Acquisizioni e partnershipInterviste

Il CEO Yoav Zeif afferma che Stratasys è pronta a fare un passo avanti

Una solida presenza globale e molteplici sinergie con Desktop Metal consentiranno al leader del mercato AM di mantenere finalmente la promessa di migliorare la produzione?

0 Condivisioni

Nelle ultime settimane, Stratasys è diventata oggetto (del desiderio) di molteplici offerte di acquisizione – da Nano Dimension e da 3D Systems – e ha avviato una fusione con una delle società che ha effettuato più acquisizioni negli ultimi anni, Desktop Metal. Come nel 2012/13 (con Stratasys-Objet) e nel 2020/21 (con Desktop Metal – ExOne), le fusioni sono viste positivamente dal mercato azionario, con tutti i principali titoli di stampa 3D che hanno registrato guadagni significativi.

Negli ultimi due anni, Stratasys, Nano Dimension e 3D Systems hanno condotto acquisizioni, nel tentativo continuo di consolidare un settore estremamente frammentato. Per chiunque guardi il settore AM dall’esterno (o anche dall’interno), questo processo può sembrare una ruota che gira fuori controllo, ma il CEO di Stratasys Yoav Zeif è stato molto chiaro che questo sforzo è guidato dalle esigenze del settore AM per maturare in aziende AM meno numerose e più forti, come Stratasys, in grado di offrire ai clienti più valore per i loro soldi.

Il CEO Yoav Zeif afferma che Stratasys è pronta a fare un passo avanti, con una solida presenza globale e molteplici sinergie con Desktop MetalCiò che guida noi e me personalmente non è il denaro, non il rispetto del mercato e non l’ego. Ciò che guida la nostra strategia è che vediamo un problema con la produzione globale e vogliamo risolverlo.Yoav Zeif, amministratore delegato di Stratasys

Consolidamento e produzione di massa additiva

La necessità di consolidamento del settore AM e la necessità di AM di soddisfare i requisiti di produzione in termini di qualità delle parti, costo delle parti e automazione del flusso di lavoro vanno di pari passo. Secondo il signor Zeif, sono ugualmente urgenti. Non solo per far crescere l’industria additiva, ma anche per affrontare le criticità molto reali che la manifattura tradizionale presenta e che non sono più sostenibili.

“Posso assicurarvi che tutto ciò che stiamo facendo fa parte di una strategia ben ponderata”, ha detto Zeiv, “fa tutto parte di un piano strutturato e capiamo che anche questo richiede alcune mosse coraggiose. La linea di fondo è che il nostro obiettivo è fornire valore. Tutto inizia e finisce con i migliori interessi dei nostri clienti”.

Questo è qualcosa che abbiamo già sentito parecchie volte e il signor Zeif riconosce che “noi [sia in Stratasys che nell’industria AM nel suo insieme] finora non siamo riusciti a farlo. Sono qui con i miei team – ha detto a VoxelMatters – per assicurarmi ciò   che stiamo davvero realizzando”.

Stratasys Desktop Metal Nano Dimension 3D Systems Nexa3D Markforged
Polyjet (Objet) Metal/Sand binder jetting (ExOne) AME SLA SLS CFF (Composites)
FDM Single pass jetting (SPJ) Micro SLA (Nanofabrica) MJP cDLP ALD (metal filament)
cDLP (Origin) Robotic sand binder jetting (Viridis/ETEC) Ceramic/Metal DLP (Admatec) CJP (legacy) SLS (XYZprinting) Metal binder jetting (Digital Metal)
SLA (RPS) DLP and cDLP (ETEC) FGF (Titomic)
SAF (Xaar3D) Wood binder jetting (Forust) SLS
Bioprinting (Collplant/Origin) Bioplotter bioprinting (ETEC) Benchtop SLS (WeMatter)
BMP (metal filament) Bioprinting (Allevi, Volumetric)
DMP (metal L-PBF, Phenix)
Nella tabella sottostante sono riportati i marchi e le tecnologie chiave di alcune delle aziende più attive nella conduzione di acquisizioni nel settore AM globale. Fonte: Ricerca VoxelMatters .

