MaterialiSport

Come stampa 3D e materiali compositi migliorano le prestazioni degli atleti olimpionici

L’azienda CRP USA, partner dell’italiana CRP Technology, ha stampato per il bob della nazionale statunitense alcuni componenti funzionali

0 Condivisioni

CRP USA, azienda statunitense specializzata in servizi di stampa 3D con i materiali ad alte prestazioni Windform
e partner dell’italiana CRP Technology, sta collaborando al progetto Made in-USA della nazionale statunitense
di bob e skeleton, USA Bobsled/Skeleton (USABS), finalizzato alla realizzazione dei nuovi bob per i Giochi
Olimpici Invernali del 2026.

CRP USA ha fornito alla squadra americana alcuni componenti funzionali che sono stati testati in diverse gare
ufficiali. Le parti stampate in 3D da CRP USA includono: maniglie di spinta, impugnature, sedili e sono tutte realizzate nei materiali Windform: le maniglie di spinta in Windform SP, le impugnature e i sedili in Windform XT 2.0.

L’azienda CRP USA, partner dell’italiana CRP Technology, ha stampato per il bob della nazionale statunitense alcuni componenti funzionali

Windform XT 2.0 ed SP sono due compositi caricati fibra di carbonio della gamma di materiali Windform TOP-LINE per la stampa 3D professionale, ovvero la Sinterizzazione Laser Selettiva. “Per noi – ha specificato Marc van den Berg, Technology and Equipment Lead di USABS – il grande vantaggio della stampa 3D è che non necessita di alcuno stampo, quindi si risparmia un’enorme quantità di tempo e i costi rimangono molto più bassi. Per non parlare della consegna dei pezzi, che avviene in tempi rapidi proprio perché non bisogna sottostare alle tempistiche dello stampaggio ad iniezione. Inoltre con la stampa 3D è possibile realizzare parti e componenti più complessi”. Il risparmio di tempo e denaro, insieme alla possibilità di realizzare forme complesse, sono tra le caratteristiche più conosciute della stampa 3D e senza dubbio le più apprezzate. Tuttavia, l’uso di qualsiasi processo di stampa 3D può risultare inefficiente se non affiancato dai materiali giusti di costruzione.

Quindi, nello specifico, quali sono state le criticità che il team USABS ha dovuto affrontare, e ha potuto superare, grazie alla stampa 3D e ai compositi Windform? “Il vincolo principale” ha risposto Marc van den Berg “ha riguardato la conformità alle norme dell’Autorità Sportiva Olimpica in termini di forma e dimensione dei pezzi”.

L’azienda CRP USA, partner dell’italiana CRP Technology, ha stampato per il bob della nazionale statunitense alcuni componenti funzionali

La resistenza agli stress è stata un’altra criticità. “In ogni gara durante la partenza” ha continuato van den Berg “ci sono grandi forze che spingono sul bob. Inoltre, bisogna considerare le cadute. Per questi motivi i materiali di costruzione dei vari pezzi devono possedere caratteristiche di flessibilità e resistenza, per evitare rotture e cedimenti delle parti stesse”. La costruzione delle maniglie di spinta rappresenta un ottimo esempio dell’efficienza del processo di stampa 3D quando abbinato al giusto materiale costruttivo, soprattutto se c’è il supporto di uno staff tecnico competente e attento alle esigenze del cliente.

Nathanael “Nate” Baker, Senior Project Coordinator di CRP USA, ha commentato : “La squadra USABS aveva bisogno che le maniglie di spinta venissero prodotte facilmente, ma non solo: dovevano essere personalizzate per ciascun atleta e anche l’operazione di cambio doveva risultare facile da attuare”. Dopo uno studio approfondito, lo staff di CRP USA ha individuato il Windform SP come il materiale da costruzione più idoneo per le maniglie di spinta, grazie alle sue pregevoli caratteristiche di resistenza agli urti, alle vibrazioni e alle deformazioni (Densità 20 °C 1,106 g/cc; Punto di fusione 193,3 °C; HDT 1,82 Mpa 186,5 °C; carico di rottura a trazione 76,10 Mpa; allungamento alla rottura 11,38% solo per citare alcune proprietà).

Dopo aver realizzato le maniglie in Windform SP, CRP USA le ha spedite alla squadra USABS, ricevendo elogi per la velocità nella produzione e consegna. Marc van den Berg e il team USABS hanno potuto così in tempi record studiare i pezzi, provarli e modificarli in base alle loro esigenze.

Ha spiegato Marc: “Evitando la costruzione di stampi costosi abbiamo potuto effettuare velocemente diverse prove utilizzando forme leggermente diverse in base alle necessità che sorgevano di volta in volta. La velocità di esecuzione e consegna da parte di CRP USA ci ha permesso di testare le maniglie di spinta per valutarne la
resistenza allo stress e l’ergonomia, effettuando le iterazioni necessarie fino al raggiungimento del risultato per
noi ottimale. Non abbiamo un programma di test ufficiale, assembliamo le parti e le usiamo in gara. E così abbiamo fatto con i componenti stampati in Windform: ciò significa che il sedile, l’impugnatura e le maniglie di spinta posteriori sono stati testati in una vera gara”.

Van den Berg e la squadra USABS sono rimasti colpiti dalle prestazioni delle maniglie di spinta in Windform SP.
“Il requisito più grande delle leve di spinta posteriori – aggiunge Marc – è che rimangano intatte in caso di
incidente, ed è quello che è successo in gara: il bob si è schiantato, ma le maniglie non si sono rotte. Il risultato finale – ha sottolineato Marc – è stato perfetto, con consegna rapida e infinite possibilità di progettazione. Per il futuro ci auguriamo di stampare più parti in 3D, anche un bob completo”.

I componenti realizzati in Windform SP e Windform XT 2.0 hanno fatto il loro debutto ufficiale alle gare della
IBSF North American Cup (NAC) – dal 15 al 19 novembre 2023 – con ottimi risultati: la squadra statunitense ha
vinto la medaglia d’oro nel bob a due uomini, monobob donne, bob a due donne, bob a quattro uomini.

0 Condivisioni
Tags
Research 2024
Consumer Products AM 2024

1,346 polymer and metal AM companies and 143 end-users. Consumer products AM generated $2.6 billion in 2023...

Andrea Gambini

Mi piace leggere e scrivere da sempre. Ho iniziato a lavorare in redazione come giornalista sportivo nel 2008, poi la passione per il giornalismo e per il mondo della comunicazione in generale, mi ha permesso di ampliare notevolmente i miei interessi, arrivando negli anni a collaborare con le più svariate testate giornalistiche online. Mi sono poi avvicinato alla stampa 3D, colpito dalle grandissime potenzialità di questa nuova tecnologia, che giorno dopo giorno mi hanno spinto a informarmi sempre più su quella che considero una vera rivoluzione che si farà presto sentire in tantissimi campi della nostra vita quotidiana.

Articoli Correlati

Back to top button

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online e per la personalizzazione degli annunci, per informazioni visita la pagina privacy e termini di Google.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Per utilizzare questo sito Web utilizziamo i seguenti cookie tecnicamente necessari
  • PHPSESSID
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!