Edilizia & Architettura

Holcim costruisce il primo edificio stampato in 3D in loco in Svizzera

Lo showroom di Kobelt AG si estende su una superficie di 150 m² e presenta pareti stampate in 3D che raggiungono un'altezza di 6,2 m

0 Condivisioni

Holcim, un’azienda di stampa 3D in calcestruzzo, ha completato il primo edificio stampato in 3D in loco della Svizzera: uno showroom per Kobelt AG, un’azienda rinomata per i suoi servizi di costruzione e ristrutturazione dal 1964. Kobelt AG, affrontando limitazioni di spazio negli attuali uffici, ha cercato una soluzione innovativa e si è rivolto alla tecnologia di stampa 3D per l’edilizia all’avanguardia di Holcim, segnando un cambiamento significativo per l’azienda, tradizionalmente nota per le costruzioni in legno.

Per dare vita a questo progetto, Holcim ha collaborato con PERI 3D Construction e ha utilizzato una stampante per costruzioni 3D BOD2 di COBOD, con PERI e COBOD che detengono partecipazioni di minoranza nel progetto.

Lo showroom di nuova concezione si estende su 150 m² e presenta pareti stampate in 3D che raggiungono un’altezza di 6,2 m. La costruzione è stata completata in sole 55 ore in otto giorni, dimostrando una velocità irraggiungibile con i metodi di costruzione convenzionali, soprattutto per le strutture con pareti curve.

Holcim, un'azienda di stampa 3D in calcestruzzo, ha completato il primo edificio stampato in 3D in loco della Svizzera

“Abbiamo stampato lo showroom in otto giorni di stampa con un totale di 60 m³ di cemento. Ci sono state diverse sfide, ma questi insegnamenti ci aiuteranno a migliorare il nostro flusso di lavoro per i progetti futuri. Un ringraziamento speciale a tutti coloro che ci hanno aiutato e sostenuto. Inoltre, un grande ringraziamento a Kobelt AG per la fiducia riposta in noi per la stampa del primo edificio in loco in Svizzera”, ha affermato Kevin Böhlen, Project Manager presso Holcim Svizzera.

Il design minimalista degli interni dello showroom fonde perfettamente il legno con le esclusive pareti di cemento stampate in 3D. Comprende zone funzionali come aree riunioni, esposizioni di campioni, un angolo per bambini, una cucina per il caffè e una sala riunioni separata accessibile tramite una scala circolare.

“Ci congratuliamo con Holcim per lo sviluppo del nuovo cemento reale stampabile in 3D. Da tempo sosteniamo la stampa con vero cemento e non con malte, poiché la stampa con malte comporta l’utilizzo di più cemento, maggiori emissioni di CO2 e costi. Dobbiamo ridurre l’impronta di CO2 del settore edile e questo possiamo ottenerlo stampando in 3D una progettazione efficiente dei materiali con vero cemento, non malte”, ha affermato Henrik Lund-Nielsen, fondatore e direttore generale di COBOD.

0 Condivisioni
Tags
Research 2024
Consumer Products AM 2024

This new market study from VoxelMatters provides an in-depth analysis and forecast of polymer and metal AM ...

Articoli Correlati

Back to top button

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online e per la personalizzazione degli annunci, per informazioni visita la pagina privacy e termini di Google.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Per utilizzare questo sito Web utilizziamo i seguenti cookie tecnicamente necessari
  • PHPSESSID
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!