Eventi

Dietro le quinte dell’industria AM francese al 3D Print Lyon

0 Condivisioni

L’industria francese dell’AM, forse ancor più dei mercati dell’Europa meridionale come l’Italia e la Spagna, appare talvolta autoreferenziale e chiusa. Le aziende francesi interessanti e innovative tendono ad emergere molto lentamente sulla scena internazionale. Ci sono molte ragioni storiche, antropologiche e geo-economiche per questo – di cui non parleremo qui – ma la principale è probabilmente che di solito non ne hanno bisogno. Almeno non subito. La Francia è un grande paese con un’economia enorme e un’industria per lo più fiorente. In questo contesto, le aziende francesi di stampa 3D possono crescere, soprattutto nelle loro fasi iniziali, senza dover affrontare un pubblico globale e le ulteriori difficoltà associate alle esportazioni internazionali. Ciò potrebbe cambiare poiché più di alcune startup francesi di stampa 3D e aziende anche più grandi hanno raggiunto la massa critica necessaria per espandersi a livello internazionale. Allo stesso tempo, il mercato francese è sempre più interessante per i leader del settore nuovi e tradizionali, da Stratasys e GE a Carbon e HP. Ecco perché abbiamo deciso andare al 3D Print Lyon, la fiera di stampa 3D pura più longeva in Francia, per vedere dove si trova oggi l’industria AM francese.

Dentro e fuori la Francia

In 3dpbm seguiamo da anni diverse aziende francesi di stampa 3D e ne abbiamo viste alcune, come AddUp, BeAM e PolyShape crescere (e fondersi) nel segmento AM in metallo, o 3D Ceram che stabilisce standard per la produzione avanzata di SLA in ceramica o la costruzione di Prodways il suo ecosistema. È interessante notare che nessuna di queste società (con alcune eccezioni) era presente con uno stand a 3D Print Lyon, che rimane un evento molto incentrato sulla Francia, che attira principalmente rivenditori e produttori di stampanti 3D locali. Tuttavia Prodways era ancora presente tramite il fornitore di servizi Initial e abbiamo anche incontrato Kareen Malsallez, Marketing Manager di 3D Ceram, che era in visita alla conferenza come membro dell’associazione France Additive.

Ora sembra che una nuova generazione di aziende sia pronta a fare il salto internazionale. Alcuni di questi si distinguono per materiali e processi complessi, unici e complessi, come ceramica, gomma e siliconi, polveri termoplastiche innovative, filamenti ad alta temperatura o plastica in pellet e relative capacità di lavorazione.

Allo stesso tempo, le aziende americane, tedesche e italiane guardano al mercato francese per i settori aerospaziale, automobilistico, dentale, medico, cosmetico, dei beni di lusso e persino della moda. Sia Carbon che HP hanno presentato casi di studio per beni di lusso e cosmetici, inclusi imballaggi e prodotti finali, sviluppati attraverso gli esperti locali del Gruppo Erpro. Lo stand di Formlabs era tra i più grandi della fiera a indicare una forte presenza sul mercato con i suoi sistemi SLA, sebbene Sinterit fosse presente attraverso almeno quattro distributori rispetto al segmento chiave SLS da banco. Stratasys ha una presenza consolidata qui, mostrando la nuovissima macchina SAF insieme alle ultime funzionalità PolyJet. Anche i leader del mercato Metal AM GE, EOS, SLM Solutions e TRUMPF erano presenti alla fiera attraverso i propri stand o tramite distributori.

La presenza dell’hardware Desktop Metal è stata più difficile da identificare, poiché molti dei marchi del Gruppo sono ancora attualmente sparsi su più rivenditori, ma erano presenti sia macchine ETEC che Desktop Metal. Era presente anche l’azienda belga Aerosint, ora parte del gruppo e vincitrice del premio 3D Print Show Show per la sua tecnologia PBF di stampa multi-metallo.

