Arte & DesignAziendeComunicati stampaOpen SourceRisorseSoftware 3DStampa 3D - Processi

FABUI Colibri: il primo Sistema Operativo per la stampa 3D

Tutti gli utenti FABtotum sono ormai abituati alla FABUI, al suo uso e al suo aspetto: un’interfaccia web che collega macchina e umano. Una pagina web con un indirizzo IP dedicato che guida la multifunzione italiana nell’eseguire tutti i comandi richiesti. La FABUI, fino a oggi, è stata un software che si appoggiava a un firmware derivato da Marlin e che fin dalle sue prime versioni è stata in continuo aggiornamento fino alla fine della sua esistenza.
O meglio, non è esattamente così. Oggi, dopo tre anni di sviluppo intenso, il FABteam è pronto per presentare il primo Sistema Operativo per la stampa 3D: FABUI Colibri.
Un innovativo strumento multiuso per un prodotto multifunzione. La FABtotum Core e la FABUI Colibri sono un abbinamento perfetto.
Derivata da Linux, è pensata per segnare un nuovo inizio di un lungo cammino che verrà creato.

La FABUI Colibri è il risultato di un lungo processo: i riscontri degli utenti della FABUI e un grande lavoro fra prove e tentativi ha portato a una soluzione completamente diversa. Colibri è stata realizzata da zero per la stampa 3D grazie al lavoro del Team e di tutti gli utenti FABtotum, che beneficeranno dell’aggiornamento e potranno far parte di questa rivoluzione.

Cosa rende la FABUI Colibri così interessante?

È leggera, è veloce, è stabile. Proprio come il piccolo animale da cui FABtotum ha preso il nome, il primo Sistema Operativo per la stampa 3D è studiato per essere affidabile e non lasciare mai l’utente a sé stesso, garantendogli la migliore esperienza di sempre.

Leggera: con un peso di soli 150 mb riesce ad avere tutto quello di cui c’è bisogno per inizializzare tutte le funzioni principali della macchina. Il file può essere facilmente caricato su una micro SD (o qualsiasi altra dimensione, a seconda della versione di FABtotum)  per effettuare il passaggio da FABUI a Colibri. Ovviamente, sarà preinstallata su tutte le nuove unità ed è retrocompatibile con tutte le unità già esistenti.

Veloce: la prima installazione dura circa un minuto, i successivi avvii impiegano circa 15 secondi. Le luci bianche indicheranno all’utente che tutto è pronto come sempre. Ma più velocemente. La FABtotum sarà accessibile tramite un indirizzo IP standard nonché connettibile alla rete Wifi. In entrambi i casi, la pagina web risponderà immediatamente a ogni comando, dal movimento degli assi al controllo delle temperature al caricamento di file.

Stabile: ogni Sistema Operativo ha un metodo per il recovery e Colibri è stata studiata per non fallire mai. Nessuna perdita di dati o file, nessun problema. Il primo OS per la stampa 3D è in grado di ripartire in un click e autocorreggere i propri errori in modo che l’utente non rimanga mai con un sistema in crash. La FABUI Colibri è ideata per un uso continuativo, perfetto anche per l’uso professionale. Si aggiornerà, inoltre, in completa autonomia via remoto (a patto, ovviamente, che venga correttamente configurata la connessione alla rete).

C’è di più: FABUI Colibri introduce una nuova serie di algoritmi che ottimizzeranno tutte le fasi della stampa 3D. Introduce la possibilità di mettere in pausa una stampa, aggiunge un algoritmo che semplifica la visione artificiale.
Inoltre, FABUI Colibri rende possibile l’uso della Printing Head PRO, che sarà disponibile a giorni sullo store di FABtotum. Il Team di sviluppo sta lavorando per crescere sia sul lato del software sia hardware, così da farli operare insieme e offrire la migliore esperienza di sempre.
Ultimo ma non meno importante, ogni utente potrà sia fare update sia downgrade del software e del firmware in caso di necessità (questo potrà essere un grande vantaggio, per esempio, per chi desiderasse sviluppare una nuova interfaccia così da poterla usare nonostante FABtotum volesse proseguire su una linea diversa).

Un look semplice e user friendly

La FABUI Colibri ha una grafica semplice ed è semplice da usare. Le funzioni e le sezioni più importanti sono ordinatamente elencate nel menu laterale. Tutti gli utenti FABtotum riconosceranno lo stesso scheletro a cui sono stati abituati dalle versioni precedenti della FABUI. La nuova grafica è più chiara e mette in risalto ciò che più conta, ovvero le diverse funzionalità della macchina.

Dashboard: una sorta di punto di partenza in cui trovare tutte le news e i post della Community sui vari canali social. Un modo per rimanere sempre aggiornati e curiosare fra le creazioni degli altri utenti.

