Nel suo ultimo video Carbon stampa in 3D componenti definitivi per moto elettriche

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Dall’entrata in scena della tecnologia Carbon M1 e CLIP, la stampa in 3D non interessa più soltanto la fase di prototipazione. Infatti adesso, grazie alle grandi svolte in termini di materiali e processi, i brand più importanti quali BMW, Delphi e ora anche Alta Motors possono creare componenti per moto reali e funzionali e riprodurre i progetti a velocità mai viste prima.

La stampante 3D Carbon M1 consente, per la prima volta, di stampare in 3D parti isotropiche con proprietà meccaniche e finitura superficiale come i materiali plastici stampati a iniezione. Nessun altra tecnologia additiva propone una sintesi di taglio, forma e funzione, necessaria per trovare un compromesso tra prototipazione e produzione.

pricing

In genere, le parti prodotte con la M1 hanno le proprietà meccaniche, la risoluzione e la finitura superficiale necessarie per la produzione. I materiali Carbon riflettono la gamma di proprietà associate ai materiali termoplastici con stampaggio a iniezione classici e il processo produce parti isotropiche che non risentono di problemi di delaminazione o porosità superficiale.

In uno sport dominato esclusivamente da motori diesel, Alta Motors ha dimostrato che le sue moto elettriche Redshift potevano dare filo da torcere a quelle prodotte dai leader del settore OEM. Per affermare il vantaggio concorrenziale, la compagnia si è servita della tecnologia Carbon CLIP sia per la prototipazione funzionale che per la produzione. Usando il materiale Carbon RPU, la Alta Motors stampa componenti pronti per la messa in strada al fine di ottimizzare la produzione e scoprire nuove geometrie per potenziare le moto più veloci del mondo.

I primi progetti del Redshift sono stati realizzati a San Francisco nel 2007. Due centauri, Derek Dorresteyn e Jeff Sand, con qualche anno di esperienza in produzione, ingegneria e progettazione alle spalle, si sono innamorati dell’idea di una curva di coppia armoniosa e perfettamente reattiva. Naturalmente hanno iniziato a considerare le possibilità di realizzare una loro moto elettrica, una moto che avrebbe potuto essere più veloce e manovrabile rispetto alle altre moto a benzina.

Autore Martina Pelagallo

Da non perdere

Il metodo volumetrico di stampa 3D di EPFL può stampare oggetti in pochi secondi

I ricercatori dell’Istituto Federale Svizzero di Tecnologia di Losanna (EPFL) hanno aperto la strada ad …