

0 Condivisioni

POSTECH_New_Building credits-Wikimedia CommonsPer quanto possa sembrare lontana nel tempo, la creazione di organi stampati in 3D e pienamente funzionanti non è affatto fantascienza; almeno così sembrerebbe visto le ricerche all’avanguardia portate avanti dalla Postech University in Corea del Sud.

Un complesso e articolato sistema di sviluppo denominato Intelligent Manufacturing System Lab che, supervisionato dal professor Dong-Woo Cho dell’università sudcoreana, sta testando dei metodi efficaci per la futura stampa di organi sintetici in grado di compiere le stesse funzioni di quelli reali: in sostanza, la biostampa al suo gradino più alto.

Diagram 1

  • Come anticipato, la procedura – ancora in piena fase sperimentale e in costante via disviluppo – è decisamente elaborata e si discosta da quelle classiche della stampa 3D. Per cominciare, il team della Postech University ha iniziato a creare la base del tessuto biologico utilizzato una tecnica particolare simile alla stampa additiva, creando quindi strato per strato la struttura. A questo punto vengono aggiunte della nanofibre e il tutto viene inserito nel sistema per la stampa 3D delle cellule, le quali a loro volta vengono posizionate all’interno di un bioreattore. Qui il processo permette di “far crescere” tessuti organici differenti, come pelle, ossa, cartilagine e vasi sanguigni, giusto per fare qualche esempio. Il lato particolarmente interessante è che all’Intelligent Manufactoring System Lab vengono utilizzate differenti tecnologie per la biostampa 3D, tra cui:
  • Microstereolitografia
    MSTL microstereilithography
  • Microstereolitografia a proiezionepMSTL projection based MSTL
  • Nano stereolitografia
    NSTL nanostereolithography
  • Multihead Deposition System (principalmente utilizzato per gli hydrogel)
    MHDS - multihead deposition system

A conti fatti – come avranno notato i più esperti in campo di 3D printing – si tratta di una sinergia perfetta tra tecnologie per la stampa 3D e conoscenza medica, che sfrutta variazioni della più utilizzata stereolitografia e i sistemi di modellazione professionale per stampare potenziali organi. La strada è ancora molto, molto lunga, ma almeno con queste ricerche siamo passati dal campo della “fantascienza” a quello della medica – i cui progressi saranno mostrati dalla Postech University alla Conferenza sulla Biofabbricazione di Pohanf, in Corea del Sud, il prossimo 28 settembre.

diagram 2

0 Condivisioni
Tags
Research 2021
Metal AM Market Opportunities and Trends

This market study from 3dpbm Research provides an in-depth analysis and forecast of the three core segments...

Articoli Correlati

Back to top button

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Tracciamo le informazioni anonime degli utenti per migliorare il nostro sito web.
  • _ga
  • _gid
  • _gat

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!