Make: è qui che la funzione viene scelta. È da qui che i progetti prendono vita.
Jog: la sezione in cui controllare in modalità più “manuale” l’unità e pilotarla in caso di richieste specifiche.

Maintenance: quest’area è fondamentale in quanto periodicamente è sempre bene eseguire una buona manutenzione. Qui si trova anche la possibilità di caricare e scaricare il materiale di stampa.

Settings: calibrare la FABtotum è necessario e non solo alla prima accensione. Questa voce del menu guida l’utente in tutte le configurazioni, dalla rete al livellamento dell’Hybrid Bed, ovvero il piano di stampa.

Queste, ovviamente, sono solo le voci principali del menu. Insieme a una grafica nettamente più  user friendly c’è un’altra grande novità: la FABUI Colibri è disponibile in tre lingue. Inglese, italiano e tedesco. Le altre? Avere una grande Community serve anche a questo: dove non arriva FABtotum e il suo Team, possono arrivare gli altri. Sarà quindi possibile realizzare versioni in altre lingue i cui testi verranno prima ricontrollati dal Team e successivamente resi disponibili per tutti.

Uno spirito libero

La FABtotum rimane un progetto open-source in molte delle sue parti. La FABUI Colibri ha una sezione dedicata per la creazione di plug in nonché per l’uso di teste create dagli utenti, definite come “custom”. Fin dall’inizio del percorso della azienda, le creazioni della community sono sempre state benvolute e incoraggiate. Con l’arrivo dell’Head Development Kit il Team ha offerto un nuovo supporto dal punto di vista hardware. La FABUI Colibri aggiunge la possibilità di creare facilmente anche sul fronte software, rendendo immediato l’uso di ogni strumento autoprodotto. L’utente che vuole sviluppare nuove parti dovrà provvedere alle necessarie calibrazioni per poi trarne fuori infiniti progetti. La FABUI Colibri supporta dei plug in pre-installati, come quello per la Laser Head recentemente messa sul mercato, ma lascia ampio spazio all’aggiunta di altre creazioni e allo sviluppo di altre idee.
Così come per le lingue, ci sono ancora tante parti della piattaforma che possono essere sfruttate e messe in risalto: ricevere feedback dalla community è un grande stimolo per il Team, sempre contento di vedere cosa sono in grado di fare gli utenti sparsi in tutto il mondo.

3, 2, 1, GO!

La FABUI Colibri, che verrà riconosciuta anche come FABUI 1.0, è pronta per essere scaricata e provata. Dopo un primo periodo di riscontri, è ora disponibile come update su tutte le FABtotum. Si tratta di un grande cambiamento ma, come detto, sarà compatibile con tutte le unità esistenti.
La FABtotum è una macchina multifunzione e la FABUI Colibri è ovviamente sviluppata per operare solo con essa. Tutte le funzioni disponibili oggi – stampa 3D, fresa CNC, scanner 3D e incisione laser – potranno godere di miglioramenti.

FABtotum Core Lite e FABtotum Core PRO

Dopo aver lanciato la prima versione di FABtotum Core nell’ultimo quadrimestre del 2016, giugno 2017 vede già una nuova evoluzione prendere atto: la Core si aggiorna e sdoppia, prendendo due strade diverse: FABtotum Core PRO è pensata per un uso intensivo e continuativo, perfetto per una realtà aziendale o per i professionisti che hanno bisogno di una macchina che li accompagni nella realizzazione dei loro progetti 365 giorni all’anno. La FABtotum Core Lite, sull’altro versante, fa l’occhiolino a tutti coloro che vogliono ugualmente far parte della rivoluzione della stampa 3D, ma più per passione o per provare a partire con progetti nuovi, fra idee DIY e prototipi veri e propri.

Entrambe le versioni avranno a disposizione una linea di Head dedicata: mentre sono già disponibili le versioni Lite, la Printing Head PRO è già disponibile per l’acquisto in congiunzione di una FABtotum Core PRO. Un binomio perfetto per stampe 3D dalla qualità imbattibile.

Su FABTOTUM


FABTOTUM srl è un’azienda nata da un progetto di Marco Rizzuto e Giovanni Grieco sul finire del 2012 a Milano, dove ancora oggi si trova la sede operativa. Il 2013 il primo modello di FABtotum Personal Fabricator è stato descritto come il macchinario più innovativo disponibile sul mercato; contemporaneamente il primo prototipo è stato il protagonista della campagna di crowdfunding di maggior successo a livello europeo.
La prima FABtotum è stata spedita in 65 paesi in tutto il mondo e conta oltre 1000 unità consegnate.
La FABtotum è stata la prima a offrire una macchina multifunzione, capendo l’importanza di avere un dispositivo in grado di aggiornarsi infinite volte e la necessità di molti di avere un mini laboratorio sulla propria scrivania.

Tags

Articoli Correlati

Back to top button
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!