AziendeMateriali

GE Additive cambia nome in Colibrium Additive

I marchi Concept Laser e Arcam sono dismessi, AP&C si rinnova

0 Condivisioni

GE Additive si sta rilanciando come Colibrium Additive, una società GE Aerospace.

Parte della divisione Propulsion & Additive Technologies (PAT) di GE Aerospace, Colibrium Additive, precedentemente GE Additive, è stata fondata alla fine del 2016. Oggi è un partner di fiducia e produttore di stampanti 3D industriali in metallo e polveri metalliche, nonché un fornitore di servizi per una base installata di clienti in crescita in tutti i settori industriali.

“Mentre cambiamo il nostro nome, manteniamo la nostra costante attenzione ai nostri clienti, alla qualità e all’affidabilità. Continueremo a guidare l’industria della produzione additiva in prima linea e a rivoluzionarla positivamente”, ha affermato Alexander Schmitz, CEO di Colibrium Additive.

GE Additive cambia marchio in Colibrium Additive poiché i marchi Concept Laser e Arcam vengono ritirati e AP&C si rinnovaLeader nel settore degli additivi in ​​prima linea

Colibrium Additive è un nome coniato, che incorpora le parole “collaborativo” ed “equilibrio” e riflette l’esperienza dell’azienda, affiancando i clienti in ogni fase del loro percorso additivo e fornendo loro risultati di produzione affidabili e scalabili.

Il nuovo nome di Colibrium Additive rafforza inoltre l’approccio dell’azienda alla guida del settore degli additivi dal fronte, sia che si tratti di istruire i regolatori, collaborare con il mondo accademico e promuovere la prossima generazione di talenti additivi. In qualità di leader comprovato nel settore degli additivi, l’azienda continuerà a offrire punti di vista affidabili ed equilibrati e pragmatismo man mano che il settore si evolve e sperimenta il cambiamento.

“Eravamo pronti per un cambiamento. La trasformazione di GE in tre società autonome ha rappresentato un’opportunità ideale per rivedere la nostra identità aziendale”, ha affermato Shaun Wootton, responsabile delle comunicazioni presso Colibrium Additive. “Il nostro nuovo nome e l’identità del marchio sono moderni e dinamici. Entrambi sono stati progettati per riflettere il nostro focus e i valori aziendali, il ritmo del cambiamento nel settore degli additivi, integrando al contempo l’identità complessiva del marchio GE Aerospace”, ha aggiunto.

Marchi ritirati e in fase di rinnovamento

Nell’ambito della transizione del marchio, i marchi legacy Concept Laser e Arcam EBM verranno ritirati. Originariamente, i nomi delle due società acquisite da GE nel novembre 2016 per formare GE Additive, Concept Laser e Arcam EBM sono stati recentemente utilizzati come marchi di prodotto per il portafoglio di stampanti di Colibrium Additive.

Anche AP&C, l’azienda di polveri di Colibrium Additive, con sede a Montreal, Canada, ha subito un piccolo aggiornamento del marchio con una nuova tavolozza di colori, un logo leggermente adattato e una nuova linea di attribuzione, “un’azienda di Colibrium Additive” per allinearsi all’architettura del marchio di GE Aerospace.

Nell’ambito degli sforzi di storytelling per introdurre e affermare il marchio Colibrium Additive, una campagna di marketing globale a 360° “A New Future” verrà lanciata il 1° maggio 2024 e durerà fino alla fine di dicembre. Inizialmente, la campagna si concentrerà sui media commerciali additivi e su LinkedIn, prima di estendersi ad altre piattaforme e canali multimediali.

Nell’ambito del lancio del marchio, Colibrium Additive ha anche lanciato un nuovo sito web, che si evolverà nei prossimi mesi in vista della fiera RAPID + TCT a fine giugno, e sarà localizzato in tedesco. Allo stesso tempo, i siti web di AP&C verranno aggiornati e rilanciati contemporaneamente.

0 Condivisioni
Tags
Research 2024
Composites AM 2024

746 composites AM companies individually surveyed and studied. Core composites AM market generated over $78...

Davide Sher

Sono un giornalista professionista iscritto all'ODG dal 2002 e mi sono sempre occupato di comunicazione trade. Per 10 anni ho redatto una testata dedicata al mercato dei videogiochi e successivamente ho partecipato alla creazione del primo iPad magazine dedicato all'elettronica di consumo. Dal 2012, mi occupo esclusivamente di stampa 3D/manifattura additiva, che vedo come la più affascinante e reale delle tecnologie oggi agli albori ma che plasmeranno il nostro futuro. Ho fondato Replicatore.it nel 2013 e ho scritto come blogger per diversi siti internazionali. Nel 2016 ho fondato la mia società 3dpbm (www.3dpbm.com), con base a Londra, che offre servizi di supporto alle aziende che vogliono comunicare, sia in Italia che nel mondo, i loro prodotti legati alla manifattura additiva. Oggi pubblichiamo diverse testate internazionali tra cui 3D Printing Media Network (il nostro sito editoriale internazionale), 3D Printing Business Directory (la più grande directory al mondo di aziende legate alla stampa 3D), Replicatore.it, Replicador.es e 3D Printing Media Network Chinese Version.

Articoli Correlati

Back to top button

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online e per la personalizzazione degli annunci, per informazioni visita la pagina privacy e termini di Google.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Per utilizzare questo sito Web utilizziamo i seguenti cookie tecnicamente necessari
  • PHPSESSID
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!