Un’installazione stampata in 3D per il Salone del Mobile di Milano

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Oltre a essere la capitale della moda, Milano si sta imponendo anche come punto di riferimento globale per il design, grazie al Salone del Mobile. Un evento che, anno dopo anno, riesce a mettere in mostra installazioni tematiche capaci di attirare un vastissimo pubblico. E quest’anno potrebbe attirarne ancora di più, visto che è stata annunciata un’installazione creata tramite la stampa 3D.

L’installazione è stata progettata dall’architetto francese Arthur Mamou-Mani, noto per le sue opere parametriche su larga scala, e sarà realizzata in collaborazione con il marchio di design londinese COS. Quella di quest’anno sarà l’ottava collaborazione tra COS e il Salone del Mobile, ma la prima in assoluto a utilizzare la stampa 3D.

Il progetto verrà presentato ad aprile, sarà composto da architetture piramidali costruite con mattoni bioplastici stampati in 3D e sarà posizionato all’interno di Palazzo Isimbardi. L’installazione finale includerà anche una stampante 3D in loco e vari elementi interattivi. “Il filo conduttore dell’ispirazione di quest’anno è stato il nuovo mestiere e l’innovazione”, ha dichiarato il direttore creativo di COS, Karin Gustafsson. “Quello che ci è piaciuto del lavoro di Mamou-Mani è stato che il processo ha informato il risultato finale, che è anche il modo in cui lavoriamo”.

Il prossimo Salone del Mobile avrà un forte l’attenzione ai materiali, con un occhio di riguardo per i biomateriali. “C’è una consapevolezza dei materiali che sta iniziando a tornare in architettura”, ha spiegato Mamou-Mani. “Le bioplastiche hanno un’impronta di carbonio molto inferiore rispetto alle plastiche convenzionali e, a differenza della plastica a base di benzina”.

Non resta quindi che aspettare il prossimo Salone del Mobile di Milano, che si terrà dal 9 al 14 aprile 2019, per visitare in prima persona questa innovativa installazione.

Autore Matteo Maggioni

Laureato in Scienze Giuridiche presso l’Università degli Studi di Milano, nel corso degli anni Matteo si è specializzato nel mercato delle New Technologies, concentrandosi particolarmente sul mercato della stampa 3D e sulle sue possibili applicazioni nel mondo dell'Industria 4.0.

Da non perdere

Causa Coronavirus è stata rinviata a giugno l’edizione di MECSPE 2020

Come prevenzione contro la nota epidemia di Coronavirus, è stata rinviata la diciannovesima edizione del …