Arte & DesignMateriali

Christien Meindertsma crea una nuova tecnica di stampa 3D della lana

Il Flocks Wobot utilizza una forma di infeltrimento per creare gli strati di lana

0 Condivisioni

Secondo Amy Frearson di Dezeen, la designer olandese Christien Meindertsma ha sviluppato un robot che può essenzialmente stampare in 3D utilizzando la lana. Il robot di Meindertsma, noto come Flocks Wobot, funziona in modo simile a una stampante 3D per creare strati di lana, invece di strati di filamenti, utilizzando una forma di infeltrimento per creare volumi intrecciati tridimensionali.

La designer olandese Christien Meindertsma ha sviluppato un robot che può essenzialmente stampare in 3D utilizzando la lana. 

“Il Wobot è un robot collaborativo che rende possibile costruire per la prima volta strutture tridimensionali con la lana a livello industriale, senza aggiungere alcun materiale o utilizzare acqua nel processo di infeltrimento”, ha affermato Meindertsma. “Le strutture tridimensionali della lana che crea sono forti e morbide allo stesso tempo”.

Il progetto è stato reso possibile con l’aiuto della società di robotica TFT, che ha collaborato con Meindertsma per sviluppare un braccio robotico personalizzato. Questo si collega a un “cobot”, che è un tipo specifico di robot facile da usare. L’accessorio funziona con tutti i diversi tipi di lana. Tuttavia, secondo quanto riferito, Meindertsma lo ha trovato più efficace con le varietà di lana grezza – come quelle trovate sulle pecore europee – poiché sono più durevoli.

La designer olandese Christien Meindertsma ha sviluppato un robot che può essenzialmente stampare in 3D utilizzando la lana. 

Crede che la tecnica abbia molte potenziali applicazioni nel design, con esempi che includono mobili, prodotti acustici e isolamento. “È una tecnica che puoi usare con qualsiasi lana europea”, ha detto il designer a Dezeen. “La lana non deve essere particolarmente fine e non necessita nemmeno di essere lavorata, ma solo lavata”.

The Flocks Wobot è stato uno dei due progetti di ricerca sulla lana che Meindertsma ha presentato alla recente Dutch Design Week, in una mostra intitolata “The Product Chronicles”. L’altro era un metodo per trasformare la lana in morbidi blocchi che possono essere tagliati in diverse forme, che secondo il designer potrebbe offrire un’alternativa sostenibile alla schiuma per tappezzeria.

Ha presentato entrambe le tecniche nella sua recente mostra personale, “Christien Meindertsma: Re-forming Waste”, che è aperta al V&A di Londra fino al 19 ottobre 2024. Essendo la terza puntata del programma decennale Make Good: Rethinking Material Futures del V&A, lo spettacolo include anche i suoi esperimenti nel trasformare il linoleum in un materiale 3D. Il fulcro della mostra è un divano stampato da robot, il primo utilizzo su larga scala di questa tecnologia.

La designer olandese Christien Meindertsma ha sviluppato un robot che può essenzialmente stampare in 3D utilizzando la lana. 

Meindertsma ha lavorato con diversi materiali nel corso della sua carriera, ma la lana è quella per cui è diventata più conosciuta, grazie a progetti come One Sheep Sweater e Fiber Market. La sua ultima ricerca si è sviluppata dopo che Rotterdam Circulair – un programma finanziato dallo stato a sostegno dell’economia circolare – le ha commissionato di indagare sul valore della lana nel gregge al pascolo della città. Come per la maggior parte delle pecore europee, questa lana non è abbastanza fine per essere utilizzata per i tessuti di tutti i giorni, quindi viene generalmente trattata come un prodotto di scarto. Il risultato di questo progetto sono stati una serie di oggetti che utilizzavano le tradizionali tecniche artigianali. Tuttavia, Meindertsma riteneva che vi fossero maggiori opportunità nelle moderne tecniche di produzione.

La designer olandese Christien Meindertsma ha sviluppato un robot che può essenzialmente stampare in 3D utilizzando la lana. 

“La mia conclusione è stata che le tecniche tradizionali funzionano ancora bene, ma anche la lana merita una tecnica moderna. Ci sono stati alcuni esempi precedenti di persone che combinavano l’infeltrimento ad ago con la stampa 3D, ma non erano persone con una conoscenza della lana e di come si comporta”, ha detto. “Mi sono reso conto che non dovrebbe essere esattamente come una stampante 3D, perché il filamento stampato in 3D si rompe con determinati movimenti. Ma con i fili di lana puoi fare cose diverse”.

Christien Meindertsma sta anche sperimentando diverse miscele di lana, aggiungendo alcuni filati riciclati e tinti come un modo per introdurre il colore. “Il mio prossimo passo è esplorare tutte le possibilità”.

0 Condivisioni
Tags
Research 2024
Consumer Products AM 2024

1,346 polymer and metal AM companies and 143 end-users. Consumer products AM generated $2.6 billion in 2023...

Andrea Gambini

Mi piace leggere e scrivere da sempre. Ho iniziato a lavorare in redazione come giornalista sportivo nel 2008, poi la passione per il giornalismo e per il mondo della comunicazione in generale, mi ha permesso di ampliare notevolmente i miei interessi, arrivando negli anni a collaborare con le più svariate testate giornalistiche online. Mi sono poi avvicinato alla stampa 3D, colpito dalle grandissime potenzialità di questa nuova tecnologia, che giorno dopo giorno mi hanno spinto a informarmi sempre più su quella che considero una vera rivoluzione che si farà presto sentire in tantissimi campi della nostra vita quotidiana.

Articoli Correlati

Back to top button

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online e per la personalizzazione degli annunci, per informazioni visita la pagina privacy e termini di Google.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Per utilizzare questo sito Web utilizziamo i seguenti cookie tecnicamente necessari
  • PHPSESSID
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!