Il gigante Fincantieri valuta l’uso della tecnologia per Titomic per AM su larga scala

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Segnando la prima adozione al mondo dell’AM nel settore navale, Titomic ha sottoscritto un memorandum d’intesa con Fincantieri, al fine di valutare il potenziale dei processi di manifattura additiva dell’azienda, Titomic Kinetic Fusion, per l’utilizzo all’interno delle attività manifatturiere di Fincantieri. Efficace da subito e con una durata di 12 mesi, l’accordo tra Titomic e Fincantieri esplora i processi brevettati dalla compagnia al fine di integrare e migliorare gli esistenti processi produttivi e rappresenta l’inizio di una partnership sinergica.

“L’accordo con Fincantieri segna una pietra miliare per il futuro della cantieristica navale e della produzione additiva su scala industriale,” ha affermato Jeff Lang, CEO e CTO di Titomic. “Questa intesa, per la valutazione del nostro processo Titomic Kinetic Fusion, non rappresenterà soltanto un valore aggiunto per le attività di manifattura e riparazione esistenti, ma condurrà alla creazione di imbarcazioni high-tech di nuova generazione.”

Con 20 cantieri navali sparsi per i quattro continenti, Fincantieri S.p.A è uno dei più grandi gruppi cantieristici e il primo per diversificazione e innovazione. È leader nella progettazione e nella costruzione di navi da crociera e un punto di riferimento per tutti i settori della cantieristica high-tech, da quello navale a quello degli offshore, dalle imbarcazioni speciali ad elevata complessità e traghetti ai mega yatch, passando per lavori di manutenzione, riconversione, produzione di sistemi e apparecchiature e servizi post-vendita.

Fincantieri si occupa anche della manutenzione e della ristrutturazione della navi da crociera, uno dei principali e crescenti settori internazionali. L’azienda è inoltre uno degli offerenti selezionati per il programma Future Frigates SEA 5000. Titomic è stata insignita del titolo di Best Maritime Innovation durante l’Esposizione marittima internazionale “Pacific 2017”. Questo memorandum d’intesa afferma l’ingresso di Titomic nei settori della cantieristica navale e degli offshore. La fase di ricerca e sviluppo iniziale si svolgerà nella struttura Titomic di Melbourne.

Anche Dario Deste, Chairman di Fincantieri Australia, ha commentato l’accordo: “Siamo lieti di collaborare con Titomic, un’innovativa azienda che si occupa di manifattura avanzata, per approfondire lo sviluppo di nuove tecnologie, perfezionarci e creare valore per tutti i nostri azionisti. La rilevanza di questa partnership si basa sull’esaminare il modo in cui possiamo introdurre nuove tecnologie di manifattura per rendere l’Australia un’eccellenza nella tecnologia navale avanzata e migliorare le nostre soluzioni sul mercato mondiale.”

Autore Martina Pelagallo

Da non perdere

Wilhelmsen effettua la prima consegna commerciale di pezzi di ricambio stampati in 3D alla nave Berge Bulk

Solo un paio di mesi dopo il lancio del suo programma Early Adopter di pezzi …