IndustriaStampa 3D - Servizi

Come RAM3D è diventato il più grande service AM metalmeccanico indipendente in Australasia

L'azienda neozelandese gestisce sette sistemi AM in metallo

Sebbene possa essere meglio conosciuto per l’uccello Kiwi, Il Signore degli Anelli e il suo primo ministro, la Nuova Zelanda vuole divenire famosa anche nel settore della produzione additiva: ospita infatti il più grande service indipendente di stampa 3D di metallo nell’emisfero meridionale: RAM3D. Fondata nel 2008, l’azienda con sede a Tauranga ha intrapreso un viaggio interessante negli ultimi dieci anni, partecipando alla transizione di Metal AM da una soluzione di prototipazione personalizzata una tantum a un processo di produzione industriale.

Questo viaggio di per sé è interessante, poiché RAM3D ha svolto un ruolo vitale nella valorizzazione della stampa 3D in metallo in quella parte del mondo, un ruolo che hanno svolto molti service (come vedremo nell’AM Focus di questo mese ). In breve, la stampa 3D di parti metalliche per i clienti era solo una parte del suo lavoro nei suoi primi anni, doveva anche concentrarsi sulla sensibilizzazione sull’AM, educare su DfAM e facilitare il passaggio dalla prototipazione alla produzione. 

“Nei nostri primissimi giorni la percezione della stampa 3D in metallo ci faceva pensare che fosse solo per la prototipazione di parti personalizzate una tantum”, ha spiegato Gilly Hawker, RAM3D Marketing Manager. “I suoi reali vantaggi, in termini di funzionalità migliorata, integrazione della parte, riduzione del peso, efficacia dei costi e così via, non sono stati ampiamente riconosciuti. Abbiamo dovuto fare la nostra parte per migliorare la consapevolezza generale del mercato e contribuire a correggere eventuali idee sbagliate”.

Una delle grandi pietre miliari nell’evoluzione dell’azienda è stata la partnership con Renishaw, iniziata nel 2014, quando la società metal AM con sede nel Regno Unito ha fornito il suo nuovo sistema a RAM3D. All’epoca, la macchina offriva la flessibilità e l’apertura che RAM3D cercava, in quanto aveva le competenze per ottimizzare il processo AM per le applicazioni dei suoi clienti.

“Avevamo molte idee sull’ottimizzazione del nostro processo di produzione e questa macchina ci ha dato la libertà di cui avevamo bisogno per implementarle”, ha affermato Warwick Downing, CEO e co-fondatore di RAM3D. “Se volessimo modificare un parametro, per adattarlo più da vicino a una parte particolare, allora potremmo farlo”.

Oggi, RAM3D non offre solo un servizio di prototipazione in metallo, ma è anche in grado di produrre in serie. Questo grazie a sette sistemi di stampa 3D in metallo, sei dei quali Renishaw. L’azienda prevede di espandere ulteriormente la propria attività, installando altri tre o quattro sistemi Renishaw entro il nuovo anno. Il service lavora con una vasta gamma di materiali, tra cui acciaio inossidabile 15-5ph, acciaio inossidabile 316, Inconel 718 e titanio 64. Sta inoltre esplorando la stampa dell’acciaio per utensili Maraging.

“A livello globale, penso che il settore della stampa 3D in metallo sia un po’ un punto di svolta in questo momento, e sicuramente crescerà solo in importanza e influenza”, ha concluso Downing. “Non è più una nuova tecnologia, è qui e ora. Le aziende sempre più innovative stanno arrivando a rendersi conto che anche per i tipi di prodotto più maturi, la produzione additiva in metallo offre l’opportunità di iniettare nuova vita, superando i vincoli di progettazione di altri processi di produzione. Quindi, con un certo grado di certezza, direi che la stampa 3D in metallo spingerà molto sui limiti di produzione percepiti nei prossimi anni”.

Tags
Supporta la qualità
Aiutaci a portarti le informazioni che servono al tuo business

Andrea Gambini

Mi piace leggere e scrivere da sempre. Ho iniziato a lavorare in redazione come giornalista sportivo nel 2008, poi la passione per il giornalismo e per il mondo della comunicazione in generale, mi ha permesso di ampliare notevolmente i miei interessi, arrivando negli anni a collaborare con le più svariate testate giornalistiche online. Mi sono poi avvicinato alla stampa 3D, colpito dalle grandissime potenzialità di questa nuova tecnologia, che giorno dopo giorno mi hanno spinto a informarmi sempre più su quella che considero una vera rivoluzione che si farà presto sentire in tantissimi campi della nostra vita quotidiana.

Articoli Correlati

Back to top button
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!