Urgenza di scalare

Il nostro scetticismo iniziale, come sottolineato in questo recente articolo sulla fusione pianificata di Stratasys con Desktop Metal, è che i grandi utilizzatori industriali spesso ci dicono che non usano e non hanno intenzione di usare AM per la produzione di parti in lotti di grandi dimensioni. Anche se i nostri dati indicano che le parti finali (di uso finale) rappresentano già il numero unitario più significativo di parti AM prodotte e anche la maggiore opportunità di guadagno, in quasi tutti i segmenti dell’adozione di AM, ciò che questi dati non mostrano è che il valore della parte e quindi la redditività relativa è più significativa quando si tratta di prototipi e strumenti. Pertanto, abbiamo sostenuto che, in qualità di leader di mercato e azienda redditizia in costante crescita, Stratasys non ha alcuna urgenza di modificare lo status quo. Ma la grande produzione è l’unico modo in cui il settore può espandersi e il signor Zeif afferma che non solo stanno prendendo di mira in modo aggressivo i mercati delle parti di uso finale, ma che le parti di uso finale sono già una parte fondamentale del core business di Stratasys.

“Non è solo un obiettivo per noi, lo stiamo facendo quotidianamente”, ci dice. “Il modo in cui Stratasys opera oggi è molto diverso dal passato. Ciò che spinge noi e me personalmente – aggiunge – non sono i soldi, non il rispetto del mercato e non l’ego. Ciò che guida la nostra strategia è che vediamo un problema con la produzione globale e vogliamo risolverlo”.

Con una vasta esperienza sia in McKinsey che in raffinerie chimiche su larga scala, Zeif può parlare per esperienza. “[La manifattura tradizionale] è troppo pesante in termini di investimento, è rigida – dice. Devi mettere su grandi CapEx e creare enormi impianti di produzione il più vicino possibile al tuo cliente, ma non è possibile perché il costo del lavoro è troppo alto. Quindi, sposti la produzione in paesi a basso costo di manodopera, costruisci grandi impianti e invii prodotti in tutto il mondo con aerei, navi e tubi. Ma la maggior parte di ciò che stai spedendo è solo aria”.

Ciò porta a una mancanza di personalizzazione del prodotto, il che significa grandi costi di magazzino, unita a un’enorme impronta globale. I processi digitali esistenti come la fresatura CNC sono troppo affamati di energia e dispendiosi. Per non parlare delle geometrie realizzabili solo con AM.

Zeif è in Stratasys da poco più di 3 anni “Ma finora – ammette – non siamo riusciti a sfruttare appieno i vantaggi che l’AM può offrire”. Elenca quattro ragioni: costo per parte, qualità delle parti, flussi di lavoro end-to-end e stabilità aziendale. Non potremmo essere più d’accordo e Zeif sostiene che Stratasys ha preso provvedimenti in tutte queste aree e che la fusione di Desktop Metal rientra esattamente in questa strategia. Vediamo esattamente come.

Consegna delle parti finali

In termini di costo per pezzo, Zeif cita il recente caso in cui la US Navy ha installato ben 25 sistemi F900 e ha ottenuto un pieno ritorno sull’investimento nel giro di pochi mesi. Sebbene questo possa essere ancora un caso relativamente raro, Zeif è convinto che ci siano molte di queste opportunità in giro, dove AM può già offrire un valore aggiunto reale e immediato. E dobbiamo solo trovarli.

La seconda sfida, garantire la qualità delle parti, è qualcosa che VoxelMatters ha sostenuto collaborando attivamente con aziende chiave in questo settore, come Theta Technologies e AM-Flow. Oltre a creare un’unità di qualità di 45 persone, Stratasys ha recentemente acquisito la società di software per la garanzia della qualità Riven. La start-up con sede a Berkeley, in California, ha sviluppato il software Warp Adaptive Modeling per ispezionare, diagnosticare e correggere rapidamente le deviazioni tra i file CAD e le effettive parti stampate in 3D. Ciò dovrebbe aiutare a rimuovere un collo di bottiglia potenzialmente significativo nel processo di produzione delle parti che aiuterà i clienti di Stratasys a scalare l’adozione della produzione additiva utilizzando qualsiasi stampante 3D Stratasys che esegue il software GrabCAD Print. “Senza qualità non siamo niente”, dice Zeif. Il terzo punto, la necessità di stabilire un flusso di lavoro end-to-end che integri la stampa 3D, è direttamente connesso alla qualità della parte: le macchine devono vedere e comprendere ogni singola parte per automatizzare il flusso di lavoro, dal CAD alla parte finale.

