Celprogen stampa in 3D un organulo di cervello

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Celprogen, società californiana specializzata nella ricerca sulle cellule staminali, ha annunciato di aver stampato con successo un organulo di cervello umano utilizzando cellule staminali: una vera e propria impresa nel campo della stampa 3D e del bioprinting che potrebbe avere un forte impatto nello studio di malattie neurologiche.

Celprogen è da sempre una delle società maggiormente attive nel campo del bioprinting finalizzato alla ricerca farmacologica piuttosto che all’impianto di organi stampati in 3D. Oltre a questo progetto, infatti, nel 2016a ha utilizzato le tecnologie di bioprinting per realizzare un pancreas, un cuore, un fegato e follicolo pilifero (tutti attualmente in fase di validazione).

Il cervello stampato in 3D è stato formato utilizzando uno speciale materiale in gel bio matrix (CEP707) che contiene cellule staminali cerebrali umane, al quale è stato aggiunta una matrice extracellulare e del materiale di supporto. Celprogen ha spiegato che l’organulo di cervello stampato in 3D è stato utilizzato per testare come i farmaci attraversano la barriera emato-encefalica, oltre che per studiare diversi tipi di cancro al cervello.

La società ha quindi condotto un’approfondita sperimentazione che ha portato all’identificazione e alla caratterizzazione di 11 composti di piombo che potrebbero essere potenziali candidati ai farmaci per malattie come Alzheimer, Parkinson e Glioblastoma.

Celprogen ha presentato i risultati sulla sua ricerca alla San Diego Neuroscence, l’annuale conferenza dedicata al cervello e al sistema nervoso che si è svolta dal 3 al 7 novembre in California.

Autore Matteo Maggioni

Laureato in Scienze Giuridiche presso l’Università degli Studi di Milano, nel corso degli anni Matteo si è specializzato nel mercato delle New Technologies, concentrandosi particolarmente sul mercato della stampa 3D e sulle sue possibili applicazioni nel mondo dell'Industria 4.0.

Da non perdere

Antartide: al via la 35a spedizione italiana con 250 partecipanti e 45 progetti di ricerca

Ha preso il via la 35a spedizione scientifica italiana in Antartide con l’apertura della stazione …