Vive le silicone

Tra circa 100 espositori di varie dimensioni, ben 4 aziende hanno puntato sulla stampa 3D in silicone. Questa è la concentrazione più alta mai vista in una fiera per questa famiglia di materiali termoindurenti, che presenta molte sfide e importanti opportunità di business potenziali. Tra le aziende che stanno ora cercando di espandersi oltre la Francia, il produttore di stampanti 3D per estrusione Lynxter ha mostrato un solido sistema di estrusione delta in grado di produrre parti molto precise con i materiali in vero silicone COPSIL 3D di COP Chimie, nonché paste o filamenti ceramici di Nanoe e Nanovia.

La stampa 3D in silicone sembrava essere una tendenza unificante in questa edizione di 3D Print Lyon, con il grande produttore di materiali siliconici e siliconici Elkem che mostrava anche i progressi e la precisione senza precedenti delle loro capacità AM in puro silicone (nella foto sotto). Il principale distributore francese di stampanti 3D Multistation ha presentato il sistema Arburg InnovatiQ LiQ 320, che l’azienda vende in Francia, e le sue capacità di stampa 3D in gomma siliconica liquida (LSR).

La startup locale 3Deus ha portato un prototipo del suo sistema radicalmente nuovo per la produzione di parti in silicone, sviluppato in collaborazione con Elkem. Nella tecnologia di stampaggio dinamico di 3Deus, Additive Manufacturing Deposition (AMD), l’ambiente dell’edificio è composto da una fase granulare controllata (polvere), che si comporta come un sistema di stampaggio dinamico in cui vengono erogati i materiali di produzione (inchiostri). Questa visione radicale del sistema di stampaggio dinamico porta le tecniche AMD senza supporto e crea un’elaborazione senza tabelle.

Ancora un altro sistema AM molto interessante per materiali flessibili e morbidi, è stato presentato da EPEIRE3D. I sistemi LFAM dell’azienda sono in grado di produrre parti molto grandi, morbide e flessibili utilizzando una vera materia prima in gomma. Al loro stand, abbiamo visto parti gommose alte fino a 30 cm, qualcosa che non avevamo ancora da nessun’altra parte.

Il produttore di stampanti 3D con sede a Nizza Volumic era più standard in termini di prodotti, ma vale comunque la pena menzionarlo per lo stile unico (e la proposta di valore) dei suoi progetti di stampanti 3D. Oltre alla brillante serie di stampanti 3D STREAM, l’azienda ha presentato un caso applicativo molto interessante e utile con ValorYeu, una startup francese situata nella remota L’Isle D’Yeu, un’isola sulla costa atlantica francese, che produce filamenti di nylon per la stampa 3D da ricicla le reti da pesca e le utilizza per realizzare prodotti in un approccio perfettamente circolare e sostenibile.

Les coqs s’envolent

Tra le aziende di materiali, Fabulous si distingue come uno dei pochi produttori di materiali di terze parti che sviluppa polveri termoplastiche per SLS con proprietà uniche e innovative, diverse dalla maggior parte degli altri materiali sul mercato. Il loro materiale più recente, Detect, è un PA11 di origine biologica che consente il rilevamento di metalli tramite raggi X (ad esempio per applicazioni nell’industria alimentare) e può essere magnetizzato.

Il produttore di attrezzature sportive personalizzate Athletics 3D è stata l’azienda di applicazioni di stampa 3D più divertente dello spettacolo. Al suo stand, i visitatori hanno potuto testare i moschettoni personalizzati stampati in 3D sviluppati appositamente per i migliori campioni mondiali e olimpici di biathlon. Il modello di business dell’azienda è vincente e il presidente Clément Jacquelin, fondatore di Athletics 3D, ci ha detto che la domanda è in rapida crescita. Questi galli (la mascotte nazionale francese) sono pronti a decollare o, come direbbero gli Alice in Chains, “They’ve come to shoot the rooster”.