Il CEO Yoav Zeif afferma che Stratasys è pronta a fare un passo avanti, con una solida presenza globale e molteplici sinergie con Desktop Metal
La US Navy ha acquisito 25 sistemi F900 da installare su navi da guerra e ha ottenuto un pieno ritorno sull’investimento nel giro di pochi mesi.

Infine, e questo ci porta alla fusione di Desktop Metal, il settore AM necessita di consolidamento. “È un’industria di startup e questo è ottimo per l’innovazione”, sostiene Zeif, “ma non è sempre quello che vogliono i grandi utilizzatori. Aziende come Tesla, Boeing o GM hanno bisogno di stabilità. Questi tipi di clienti sono stati molto contenti della nostra fusione perché vogliono investire nelle tecnologie Desktop Metal, ma hanno bisogno di una struttura più ampia per supportare adeguatamente il loro investimento e i relativi rischi che stanno assumendo per ottenere i frutti su tutta la linea.

Perché Desktop Metal

Perché Stratasys si è fusa con Desktop Metal e non con un’altra società? E perché, seguendo lo stesso ragionamento, Desktop Metal non è stato acquisito da qualcun altro? Penso che i motivi siano collegati e abbastanza chiari. Stratasys si è fusa con Desktop Metal perché è fiduciosa che le sue tecnologie siano le migliori per far crescere la sua attività e scalare la produzione di polimeri e metalli. La società è stata uno dei primi investitori in Desktop Metal e molti distributori Stratasys in tutto il mondo vendono anche prodotti Desktop Metal.

Desktop Metal si è fusa con Stratasys e non con un’altra società perché non ci sono molte aziende in giro che possono comprendere e valutare appieno il potenziale e la validità delle tecnologie e delle proprietà di Desktop Metal.

“Desktop Metal è un diamante grezzo e Stratasys ha un buon nome”, spiega Zeif. “Possiamo interagire con molte altre aziende del settore e abbiamo scelto Desktop Metal perché abbiamo riscontrato i più alti livelli di complementarità di entrambi i portafogli. Non meno importante – aggiunge – è il fatto che stanno portando l’innovazione dal MIT. È radicato nella loro cultura e possiamo prendere quell’innovazione e trasformarla in un vero business”.

Il CEO Yoav Zeif afferma che Stratasys è pronta a fare un passo avanti, con una solida presenza globale e molteplici sinergie con Desktop Metal
L’X160Pro di ExOne/Desktop Metal è il sistema di produzione a getto di legante più collaudato per la produzione diretta di parti oggi sul mercato.

Anche così, la reputazione di Desktop Metal ha subito un duro colpo negli ultimi tempi, poiché la visione AM 2.0 del suo fondatore Ric Fulop, che ha portato l’azienda a una valutazione di mercato azionaria di $ 2 miliardi, è stata rallentata dalle sfide nello sviluppo del mercato e nell’integrazione delle acquisizioni. Il signor Zeif considera questo solo clamore negativo. “Quando sono arrivato in Stratasys, ogni settimana c’era un articolo negativo sull’azienda”, afferma Zeif. “[Stavano] dicendo che eravamo ‘alla fine della nostra corsa’, ‘non potevamo crescere’, ‘perdere quote di mercato’. Ora stanno dicendo cose simili su Desktop Metal.

“Abbiamo investito migliaia di ore in due diligence e abbiamo appreso che ci sono tecnologie molto valide e stabili all’interno delle tecnologie che Ric [Fulop] ha acquisito – chiarisce Zeif. Nessuno è migliore in termini di affidabilità del binder jetting di ExOne. Sono anche leader nella colata in sabbia mentre EnvisionTEC, o ETEC, è la società che ha inventato DLP. Con la serie 8K coprono il segmento odontoiatrico lato poltrona di fascia bassa e l’industria su larga scala. Mentre le nostre stampanti Origin coprono la gamma ad alta produttività. Insieme, si tratta di attività annuali da oltre 200 milioni di dollari. Dobbiamo investire per trasformarli tutti in prodotti ancora più commerciabili, ma ci sono già molte grandi sinergie”.

Il CEO Yoav Zeif afferma che Stratasys è pronta a fare un passo avanti, con una solida presenza globale e molteplici sinergie con Desktop Metal
Non si tratta solo di tecnologie hardware AM. Uno dei punti di svolta tra le proprietà di Desktop Metal è il software e l’esperienza dell’azienda nello sviluppo di capacità di sinterizzazione.

