Generazione tecnologia indossabile

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Quando quattro laureati del MIT, la più famosa scuola di tecnologia al mondo hanno deciso unire le forse e inventare qualcosa di assolutamente rivoluzionario. Il risultato? Mimo, il più avanzato baby monitor sulla faccia della Terra e uno dei primi esempi veramente funzionali di wearable technology. Mimo è una tutina in cotone organico con un sensore lavabile.

MimoCollegando al sensore una tartarughina WiFi riceverete direttamente sul vostro smartphone tutti i dati e segni vitali del vostro bebè in tempo reale. Ritmo di respirazione, temperatura, posizione del corpo, livello di attività: tutti vengono trasmessi usando la tecnologia Bluetooth low energy che è considerata assolutamente sicura anche per i bimbi appena nati.

L’unico difetto del Mimo è che è possibile usarlo solo con le tutine, battezzate Kimono, realizzate da Rest Devices. Per fortuna ce ne sono tre nello starter pack, mentre i pacchetti aggiuntivi costano 29,99 euro per due tutine.

Oltre a mostrare tutti i segnali vitali in tempo reale, l’App Mimo Monitor per iOS e Android, vi permetterà di ascoltare il vostro bebè e anche di registrare e organizzare al meglio gli orari di pasti e sonnellini.

Il team di che ha fondato Rest Devices e ha creato il Mimo è formato da tre ingegneri del MIT specializzati nello studio dei sensori. Visto che i loro amici gli chiedevano sempre più spesso di usare le loro ricerche per monitorare i loro bebè, hanno comprato una stampante 3D MakerBot Replicator 2 e hanno realizzato il primo prototipo in pochissimo tempo. Da lì alla commercializzazione il passo è stato brevissimo.

Mimo ha realizzato un video per illustrare come il Mimo può rendere la vita di una neo-mamma molto più rilassante. Il video è in inglese ma il concetto è chiaro: meno stress e più serenità attraverso la tecnologia.

Immaginate la tranquillità di non doverlo controllare ogni secondo, di potervi rilassare senza mai perdere di vista anche il minimo dettaglio sulla sua salute: spesso le tecnologie più rivoluzionarie sono quelle più semplici ma in grado di migliorare la vita di tantissime persone. Al MIT insegnano anche questo.

Mimo-Baby-Monitor-3D-Printing-700

Mimo2

Autore Davide Sher

Sono un giornalista professionista iscritto all'ODG dal 2002 e mi sono sempre occupato di comunicazione trade. Per 10 anni ho redatto una testata dedicata al mercato dei videogiochi e successivamente ho partecipato alla creazione del primo iPad magazine dedicato all'elettronica di consumo. Dal 2012, mi occupo esclusivamente di stampa 3D/manifattura additiva, che vedo come la più affascinante e reale delle tecnologie oggi agli albori ma che plasmeranno il nostro futuro. Ho fondato Replicatore.it nel 2013 e ho scritto come blogger per diversi siti internazionali. Nel 2016 ho fondato la mia società 3dpbm (www.3dpbm.com), con base a Londra, che offre servizi di supporto alle aziende che vogliono comunicare, sia in Italia che nel mondo, i loro prodotti legati alla manifattura additiva. Oggi pubblichiamo diverse testate internazionali tra cui 3D Printing Media Network (il nostro sito editoriale internazionale), 3D Printing Business Directory (la più grande directory al mondo di aziende legate alla stampa 3D), Replicatore.it, Replicador.es e 3D Printing Media Network Chinese Version. Inoltre sono Senior Analyst di SmarTech Analysis, una delle più importanti realtà al mondo attive nella rilevazione di dati e previsioni di mercato relative ai vari segmenti verticali dell'industria della manifattura additiva.

Da non perdere

CRP porta la sua esperienza nella stampa 3D al Composites in Motorsport

CRP Technology ha ormai maturato una notevole esperienza per quanto riguarda l’applicare con successo le …

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!