Una notevole opportunità di business è stata presentata dal produttore di estrusori di stampanti 3D Dyze Design . L’azienda, che produce estrusori avanzati per una varietà di sistemi di stampa 3D per estrusione di grandi e piccole dimensioni, è canadese e ora sta cercando di espandersi nel mercato europeo e in Nord America. L’azienda, che sviluppa estrusori di pellet in grado di funzionare con sistemi come Ai Build’s, nonché estrusori di filamenti e accessori, sta per lanciare nuovi prodotti: HoriZon e Orthus.

Per chi non conoscesse Aniwaa, il più grande e accurato catalogo online di hardware per la stampa 3D, l’azienda è stata fondata da due espatriati francesi (che spesso si spostano). 3dpbm ha conosciuto e occasionalmente collaborato con il team, quindi è stato fantastico incontrare fisicamente i co-fondatori Martin Lansard e Pierre-Antoine Arrighi e la content editor Ludivine Cherdo.

3D-Day

Molte grandi aziende stanno prendendo la strada opposta, quella che attraversa le Alpi o i Pirenei, o attraverso una spiaggia in Normandia, o attraverso il fiume Reno, a seconda della direzione da cui si proviene, e conduce nelle regioni francofone d’Europa. La Francia è tradizionalmente un mercato molto ampio per Stratasys, leader del settore AM francese, in particolare per la tecnologia PolyJet, i suoi sistemi e le sue applicazioni. Lo stand di Stratasys, dove abbiamo incontrato il Regional Marketing Manager France e Iberia Anaïs Martin, ha presentato le ultime novità sui sistemi PolyJet, Origin, SAF e FDM. Un’applicazione, in particolare, ha attirato la nostra attenzione. Stratasys ha collaborato con il gruppo italiano D-Loan (che include gli specialisti della stampa 3D Shapemode) sulla produzione di applicazioni PolyJet a colori per i tessuti e sull’ingresso nel settore dell’alta moda in Francia e in Italia.

L’industria Franch AM sta diventando anche un mercato sempre più importante per i nuovi leader della stampa 3D polimerica come Carbon e HP, soprattutto alla luce di accordi molto visibili, redditizi e lungimiranti con L’Oreal e Chanel e Peugeot (oltre che con le società sportive europee attrezzature Decathlon), sul packaging dei prodotti e sulla manifattura digitale. In molti di questi casi, Carbon e HP lavorano a questi progetti con gli esperti locali di Erpro Group, come fanno, in Germania, con OECHSLER o in Italia con Dedem Group.

La prossima grande azienda americana a fare una mossa nel mercato francese è Xerox, che ha scelto 3D Print Lyon per mostrare per la prima volta in Europa la sua nuova tecnologia di stampa 3D in metallo ElemX. Abbiamo incontrato Matthew Sozio, responsabile di Business Development & Strategy, e Tim Schniepp, Director of Applications Engineering & BD, presso Xerox Additive Manufacturing. Durante il nostro incontro, abbiamo avuto l’opportunità di saperne di più su come funziona la tecnologia dei metalli liquidi ElemX, spingendo in modo conveniente gocce di filo di alluminio fuso sulla piastra di costruzione tramite un campo magnetico e di vedere alcune delle sue prime parti in alluminio (l’azienda ha affermato stanno già lavorando su alluminio 6061).

Allo stesso tempo, l’industria AM francese sembra destinata a diventare un campo di battaglia tra i produttori di hardware SLS da banco. Da un lato, la polacca Sinterit sembra essere il chiaro leader di mercato con ben quattro distributori che esibiscono i suoi sistemi LISA e NILS. Dall’altro, Formlabs ha un enorme stand e il suo Fuse1 continua a conquistare utenti in tutto il mondo. La Francia dovrebbe essere un mercato importante per questo.

