IndustriaNotizie - ultima oraProduzione

Carbon e Lamborghini rafforzano la partnership nella produzione additiva di componenti di alta qualità

Dopo aver iniziato a lavorare insieme a febbraio, Carbon e Lamborghini hanno ampliato la loro collaborazione e adesso produrranno digitalmente le prese d’aria sul cruscotto centrale e laterale per la Sián FKP 37, la prima auto di produzione ibrida Lamborghini.

All’inizio di quest’anno, Carbon e Lamborghini hanno prodotto un nuovo tappo del serbatoio strutturato e un componente a clip per un condotto dell’aria per il Super SUV Lamborghini, il modello Urus. Questa nuova collaborazione per la produzione di prese d’aria stampate in 3D segna una pietra miliare significativa nella partnership tra Lamborghini e Carbon e, più in generale, l’adozione della piattaforma di produzione digitale di Carbon per costruire componenti dalle principali case automobilistiche.

Per la Sián FKP 37, la tecnologia Carbon Digital Light Synthesis  (DLS) unita allo straordinario design e la maestria di Lamborghini ha prodotto prese d’aria all’avanguardia che offrono comfort con una sensazione di accelerazione carica di adrenalina elevando ulteriormente l’esperienza di guida.

Carbon e Lamborghini

Dopo aver sperimentato la qualità e l’efficienza della piattaforma di produzione digitale del carbonio con l’Urus, Lamborghini ha realizzato che potrebbe trasformare il modo in cui molte delle sue componenti sono progettate e fabbricate, costruendo parti migliori e velocizzando contemporaneamente lo sviluppo del prodotto.

Con le prese d’aria della Sián, Lamborghini ha ridotto i tempi di consegna dei ricambi di 12 settimane passando rapidamente dalla progettazione alla produzione direttamente sulla piattaforma Carbon. Sono stati eliminati completamente i lunghi e costosi passaggi per il tooling, necessari per la produzione tradizionale. Inoltre, il materiale Carbon EPX 82, selezionato per le prese d’aria, rispetta gli elevati standard Lamborghini per tutti i componenti dell’auto. EPX 82 ha superato i test relativi a infiammabilità interna, composti organici volatili, ciclo e invecchiamento termico.

“Con la piattaforma di produzione digitale del carbonio, siamo riusciti a passare da un concetto iniziale a mostrare la parte finale su un’auto da esposizione in sole tre settimane, passando attraverso diverse iterazioni di progettazione così da ottenere il miglior risultato. Solo tre mesi dopo, siamo riusciti a passare alla produzione “, ha dichiarato Maurizio Reggiani, Chief Technical Officer di Lamborghini.

“Volevamo offrire ai nostri progettisti e ingegneri la capacità di produrre parti migliori e possiamo farlo sfruttando la tecnologia Carbon DLS. Siamo stati anche in grado di semplificare la catena di approvvigionamento e ridurre il time-to-market per queste componenti”, ha dichiarato Stefan Gramse, Chief Procurement Officer di Lamborghini. “Andando avanti stiamo mettendo più impegno e risorse sull’utilizzo di tecnologie di produzione additiva per la produzione di componenti per le auto Lamborghini e, lavorando con Carbon, abbiamo trovato un partner che condivide la nostra visione per la creazione di prodotti migliori che superano i limiti di ciò che è possibile”.

Carbon e Lamborghini
La presa d’aria centrale sulla Lamborghini Sián, una delle parti stampate in 3D con tecnologia Carbon.

“Lamborghini ha elevati standard di qualità e prestazioni e siamo lieti di dimostrare in che modo la piattaforma di produzione digitale in carbonio consente ai nostri clienti di creare parti a velocità, qualità e costo non possibili con altre tecniche di produzione”, ha affermato Paul DiLaura , VP di Enterprise Partnerships presso Carbon. “Non potremmo essere più orgogliosi di espandere il nostro lavoro con Lamborghini.”

Carbon e Lamborghini
La Lamborghini Sián FKP 37
Research 2020
Composites AM Market Opportunities

This 170-page study from 3dpbm Research provides an in-depth analysis of each major sub-segment in composites...

Andrea Gambini

Mi piace leggere e scrivere da sempre. Ho iniziato a lavorare in redazione come giornalista sportivo nel 2008, poi la passione per il giornalismo e per il mondo della comunicazione in generale, mi ha permesso di ampliare notevolmente i miei interessi, arrivando negli anni a collaborare con le più svariate testate giornalistiche online. Mi sono poi avvicinato alla stampa 3D, colpito dalle grandissime potenzialità di questa nuova tecnologia, che giorno dopo giorno mi hanno spinto a informarmi sempre più su quella che considero una vera rivoluzione che si farà presto sentire in tantissimi campi della nostra vita quotidiana.

Articoli Correlati

Back to top button
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!