Lancio nuovo prodottoProduzione

Gefertec lancia la stampante 3D in metallo arc80X

Kingsbury, nel Regno Unito, ha acquistato il primo sistema per il centro applicativo Additure

0 Condivisioni

Gefertec, un’azienda tedesca di produzione additiva, ha lanciato la sua ultima macchina, la arc80X, con la capacità di stampare componenti metallici fino a 2 m x 2 m x 2 m di dimensioni. La macchina è inoltre modulare ed è quindi possibile per gli utenti aggiornarla secondo necessità. Kingsbury, partner commerciale di fiducia di Gefertec per il mercato britannico negli ultimi cinque anni, ha acquistato il primo arc80X per il centro applicativo della sua controllata Additure.

Fondata due anni fa, Additure si concentra esclusivamente sui metodi di produzione additiva e utilizza già una macchina arc405 nel suo centro applicativo. L’aggiunta dell’arc80X migliorerà le loro capacità, consentendo la produzione a contratto e studi di fattibilità presso il loro sito di Preston.

“Con la continua domanda nei settori della difesa, della produzione di energia e aerospaziale e la quantità di ordini che abbiamo dovuto rifiutare, la decisione di acquistare una seconda macchina GEFERTEC è stata facile. L’arc80X non solo ci fornisce la capacità aggiuntiva tanto necessaria, ma offre anche un involucro di costruzione significativamente più ampio”, ha affermato Richard Kingsbury, amministratore delegato di Kingsbury. “Siamo in grado di stampare parti molto più grandi, il che aumenta significativamente il nostro valore e la nostra rilevanza per questi importanti settori”.

arc80X di Gefertec consente la produzione in serie di componenti senza operatore. Il successo dimostrato lo scorso anno da Siemens Energy sulla produzione in serie utilizzando la produzione additiva con arco a filo (WAAM) ne è una prova dell’efficacia. Nell’autunno del 2023, Siemens Energy ha celebrato la produzione della sua millesima pala di turbina utilizzando la tecnologia WAAM. Questo risultato sottolinea l’affidabilità e l’efficienza delle macchine ad arco nel superare le sfide della catena di fornitura e nel mantenere standard di alta qualità.

Nel 2018, un ritardo del fornitore ha spinto Siemens Energy a orientarsi verso la produzione additiva, in particolare la tecnologia WAAM. Il passaggio ha garantito la disponibilità immediata dei componenti e l’indipendenza dalle catene di fornitura tradizionali, facendo di Siemens Energy la prima azienda al mondo a utilizzare WAAM nella produzione in serie con la serie di macchine ad arco di Gefertec.

0 Condivisioni
Tags
Research 2024
Composites AM 2024

746 composites AM companies individually surveyed and studied. Core composites AM market generated over $78...

Articoli Correlati

Back to top button

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online e per la personalizzazione degli annunci, per informazioni visita la pagina privacy e termini di Google.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Per utilizzare questo sito Web utilizziamo i seguenti cookie tecnicamente necessari
  • PHPSESSID
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!