Il prodotto destinato a realizzare pienamente la visione AM 2.0 è la stampa e la sinterizzazione 3D in metallo ad alta velocità. Diverse aziende lo stanno sviluppando, ma Desktop Metal è l’unica azienda che ha investito in modo significativo nello sviluppo delle capacità e della simulazione della sinterizzazione. “Sono gli unici che realizzano il software e hanno 50 brevetti solo sulla fornace. La fase di sinterizzazione è estremamente complicata; i nostri ragazzi sono stati lì per settimane a impararlo. Se non fossi personalmente sicuro di poterlo produrre, non lo faremmo”.

Zeif ha anche confermato di aver chiuso due progetti metal che all’interno di Stratasys perché non potevano differenziarsi dalle altre tecnologie sul mercato. “Ma con questo”, dice, “possiamo differenziare e mantenere la promessa. Domani mattina non succederà. Potrebbero volerci da pochi mesi a due anni, ma saremo lì con la migliore tecnologia del metallo”.

Consolidare e sinergizzare

Il signor Zeif vede più possibili sinergie tra le due società. Prima con il business dei materiali in resina liquida e IP, combinando i materiali ETEC e Adaptive3D di Desktop Metal con la recente acquisizione di materiali Royal DSM/Covestro AM di Stratasys e la lunga esperienza dell’azienda nello sviluppo e nella produzione di resine fotopolimeriche per la sua tecnologia Polyjet. “Abbiamo una capacità sufficiente per supportare le resine Desktop Metal ei materiali Covestro nel nostro stabilimento in Israele, il tutto a un costo molto inferiore”, conferma.

Le maggiori sinergie possono essere trovate nell’hardware del getto, combinando l’esclusiva esperienza nel getto di Stratasys, derivante dalla sua attività Polyjet leader mondiale, con i requisiti di getto di Desktop Metal, guidando gli obiettivi di produzione di metallo ad alta velocità del P-50 e del P- 1 sistemi.

“Non ci siamo uniti a Desktop Metal solo perché era disponibile. Abbiamo scelto Desktop Metal perché vogliamo davvero mantenere la promessa della produzione additiva con un approccio unico e distintivo”, afferma Zeif. “Non vogliamo più lo stesso. Vogliamo portare questo settore nella produzione. E per farlo, dobbiamo combinare l’innovazione con la professionalità, con attenzione, disciplina e processi”.

“Non riesco nemmeno a immaginare come sarà integrare tutte le proprietà di Stratasys e Desktop Metal o cosa verrà fuori alla fine del processo. Si spera che sarà un’azienda molto più snella e solida che può continuare a guidare il mercato AM verso la maturità attraverso una struttura globale commerciale e di marketing solida, integrata e di vasta portata. Anche se ho imparato a non dire mai in AM, non credo che Stratasys vorrà essere acquisita da un’altra società”.

 

 

0 Condivisioni
Tags
Research 2024
Polymer AM Market 2023

899 polymer AM companies individually surveyed and studied. Core polymer AM market generated over $5.5 bill...

Davide Sher

Sono un giornalista professionista iscritto all'ODG dal 2002 e mi sono sempre occupato di comunicazione trade. Per 10 anni ho redatto una testata dedicata al mercato dei videogiochi e successivamente ho partecipato alla creazione del primo iPad magazine dedicato all'elettronica di consumo. Dal 2012, mi occupo esclusivamente di stampa 3D/manifattura additiva, che vedo come la più affascinante e reale delle tecnologie oggi agli albori ma che plasmeranno il nostro futuro. Ho fondato Replicatore.it nel 2013 e ho scritto come blogger per diversi siti internazionali. Nel 2016 ho fondato la mia società 3dpbm (www.3dpbm.com), con base a Londra, che offre servizi di supporto alle aziende che vogliono comunicare, sia in Italia che nel mondo, i loro prodotti legati alla manifattura additiva. Oggi pubblichiamo diverse testate internazionali tra cui 3D Printing Media Network (il nostro sito editoriale internazionale), 3D Printing Business Directory (la più grande directory al mondo di aziende legate alla stampa 3D), Replicatore.it, Replicador.es e 3D Printing Media Network Chinese Version.

Articoli Correlati

Back to top button

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online e per la personalizzazione degli annunci, per informazioni visita la pagina privacy e termini di Google.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Per utilizzare questo sito Web utilizziamo i seguenti cookie tecnicamente necessari
  • PHPSESSID
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!