MaterialiMedicina

Evonik lancia il filamento PEEK di utilizzo medico per impianti

VESTAKEEP i4 3DF è disponibile in bobine da 250 e 500 grammi

La società chimica Evonik ha debuttato con un nuovo filamento per stampa 3D: il primo materiale PEEK di utilizzo medico che può essere usato per la produzione di impianti e altre applicazioni mediche. Il filamento ad alte prestazioni, chiamato VESTAKEEP i4 3DF, soddisfa i requisiti di ASTM F2026, la specifica standard dei polimeri PEEK per gli impianti.

Il nuovo filamento PEEK si basa sul materiale VESTAKEEP i4 G di Evonik ed è caratterizzato da elevata viscosità, biocompatibilità, biostabilità e trasparenza dei raggi X. Per mantenere gli standard medici, il nuovo filamento viene prodotto in un ambiente di camera bianca e sottoposto a standard di gestione della qualità estesi. Secondo quanto riferito, può essere utilizzato per produrre impianti ortopedici o maxillo-facciali, tra gli altri.

Impianto di zigomo stampato in 3D realizzato con VESTAKEEP i4 3DF

“Per la moderna tecnologia medica, lo sviluppo del nostro primo materiale implantare stampabile in 3D offre nuove opportunità per la personalizzazione dei trattamenti per i pazienti”, ha commentato Marc Knebel, capo del segmento di mercato dei dispositivi medici e sistemi Evonik. “L’ortopedia e la chirurgia maxillo-facciale sono esempi di aree in cui questo potrebbe essere applicato. Materiali innovativi ad alte prestazioni come VESTAKEEP PEEK di Evonik, insieme ad hardware e software altamente complessi e il perfetto abbinamento tra materiali e macchine, costituiscono la base per una rivoluzione della stampa 3D sostenibile nella tecnologia medica. Pertanto, espanderemo successivamente il nostro portafoglio di prodotti di biomateriali stampabili in 3D”.

Il materiale è il primo filamento a base PEEK sul mercato che può essere utilizzato per applicazioni implantari; nel 2018, Solvay ha introdotto i materiali di produzione additiva per utilizzo medico KetaSpire PEEK (NT1 HC), KetaSpire PEEK (CF10 HC) e Radel PPSU (NT1 HC), tuttavia questi materiali sono stati classificati per applicazioni mediche a contatto limitato inferiore alle 24 ore con fluido corporeo o con i tessuti.

VESTAKEEP i4 3DF è disponibile come filamento di colore naturale con un diametro di 1,75 mm, in bobine da 250 o 500 grammi. Il materiale medico ad alte prestazioni è compatibile con le stampanti 3D a fabbricazione di filamenti fusi (FFF) con capacità di elaborazione PEEK. Il filamento PEEK espande il portafoglio di materiali per la stampa 3D medica di Evonik, che comprende anche filamenti e polveri bioriassorbibili RESOMER.

Evonik ha anche annunciato una nuova versione di prova del filamento PEEK, che ha le stesse proprietà di VESTAKEEP i4 3DF, ma non possiede la documentazione richiesta per le applicazioni mediche. Il filamento di prova di livello inferiore è stato rilasciato per consentire ai clienti di adattare le caratteristiche di processo del materiale a qualsiasi stampante 3D in modo economicamente efficiente.

 

Tags
Supporta la qualità
Aiutaci a portarti le informazioni che servono al tuo business

Andrea Gambini

Mi piace leggere e scrivere da sempre. Ho iniziato a lavorare in redazione come giornalista sportivo nel 2008, poi la passione per il giornalismo e per il mondo della comunicazione in generale, mi ha permesso di ampliare notevolmente i miei interessi, arrivando negli anni a collaborare con le più svariate testate giornalistiche online. Mi sono poi avvicinato alla stampa 3D, colpito dalle grandissime potenzialità di questa nuova tecnologia, che giorno dopo giorno mi hanno spinto a informarmi sempre più su quella che considero una vera rivoluzione che si farà presto sentire in tantissimi campi della nostra vita quotidiana.

Articoli Correlati

Back to top button
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!