Copper3D organizza una campagna globale per la stampa 3D di maschere antimicrobiche su scala globale

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Il rame è stato utilizzato in ambito clinico per ridurre il rischio di contaminazione batterica e virale, integrando i protocolli tradizionali, e una delle aziende leader per la stampa 3D in questo campo è Copper3D, che produce filamenti per maschere antimicrobiche. In effetti, il rame è considerato uno dei materiali più efficaci che esistono per uccidere il coronavirus .

“Come azienda, abbiamo un approccio molto pratico. Cerchiamo grandi sfide da risolvere e analizziamo quale mix, tra tecnologia e design, potrebbe portarci a una soluzione efficace e nuova a quel problema. Abbiamo un grande alleato al nostro fianco che è la stampa 3D antimicrobica, con questa tecnologia e design intelligenti molti problemi possono essere risolti […] Tutto questo in cicli di lavoro molto intensi poiché molti di questi problemi sono davvero urgenti, come nel caso di questa pandemia COVID-19”, ha affermato il co-fondatore Daniel Martínez.

Ed è stata proprio questa pandemia di COVID-19 che ha portato Copper 3D a pensare rapidamente a una soluzione per la carenza globale di maschere N95 a causa dell’aumento esponenziale della domanda mondiale di questo prodotto, a cui è stato aggiunto un altro fattore: la caduta delle catene di distribuzione in tutto il mondo. Quindi hanno rapidamente lavorato allo sviluppo del brevetto per un modello simile a una maschera standard N95 ma con alcune peculiarità (antivirale, riutilizzabile, modulare, lavabile, riciclabile, a basso costo), che sono state completamente progettate in un ambiente digitale in modo che potesse essere scaricato in qualsiasi parte del mondo e stampato in 3D con qualsiasi apparecchiatura FDM/FFF, anche a basso costo. Il nome di questa maschera in “NanoHack”.

Daniel Martínez approfondisce questo argomento: “Ora la sfida era puramente logistica perché c’era un crollo delle catene di distribuzione nel mondo. D’altra parte, la stampa 3D richiede tempo, ad esempio stampare una di queste maschere richiede circa 2 ore. La situazione ci ha costretto a pensare in modo collaborativo, basato sul concetto di Distributed Manufacturing e sulle reti di stampanti 3D funzionanti 24 ore su 24, 7 giorni su 7, al fine di realizzare una grande quantità di maschere in breve tempo. Da lì abbiamo deciso di coordinare una rete mondiale di startup, produttori, università e aziende partner che ci aiuteranno a stampare queste maschere, al fine di amplificare rapidamente l’accesso a questo design e renderlo davvero globale. Ed è esattamente quello che abbiamo fatto: affrontare questa pandemia con la nanotecnologia e la stampa 3D.

Inoltre, abbiamo deciso di rilasciare immediatamente il brevetto (che era stato depositato e in corso di registrazione) in modo che questo progetto fosse completamente Open Source . Questo è probabilmente il primo caso nella storia della stampa 3D che lo stesso design viene scaricato in modo massiccio in tutto il mondo per prevenire più morti nel contesto di una pandemia.

Autore Davide Sher

Sono un giornalista professionista iscritto all'ODG dal 2002 e mi sono sempre occupato di comunicazione trade. Per 10 anni ho redatto una testata dedicata al mercato dei videogiochi e successivamente ho partecipato alla creazione del primo iPad magazine dedicato all'elettronica di consumo. Dal 2012, mi occupo esclusivamente di stampa 3D/manifattura additiva, che vedo come la più affascinante e reale delle tecnologie oggi agli albori ma che plasmeranno il nostro futuro. Ho fondato Replicatore.it nel 2013 e ho scritto come blogger per diversi siti internazionali. Nel 2016 ho fondato la mia società 3dpbm (www.3dpbm.com), con base a Londra, che offre servizi di supporto alle aziende che vogliono comunicare, sia in Italia che nel mondo, i loro prodotti legati alla manifattura additiva. Oggi pubblichiamo diverse testate internazionali tra cui 3D Printing Media Network (il nostro sito editoriale internazionale), 3D Printing Business Directory (la più grande directory al mondo di aziende legate alla stampa 3D), Replicatore.it, Replicador.es e 3D Printing Media Network Chinese Version. Inoltre sono Senior Analyst di SmarTech Analysis, una delle più importanti realtà al mondo attive nella rilevazione di dati e previsioni di mercato relative ai vari segmenti verticali dell'industria della manifattura additiva.

Da non perdere

Il sistema ospedaliero parigino installa 60 stampanti 3D Stratasys per combattere COVID-19

L’University Hospital Trust (AP-HP) di Parigi, il più grande sistema ospedaliero in Europa, ha installato …