Detto di tutte le società tedesche di AM in metallo che guardano al mercato aerospaziale francese per i principali utilizzatori di AM in metallo come Airbus, Safran e LISI, alcune società italiane cercano anche una presenza più ampia oltralpe, nell’industria AM francese. La principale è Roboze, uno dei maggiori fornitori generalisti di grandi sistemi di estrusione per materiali ad alta temperatura, con la linea di prodotti ARGO. L’azienda era presente con un proprio stand per aiutare a sviluppare la sua presenza in Francia, lavorando attivamente anche all’espansione negli Stati Uniti.

Spengler è una società di consulenza AM francese, fondata da due ex ingegneri Prodways italiani. Il co-fondatore Stefano Rebecchi ci ha detto che l’azienda ha trovato la Francia, e l’associazione France Additive, come l’ambiente perfetto per costruire la propria startup. Il modello di business di Spengler consiste nel lavorare con gli utilizzatori di AM per sviluppare flussi di lavoro di post-elaborazione ottimizzati – attraverso il loro nuovo servizio IntegrAM – e sviluppare sistemi AM personalizzati per parti specifiche.

Un’altra grande azienda italiana di AM era presente, anche se indirettamente, firmando una partnership strategica con lo studio locale DfAM specializzato in aerospaziale Volum-e. Secondo i termini dell’accordo, Volum-e fornirà capacità di progettazione per parti aerospaziali mentre Lincotek fornirà grandi capacità di produzione di metallo AM (attualmente focalizzato su applicazioni mediche).

…. E Fraternité

Un elemento emerso dal 3D Print Lyon, che è stato vivace ma presentava ancora alcune carenze in termini di dimensioni, organizzazione e capacità di raggiungere i principali utenti finali di AM, è che le aziende francesi sono in grado di collaborare e unirsi per aiutare a progredire l’intero segmento. La rappresentazione ideale di ciò è l’organizzazione France Additive, che riunisce di fatto l’intero settore dell’industria AM francese. Gli attori chiave dell’industria, della ricerca, dell’innovazione, della creazione e delle start-up hanno unito le forze per unire le proprie competenze e andare avanti insieme, attirando anche investimenti governativi. Questo è un buon modello da seguire in un momento in cui AM in tutto il mondo ha davvero bisogno di uscire dal suo nido.

0 Condivisioni
Tags
Research 2021
Ceramic AM Market Opportunities and Trends

This market study from 3dpbm Research provides an in-depth analysis and forecast of the ceramic additive ma...

Davide Sher

Sono un giornalista professionista iscritto all'ODG dal 2002 e mi sono sempre occupato di comunicazione trade. Per 10 anni ho redatto una testata dedicata al mercato dei videogiochi e successivamente ho partecipato alla creazione del primo iPad magazine dedicato all'elettronica di consumo. Dal 2012, mi occupo esclusivamente di stampa 3D/manifattura additiva, che vedo come la più affascinante e reale delle tecnologie oggi agli albori ma che plasmeranno il nostro futuro. Ho fondato Replicatore.it nel 2013 e ho scritto come blogger per diversi siti internazionali. Nel 2016 ho fondato la mia società 3dpbm (www.3dpbm.com), con base a Londra, che offre servizi di supporto alle aziende che vogliono comunicare, sia in Italia che nel mondo, i loro prodotti legati alla manifattura additiva. Oggi pubblichiamo diverse testate internazionali tra cui 3D Printing Media Network (il nostro sito editoriale internazionale), 3D Printing Business Directory (la più grande directory al mondo di aziende legate alla stampa 3D), Replicatore.it, Replicador.es e 3D Printing Media Network Chinese Version.

Articoli Correlati

Back to top button

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online e per la personalizzazione degli annunci, per informazioni visita la pagina privacy e termini di Google.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Per utilizzare questo sito Web utilizziamo i seguenti cookie tecnicamente necessari
  • PHPSESSID
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!